Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il giardino segreto

Di

Editore: Mursia (Gruppo Editoriale)

4.1
(3148)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 210 | Formato: Copertina rinforzata scuole e biblioteche | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Francese , Polacco , Norvegese

Isbn-10: 884251568X | Isbn-13: 9788842515685 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Vincenzo Brinzi

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida , Paperback , Tascabile economico , eBook

Genere: Children , Fiction & Literature , Teens

Ti piace Il giardino segreto?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Mary Lennox vive, a soli 9 anni, la perdita dei genitori a causa del colera. Lascia l'India e si trasferisce dallo zio Archibald nello Yorkshire. Questi è un vedovo scontroso che, all'arrivo della bambina, non la vuole neanche vedere e la lascia alle cure della governante. La casa è molto grande, ma quasi tutte le stanze sono chiuse a chiave e la bimba ha il divieto di entrarvi; c'è anche un giardino proibito, quello della defunta moglie dello zio e anche quello è chiuso a chiave. Mary riesce ad entrarvi e, di nascosto, seminando e innaffiando, lo fa ritornare rigoglioso come un tempo. Mary riesce anche a restituire la gioia di vivere al figlio dello zio, Colin, un bambino capriccioso e malaticcio, inutilmente oppresso da cure eccessive.
Ordina per
  • 5

    Cercherò di essere semplice, come lo è il libro. Lo stile è fresco,gioviale,pulito e lineare,con un amore intenso,profondamente sentito per la Natura e sembra quasi di sentire ,attraverso la lettura,i ...continua

    Cercherò di essere semplice, come lo è il libro. Lo stile è fresco,gioviale,pulito e lineare,con un amore intenso,profondamente sentito per la Natura e sembra quasi di sentire ,attraverso la lettura,il vento della brughiera, il profumo dei fiori e della terra bagnata, il ronzare delle api che raccolgono il nettare. 
    Si assiste sensibilmente alle bellezze del Creato, tutto il libro è un inno e un incanto quasi infantile.
    Ci si addentra in pieno nella psiche infantile e ci si rende conto di come il passato che abbiamo vissuto da bambini ,se negativo,possa essere un’oscura coltre che coprirà il restante della vita adulta come un macigno nero e soffocante,avvelenato. Ma qualcosa viene in nostro aiuto,un raggio di sole può filtrare nel nostro cuore rabbuiato e donarci una parvenza di speranza come un seme innestato a forza, per poi essere innaffiato da lacrime di dolore o di gratitudine.
    Il Mondo che ci circonda non è bello. E’ brutto e gravido di ogni malignità. Proprio per questo abbiamo bisogno di “tornare bambini”, per assaporare quella bellezza del creato che il nostro cuore appesantito e inquinato dalla presenza di macchine e cemento,riesce a stento a cogliere, addirittura per niente. Vivendo in una città inquinata capisco e comprendo,inconsciamente,come molti dei malesseri attuali e moderni,siano derivati semplicemente dalla lontananza dalle vere cose belle e che possono soddisfarci pienamente. 
    L’armonia del creato e delle creature possono aiutarci in qualche modo ad intrecciare un filo invisibile,ma profondamente sentito, con Qualcosa di superiore, un qualcosa che il libro stesso definisce “incantesimo”, una “magia”, rialza il nostro cuore troppo infangato dalle delusioni e dalle amarezze della vita verso le vette del cielo.
    Mary,la bambina piena di odio e scontrosa sperimenterà la tenerezza e la gioia dell’infanzia, attraverso circostanze misteriose. Un’altalena rotta, un parto doloroso, un bambino rinchiuso dentro le mura del castello e che ogni tanto manda lunghi e dolorosi lamenti, un padre assente e lontano, le dicerie stupide e cattive della gente che continuano a creare uno stigma insopportabile.
    Avviene qui qualcosa, un giardino, che è simbolo della nostra esistenza. Grigio,morto, con i rosai rampicanti sepolti in un sonno profondo da anni di dimenticanza ,ma qualcosa sottoterra, anche la buona volontà di un essere umano, lavora e mette radici. Nel profondo di noi stessi c’è sempre un germoglio,un seme pronto a rinascere se riuscissimo in qualche modo ad estirpare l’erbaccia dell’orgoglio,del rancore, dell’invidia e dell’odio.. e questo seme,senza erbaccia intorno potrà respirare e far nascere non solo un fiore ma migliaia e migliaia di fiori. E’ quello che succede a Mary ,l’orfana, e Colin anch’esso orfano, ma solo di madre.
    Gli occhi di Colin sono quelli di sua madre e in qualche modo, lo spirito amorevole di questa donna accompagna la vita di questi due fanciulli cresciuti senza affetto. Fino a trasformare il giardino morto in un giardino pulsante di vita. 

    ha scritto il 

  • 4

    L'ho letto in età adulta e devo dire la verità : mi ha emozionata.
    "Se pensiamo cose belle, se ci interessiamo di coloro che ci stanno vicini con simpatia e affetto, la nostra vita diventa una cosa me ...continua

    L'ho letto in età adulta e devo dire la verità : mi ha emozionata.
    "Se pensiamo cose belle, se ci interessiamo di coloro che ci stanno vicini con simpatia e affetto, la nostra vita diventa una cosa meravigliosa."

    ha scritto il 

  • 2

    Due stelle e mezzo

    Sarà un classico, ma a tratti è grottesco.
    Salvo solo i paragrafi in cui i bambini sono osservati e commentati dal pettirosso e dalla sua "compagna".

    ha scritto il 

  • 5

    “Il giardino segreto” è un inno alla Natura, la Natura che vive, che cresce e ci avvolge in tutto il suo benefico splendore! Libro per ragazzi che è consigliabile leggere "da grandi" per capire appien ...continua

    “Il giardino segreto” è un inno alla Natura, la Natura che vive, che cresce e ci avvolge in tutto il suo benefico splendore! Libro per ragazzi che è consigliabile leggere "da grandi" per capire appieno la morale.

    ha scritto il 

  • 3

    Un giardino misterioso ed inaccessibile, una porta nascosta dall’edera rampicante, una chiave sepolta e dimenticata: basta questo a creare magia. Ma la vera magia, quella capace di sciogliere l’indiff ...continua

    Un giardino misterioso ed inaccessibile, una porta nascosta dall’edera rampicante, una chiave sepolta e dimenticata: basta questo a creare magia. Ma la vera magia, quella capace di sciogliere l’indifferenza del lettore più disincantato è un’altra: è la magia delle puntine verdi che si fanno strada tra le erbacce, per sbocciare in un tripudio di crochi viola, arancio ed oro; è la magia della vita che sopravvive a tutto, al dolore, all’incuria, alla paura, semplicemente perché non può fare a meno di esistere e tornare a fiorire ogni primavera.

    ha scritto il 

  • 4

    Io arrivo sempre clamorosamente in ritardo. E mi ritrovo a leggere a più di trent'anni suonati romanzi che avrei invece dovuto leggere da ragazzina. Ho fatto un percorso al contrario, insomma, se cons ...continua

    Io arrivo sempre clamorosamente in ritardo. E mi ritrovo a leggere a più di trent'anni suonati romanzi che avrei invece dovuto leggere da ragazzina. Ho fatto un percorso al contrario, insomma, se consideriamo che uno dei primi libri che ho preso in mano (avevo 5 anni) è stato i Promessi Sposi!
    Il giardino segreto è uno di quei libri che sono sempre stati all'interno della mia wishlist. Avevo visto il film (la versione degli anni '40) ed ero curiosa di sapere come fosse stato reso il tutto nelle pagine della Burnett. Temevo di trovarmi di fronte a un libro per ragazzi che colasse melassa da tutte le parti ma mi sbagliavo.
    Mary Lennox non è la classica bambina buona e generosa: il suo carattere ce la rende odiosa già dalle prime pagine. Si tratta, questo, di un romanzo di formazione e crescita: Mary, da bambina scontrosa e viziata, attraverso la scoperta e la cura di un giardino nascosto diventerà una bambina serena e di ottimi principi.
    Il giardino altro non è che la metafora della vita, è cio' che abbiamo dentro e che spesso nascondiamo agli altri, per timore che venga rovinato o che non possa essere compreso. Solo attraverso la cura e la condivisione questo giardino puo' crescere e mostrare a tutti i propri frutti.

    ha scritto il 

  • 3

    Un libro ricco di misteri

    Un misterioso giardino abbandonato che farà vivere a Mary, triste per aver abbandonato la sua India ed essersi dovuta trasferire in Inghilterra, una delle più grandi avventure. Lei e il giardino rinas ...continua

    Un misterioso giardino abbandonato che farà vivere a Mary, triste per aver abbandonato la sua India ed essersi dovuta trasferire in Inghilterra, una delle più grandi avventure. Lei e il giardino rinascono insieme... ho visto il film più volte ed è uno dei miei preferiti.

    ha scritto il 

  • 4

    Un classico intramontabile...

    ...non sarebbe intramontabile se non fosse un classico e viceversa. Non è un mistero il motivo per cui questo libro mi sia piaciuto. Nonostante i personaggi non siano proprio sviluppati a tutto tondo ...continua

    ...non sarebbe intramontabile se non fosse un classico e viceversa. Non è un mistero il motivo per cui questo libro mi sia piaciuto. Nonostante i personaggi non siano proprio sviluppati a tutto tondo e l'evoluzione sia pure un po' piatta (consentitemi il paradosso), il libro scorre meravigliosamente ed è scritto così bene, evoca così tanti ricordi, che non si può proprio fare a meno di amarlo.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per