Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il gioco dell'angelo

Di

Editore: Mondadori

3.7
(12630)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 652 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Inglese , Polacco , Catalano , Portoghese , Svedese , Olandese , Chi tradizionale , Finlandese , Francese , Sloveno , Chi semplificata , Tedesco , Ceco , Russo

Isbn-10: 8804599294 | Isbn-13: 9788804599296 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , eBook

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Il gioco dell'angelo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    bellissimo

    avendone avuto l'occasione (un breve periodo forzato di inattività), l'ho divorato in pochissimi giorni, perché la compagnia era ottima. bellissimo com'è tradotto, bellissima la vena ironica, astuto e ...continua

    avendone avuto l'occasione (un breve periodo forzato di inattività), l'ho divorato in pochissimi giorni, perché la compagnia era ottima. bellissimo com'è tradotto, bellissima la vena ironica, astuto e appassionante l'intrigo, che piano piano si dipana e sfuma nel visionario. forse non entrerà subito nel cuore della storia, ma a me non ha annoiato mai: da leggere e lasciarsi portare! specie se vi è piaciuto martin eden di jack london!
    ps non fatevi sviare dal titolo, che sembra latore di atmosfere paradisiache: questo libro è maledetto e ha tinte oscure, mi ha anche condizionato i sogni notturni e nonostante questo volevo riprendere la lettura appena sveglia.

    ha scritto il 

  • 4

    Il migliore della trilogia.

    Avvenimenti che si susseguono senza sosta. Poco spazio alle riflessioni. Spesso si è catapultati davanti a un bivio interiore: realtà o fantasia?. Qualsiasi delle due strade si decida di percorrere n ...continua

    Avvenimenti che si susseguono senza sosta. Poco spazio alle riflessioni. Spesso si è catapultati davanti a un bivio interiore: realtà o fantasia?. Qualsiasi delle due strade si decida di percorrere non si rimane insoddisfatti. Zafòn non è sicuramente un rivoluzionario del genere, né il migliore, ma altrettanto sicuramente porta un vento nuovo ad un ambiente stantio. Il miglior capitolo della particolare trilogia.

    ha scritto il 

  • 5

    Bello come sempre

    Ogni volta mi innamoro del modo di scrivere di Zafón, del suo stile gotico, misterioso e fantastico e dei suoi personaggi.
    Magari non è bello quanto l'ombra del vento, ma ogni volta sono senza parole! ...continua

    Ogni volta mi innamoro del modo di scrivere di Zafón, del suo stile gotico, misterioso e fantastico e dei suoi personaggi.
    Magari non è bello quanto l'ombra del vento, ma ogni volta sono senza parole!

    ha scritto il 

  • 5

    Recensione

    Per la mia recensione ---> http://booksandpassions.altervista.org/recensione-il-gioco-dellangelo-di-carlos-ruiz-zafon/
    Se passaste ve ne sarei grata! :) Nessuno spoiler ^-^

    ha scritto il 

  • 3

    Questo libro di Zafòn non mi ha entusiasmato come gli altri: ci sono troppi personaggi e troppi intrecci che ogni tanto fanno perdere il filo della storia. Come trama comunque rimane buona e lo stile ...continua

    Questo libro di Zafòn non mi ha entusiasmato come gli altri: ci sono troppi personaggi e troppi intrecci che ogni tanto fanno perdere il filo della storia. Come trama comunque rimane buona e lo stile dell'autore è inconfondibile e merita di essere letto.

    ha scritto il 

  • 4

    SÀ COS'È UNA RELIGIONE, MARTÌN, AMICO MIO?

    Ci ritroviamo nuovamente in quella Barcellona cupa e nebbiosa assaporata con “L’ombra del vento”, e non è cambiata moltissimo. Ambientazioni oscure e fredde, pioggia e neve, mistero e amore.
    Credevo f ...continua

    Ci ritroviamo nuovamente in quella Barcellona cupa e nebbiosa assaporata con “L’ombra del vento”, e non è cambiata moltissimo. Ambientazioni oscure e fredde, pioggia e neve, mistero e amore.
    Credevo fosse difficile abbandonare il legame stretto con Daniel Sempere e Fermin, per tuffarmi in una nuova avventura vissuta nella stessa città; invece Zafon riesce a creare una nuova sceneggiatura degna di nota. Non è paragonabile a “L’ombra del vento” semplicemente perché è un altro libro, diverso, complicato, intrecciato ma soprattutto bello e coinvolgente.
    Una storia vissuta con molta intensità ci accompagnerà, con il nostro amico Martin, attraverso un mondo cinico e misterioso, dove i vari colpi di scena ci lasceranno senza fiato e con i brividi. Non manca un pizzico di horror e qualche storia d’amore, che ci toccherà nel profondo, perché è impossibile non vivere un romanzo di Zafon con un legame particolare con i personaggi creati.
    Il finale potrebbe lasciare un po’ l’amaro in bocca, ma tutto lascia intendere che proseguirà ne “Il prigioniero del cielo”.
    Ciao Martìn, amico mio…

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    1

    Molto meglio l'ombra del vento

    Troppo lungo e il finale, a mio parere, è fin troppo complicato e assurdo anche per un "fantasy" nello stile di Zafon. Non mi è piaciuto molto.

    ha scritto il 

Ordina per