Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il gioco dell'angelo

Di

Editore: Mondolibri

3.7
(12690)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 501 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Inglese , Polacco , Catalano , Portoghese , Svedese , Olandese , Chi tradizionale , Finlandese , Francese , Sloveno , Chi semplificata , Tedesco , Ceco , Russo

Isbn-10: A000193482 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Bruno Arpaia

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico , eBook

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Il gioco dell'angelo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Nella tumultuosa Barcellona degli anni Venti, il giovane David Martín cova un sogno, inconfessabile quanto universale: diventare uno scrittore. Quando la sorte inaspettatamente gli offre l'occasione di pubblicare un suo racconto, il successo comincia infine ad arridergli. È proprio da quel momento tuttavia che la sua vita inizierà a porgli interrogativi ai quali non ha immediata risposta, esponendolo come mai prima di allora a imprevedibili azzardi e travolgenti passioni, crimini efferati e sentimenti assoluti, lungo le strade di una Barcellona ora familiare, più spesso sconosciuta e inquietante, dai cui angoli fanno capolino luoghi e personaggi che i lettori de "L'ombra del vento" hanno già imparato ad amare. Quando David si deciderà infine ad accettare la proposta di un misterioso editore - scrivere un'opera immane e rivoluzionaria, destinata a cambiare le sorti dell'umanità -, non si renderà conto che, al compimento di una simile impresa, ad attenderlo non ci saranno soltanto onore e gloria.
Ordina per
  • 3

    ***

    mi è piaciuto, anzi tra piaciuto in alcune parti: ho quasi pianto dalle risate nel leggere del rapporto tra il protagonista David e la assistente Isabella. Veramente un bel libro. Che poi come gli alt ...continua

    mi è piaciuto, anzi tra piaciuto in alcune parti: ho quasi pianto dalle risate nel leggere del rapporto tra il protagonista David e la assistente Isabella. Veramente un bel libro. Che poi come gli altri della trilogia, si perde - almeno per i miei gusti - nel finale. Macchinoso e per niente naturale, come se volesse allungare il brodo per arrivare per forza a 460 pagine.

    ha scritto il 

  • 4

    Il gioco dell'angelo

    Zafon e' un autore molto bravo descrive molto bene le case e le vie di Barcellona. I dialoghi con Isabella sono molto belli. A me sembra un po' buia come narrazione, forse xche' mi immagino una Barce ...continua

    Zafon e' un autore molto bravo descrive molto bene le case e le vie di Barcellona. I dialoghi con Isabella sono molto belli. A me sembra un po' buia come narrazione, forse xche' mi immagino una Barcellona molto solare. Il libro mi e'piaciuto molto.

    ha scritto il 

  • 3

    ma il colpevole, non è il maggiordomo?

    ahh, il maggiordomo è l'unico sospettato che in questo libro non c'era? ecco perchè!!!
    insomma, io sto ancora aspettando di capire un finale insensato..
    troppe domande non trovano risposta, e troppi d ...continua

    ahh, il maggiordomo è l'unico sospettato che in questo libro non c'era? ecco perchè!!!
    insomma, io sto ancora aspettando di capire un finale insensato..
    troppe domande non trovano risposta, e troppi dubbi non vengono sciolti.
    e va bene creare la nebbia, il noir, un certo non so che di oscuro.. ma qui è diventato all'improvviso notte senza luna!!!!
    peccato. peccatissimo. perchè lo stile è da 5 stelle, di quelli che piacciobno a me: senza inutili orpelli, spesso graffiante, sarcastico e divertente. gli scenari sono ben costruiti e narrati, i personaggi meno, ma nell'insieme di una storia noir ci sta.
    i dialoghi Martin - Isabella sono una forza, sagaci ed estremamente divertenti.
    sì, Zafon sa scrivere, decisamente.
    certo, avesse anche dato un senso più logico e una fine a ciò che ha scritto, si sarebbe meritato cinque stelle.

    ha scritto il 

  • 3

    E'indiscutibile che Carlos Ruiz Zafon sia maestro nell'arte di scrivere. Di questo romanzo mi è piaciuta molto la prima parte. Il rapporto tra David e Isabella irresistibile. Un dialogo originale, ap ...continua

    E'indiscutibile che Carlos Ruiz Zafon sia maestro nell'arte di scrivere. Di questo romanzo mi è piaciuta molto la prima parte. Il rapporto tra David e Isabella irresistibile. Un dialogo originale, apparentemente cinico e beffardo,a volte divertente. Poi la storia si dilunga, lo scenario diventa sempre più intricato, oscuro, violento..sembra di leggere un libro giallo. La fine mi è parsa un poco affrettata... sospesa in un sogno d'inafferabile speranza. Voto 3/4

    ha scritto il 

  • 3

    ..dopo un pò s'assomigliano tutti...

    ..libro bello, scritto bene, utile per far passare il blocco che viene quando si sono letti libri fantastici...ma i libri di Zafon sono un pò tutti uguali...che siano ambientati in india, o a barcello ...continua

    ..libro bello, scritto bene, utile per far passare il blocco che viene quando si sono letti libri fantastici...ma i libri di Zafon sono un pò tutti uguali...che siano ambientati in india, o a barcellona, il clima è sempre nebbioso, goticheggiante (oh..io barcellona me la ricordo parecchio calda e soleggiata, ma forse non era stagione, e non ho visto il quartiere gotico), personaggi tormentati, passati che ritornano, amori eterni tragici...il libro si legge molto bene, ma è una cosa così, senza impegno.

    ha scritto il 

  • 5

    bellissimo

    avendone avuto l'occasione (un breve periodo forzato di inattività), l'ho divorato in pochissimi giorni, perché la compagnia era ottima. bellissimo com'è tradotto, bellissima la vena ironica, astuto e ...continua

    avendone avuto l'occasione (un breve periodo forzato di inattività), l'ho divorato in pochissimi giorni, perché la compagnia era ottima. bellissimo com'è tradotto, bellissima la vena ironica, astuto e appassionante l'intrigo, che piano piano si dipana e sfuma nel visionario. forse non entrerà subito nel cuore della storia, ma a me non ha annoiato mai: da leggere e lasciarsi portare! specie se vi è piaciuto martin eden di jack london!
    ps non fatevi sviare dal titolo, che sembra latore di atmosfere paradisiache: questo libro è maledetto e ha tinte oscure, mi ha anche condizionato i sogni notturni e nonostante questo volevo riprendere la lettura appena sveglia.

    ha scritto il 

  • 4

    Il migliore della trilogia.

    Avvenimenti che si susseguono senza sosta. Poco spazio alle riflessioni. Spesso si è catapultati davanti a un bivio interiore: realtà o fantasia?. Qualsiasi delle due strade si decida di percorrere n ...continua

    Avvenimenti che si susseguono senza sosta. Poco spazio alle riflessioni. Spesso si è catapultati davanti a un bivio interiore: realtà o fantasia?. Qualsiasi delle due strade si decida di percorrere non si rimane insoddisfatti. Zafòn non è sicuramente un rivoluzionario del genere, né il migliore, ma altrettanto sicuramente porta un vento nuovo ad un ambiente stantio. Il miglior capitolo della particolare trilogia.

    ha scritto il 

  • 5

    Bello come sempre

    Ogni volta mi innamoro del modo di scrivere di Zafón, del suo stile gotico, misterioso e fantastico e dei suoi personaggi.
    Magari non è bello quanto l'ombra del vento, ma ogni volta sono senza parole! ...continua

    Ogni volta mi innamoro del modo di scrivere di Zafón, del suo stile gotico, misterioso e fantastico e dei suoi personaggi.
    Magari non è bello quanto l'ombra del vento, ma ogni volta sono senza parole!

    ha scritto il 

Ordina per