Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il gioco dei padri. Sciascia e Pirandello

Di

Editore: Avagliano

3.8
(6)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri

Isbn-10: 8883092821 | Isbn-13: 9788883092824 | Data di pubblicazione: 

Ti piace Il gioco dei padri. Sciascia e Pirandello?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    "IL GIOCO DEI PADRI" di Sciascia, Anna Maria

    Ne "IL GIOCO DEI PADRI" Anna Maria Sciascia, figlia di Leonardo, invece di parlare del padre, finora sta divinamente descrivendo il morboso attaccamento di Lietta Pirandello a suo padre, teneramente ricambiata.

    ha scritto il 

  • 4

    Pirandello e Sciascia

    Anna Maria Sciascia, figlia di Leonardo, racconta la vita di Pirandello, comprese le sue inquietudine e preoccupazioni, attraverso una corrispondenza epistolare tra i due grandi. Il libro (88 pagine) è impregnato di tristezza, ma è indispensabile per chi stima questi due personaggi. Cito un passo ...continua

    Anna Maria Sciascia, figlia di Leonardo, racconta la vita di Pirandello, comprese le sue inquietudine e preoccupazioni, attraverso una corrispondenza epistolare tra i due grandi. Il libro (88 pagine) è impregnato di tristezza, ma è indispensabile per chi stima questi due personaggi. Cito un passo che mi piace molto "Entrambi figli dello zolfo elemento determinante nella vita delle due famiglie con una differenza: i Pirandello gestivano le miniere, gli Sciascia vi lavoravano." E poi, ancora: "In entrambi i casi la miniera è simbolo di annientamento e disperazione"... penso di avervi stuzzicato un po' di curiosità

    ha scritto il 

  • 0

    Il gioco dei padri. Pirandello e Sciascia, di Anna Maria Sciascia

    http://www.booksblog.it/post/5698/il-gioco-dei-padri-pirandello-e-sciascia-di-anna-maria-sciascia


    Cosa significa essere sposata a un genio e come la letteratura possa trasformarsi in una nemica, ce lo racconta Anna Maria Sciascia (figlia di Leonardo) in un bel libriccino uscito poco più di ...continua

    http://www.booksblog.it/post/5698/il-gioco-dei-padri-pirandello-e-sciascia-di-anna-maria-sciascia

    Cosa significa essere sposata a un genio e come la letteratura possa trasformarsi in una nemica, ce lo racconta Anna Maria Sciascia (figlia di Leonardo) in un bel libriccino uscito poco più di un mese fa per i tipi di Avagliano, il titolo è emblematico: Il gioco dei padri; sottotitolo Pirandello e Sciascia.

    ha scritto il 

  • 3

    Questo libro mi è stato regalato dopo aver assistito alla presentazione al Più libri più liberi di questo dicembre.
    Anna Maria Sciascia racconta il rapporto tra Luigi Pirandello e la moglie Antonietta, un rapporto difficile, vissuto da Antonietta in uno stato di permanente inadeguatezza al genio ...continua

    Questo libro mi è stato regalato dopo aver assistito alla presentazione al Più libri più liberi di questo dicembre. Anna Maria Sciascia racconta il rapporto tra Luigi Pirandello e la moglie Antonietta, un rapporto difficile, vissuto da Antonietta in uno stato di permanente inadeguatezza al genio del marito. Una memoria, questa della Sciascia, molto privilegiata e personale, di famiglia, ma anche uno specchio per raccontare il suo rapporto col padre, con la lettura e con la letteratura, anche questo sovrastato dallo Sciascia autore pubblico.

    Un testo interessante, ma con un sottotesto molto intimo.

    ha scritto il 

  • 0

    un libro chiuso per una ferita aperta

    Non credo che il dolore si misuri sulla fatica prodotta dall'affrancamento. Quanti anni, cure ricordi si fanno tappa necessaria della convalescenza senza nulla dirci di più di quel dolore né se c'è stata guarigione. Si intrecciano le vite delle donne, moglie e figlia, di due scrittori illustri, ...continua

    Non credo che il dolore si misuri sulla fatica prodotta dall'affrancamento. Quanti anni, cure ricordi si fanno tappa necessaria della convalescenza senza nulla dirci di più di quel dolore né se c'è stata guarigione. Si intrecciano le vite delle donne, moglie e figlia, di due scrittori illustri, Sciascia e Pirandello, attraverso due e più diari corrisposti - messi in corrispondenza- e fatti rivivere di linfa viva grazie alla felice penna di Anna Maria Sciascia. Un progetto ambizioso per chiunque è quello di dare un nome ad un dolore, e trasformare qualcosa che non si sa, né nessuna diagnosi potrà "rivelare" in una malattia. L'amore per i nostri padri, illustri o meno che siano, si corrisponde a quello che essi provarono per noi. Non c'è nessuna morale alla fine della favola, e a lettura finita, il libro ormai chiuso, suggerisce appena, la visione, l'immagine, l'incompiuto disegno che lo ha fatto scaturire. Fare breccia nel muro del privilegio di essere nati figli, che si accompagna parimenti a una sventura, e uscire dal ghetto familiare in cui perfino sognare, ti sembra non appartenerti.

    ha scritto il