Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Il gioco del mondo (Rayuela)

Con un intrervista di Omar Prego a Julio Cortázar

By Julio Cortázar

(201)

| Hardcover | 9788806144272

Like Il gioco del mondo (Rayuela) ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Nuova edizione per "Il gioco del mondo", romanzo di Julio Cortázar già pubblicato nel 1969 da Einaudi. Il libro racconta l'odissea, fra Parigi e Buenos Aires, di Horacio Oliveira, l'eterno studente argentino che si muove attraverso le città e l'esist Continue

Nuova edizione per "Il gioco del mondo", romanzo di Julio Cortázar già pubblicato nel 1969 da Einaudi. Il libro racconta l'odissea, fra Parigi e Buenos Aires, di Horacio Oliveira, l'eterno studente argentino che si muove attraverso le città e l'esistenza come attraverso le caselle del "gioco del mondo", compiendo un viaggio, al tempo stesso reale e visionario, alla ricerca di sé nell'impossibile tentativo di dare un significato alla vita.

254 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    lavori in corso per rece ....da cercare ..gesso colorato e pietruzza...e cercare fanciullo in me per andare oltre la casella con la scritta CIELO
    Traccio la mia RAYUELA con il gesso arancione....è il colore delle emozioni ...tiro la pietruzza....oltr ...(continue)

    lavori in corso per rece ....da cercare ..gesso colorato e pietruzza...e cercare fanciullo in me per andare oltre la casella con la scritta CIELO
    Traccio la mia RAYUELA con il gesso arancione....è il colore delle emozioni ...tiro la pietruzza....oltre la casella TERRA altre caselle ...e lontano appena vedo l ultima ...CIELO .....un piede saltella sulle linee ...l altro racchiude l equilibrio del corpo ...arrivato..all arrivo l equilibrio della carne non serve più....adesso conta quello che stà tra ragione e follia.....il vedere oltre....una lampadina e una foglia da guardare attraverso la luce ....ombre cinesi sulle pareti dell anima ...punti nuovi d osservazione danno nuove direzioni ...nuove maree....nuovi concetti per abbattere torri di babele ....sormontare barriere achitettoniche imposte da insegnamenti falliti ....servono nuove parole ....nuove emozioni ...elevazione aldilà degli occhi ...oltre il filo spinato dei campi di concentramento della mediocrità ...della razionalità che deforma ...annienta la bellezza delle tentazioni....scorrono le note di JAZZUELA e sembra di essere li con quelli del club del serpente ...dissertare ...ampliare la conoscenza e i dubbi ....la puntina solca il vinile ma è poca roba per poter pensare di coprire quelle voci ....quei suoni di jazz vecchia maniera...uomini e donne vecchia maniera...la vecchia maniera di emozionare il mondo dei silenzi e delle anime all erta per ogni improvvisa emozione ....sembra di essere nel teatro del LUPO DELLA STEPPA ....SOLO PER PAZZI ....è come ogni sana follia che si rispetti c è la fuga dei pensieri ...la selezione naturale del pensiero che sfugge ...che non si nota... non si vede o non si sente affatto.... un viaggio in nuovi altrove ....camminare con la MAGA e la sua massa viola ..la sua lettera spaccatutto per ROCAMADOUR.....bere un sorso di vino con la clocharde EMMANUELLE....vederla danzare con il suo amore ....con HORACIO e la ricerca del proprio KIBBUTZ....si parte dalla terra e si deve raggiungere il cielo ....ma il tempo passa e quando sei quasi arrivato ti accorgi che l infanzia è finita....e cosi l obbiettivo sarà un altro cielo ....quello di quasi tutti .....e solo allora ...se dentro di te ...una parte di te.... saprà di essere ancora una parte di quel fanciullo ...il gioco del mondo potrà continuare ....una nuova RAYUELA si disegnerà da sola ....nuove caselle e sempre quel cielo ....la RAYUELA fantasia ...la variante meno usata di questo favoloso gioco ....di questo stupendo viaggio nella vita ..nelle emozioni ....nel sapersi vita in ogni ovunque e altrove

    Is this helpful?

    enfant terrible said on Jul 13, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Ci ho messo un po' a iniziare questo romanzo perché non sapevo da che parte prenderlo. Ho continuato ad aprirlo, chiuderlo, studiare la sequenza dei capitoli per paura di perdermi qualcosa. E qualcosa ho sicuramente perso, perché saltare da un capito ...(continue)

    Ci ho messo un po' a iniziare questo romanzo perché non sapevo da che parte prenderlo. Ho continuato ad aprirlo, chiuderlo, studiare la sequenza dei capitoli per paura di perdermi qualcosa. E qualcosa ho sicuramente perso, perché saltare da un capitolo all'altro è come quando si gioca a mondo e si pestano le righe: devi tornare un po' indietro e ripartire. Così, all'inizio, ero profondamente irritata dall'ambiente parigino, da questo protagonista spocchioso e saccente, tra citazioni e mate, che non vuole afferrare la vita perché non sa viverla. Ma poi fuori da Parigi, "da tutte le altre parti", il gioco ricomincia, o meglio, ingrana e ci si ritrova davanti a uno dei romanzi più significativi letti in questi ultimi tempi. Quando arriva a Buenos Aires, la scrittura si fa più intensa, in molte parti ricorda "Sotto il Vulcano" di Malcom Lowry, che per altro cita. Per altri versi è molto postmoderno: emblematica la presenza del "manicomio", presenza constante in molti bei romanzi della seconda metà del Novecento: come se la pazzia e la paranoia fossero un rifugio sicuro per poter liberare la mente e l'arte.

    Is this helpful?

    elalma said on Jul 10, 2014 | 3 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    ¿Por qué no se le puede dar más estrellas a un libro?

    Terminando la sexta re-lectura de Rayuela, me enamoro cada vez más. <3
    Quien diga que es un libro pesado es porque tiene la mente pesada. He dicho.
    Es mi libro favorito, ha sido y, augurio, será mi libro de bolsillo por unos buenos años más.

    Is this helpful?

    Fer g'Rizzo said on May 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un libro particolare, ricco di fascino, difficile da penetrare, ma che fa capire la grandezza e il coraggio di Julio Cortázar nel completarlo.

    Is this helpful?

    Francesco Giudici said on May 9, 2014 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    È tutto cominciato mentre mi svegliavo. Hanno bussato alla porta e allora ho aperto gli occhi. Stavo sognando e ricordo vagamente una donna, del fuoco e una nevicata strana, calda e profumata. Mi faccio un tè e mangio un paio di biscotti e mi metto a ...(continue)

    È tutto cominciato mentre mi svegliavo. Hanno bussato alla porta e allora ho aperto gli occhi. Stavo sognando e ricordo vagamente una donna, del fuoco e una nevicata strana, calda e profumata. Mi faccio un tè e mangio un paio di biscotti e mi metto al computer per leggere qualcosa mentre mi sveglio. Leggo un articolo su James Franco e le sue pretese artistiche le sue ridicole pretese artistiche, oltre la recitazione, il teatro, la musica, la scrittura continua a proporre film stills che fanno vomitare
    http://popcornpopcornpop.tumblr.com/post/90550150010
    mi piace come attore. Lo ricordo particolarmente bravo in Spring breakers, bomba, insieme alle principesse della Disney, come le chiamano in una recensione, principesse sexy ho un debole per Vanessa Hudgens. Harmony Korine le ha dirette bene, le ha ribaltate, anche se non credo che questa sia un'operazione originale, è dai tempi dei tempi che i bravi bambini diventano cattivi con sesso e droga, la forza del film è miglia e miglia più in là. Tempo fa ho letto un libro di Korine non ricordo il titolo era un libro che mi ha influenzato molto suo malgrado e mio malgrado. Film: un ragazzo esce una mattina a fare jogging nel parco e trova una carrozzina incustodita con dentro un neonato. Ecco cosa stavo sognando, una scena cruciale del film e non erano fiocchi di neve erano ovviamente pop corn.

    Is this helpful?

    (skate) said on Apr 25, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book