Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il giorno del peccato

Di

Editore: Sperling & Kupfer

3.7
(48)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 358 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8882741966 | Isbn-13: 9788882741969 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: A. Padoan

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Romance

Ti piace Il giorno del peccato?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Come il precedente IL SEGRETO DI UNA DONNA è una lettura veloce, frizzante, piena di tensione, piccoli colpi di scena e situazioni intriganti, condite sempre con quel pizzico di sesso/amore mai volgare seppur esplicite che lo valorizzano maggiormente.
    La prosa della Brown è agile come sempre ...continua

    Come il precedente IL SEGRETO DI UNA DONNA è una lettura veloce, frizzante, piena di tensione, piccoli colpi di scena e situazioni intriganti, condite sempre con quel pizzico di sesso/amore mai volgare seppur esplicite che lo valorizzano maggiormente.
    La prosa della Brown è agile come sempre, capace di scrivere dialoghi mai banali e in grado di sorreggere la storia con perizia e maestria, e anche in questo caso si è dimostrata all'altezza della situazione.

    I suoi ingredienti sono sempre gli stessi a quanto pare, ma li sa cucinare così bene che non creano nessuna assuefazione: l'uomo duro che non deve chiedere mai, animato da un cuore più dolce e profondo di quello che le apparenze parrebbero far credere, la donna, sempre bella e affascinante, che prima rimane contrariata dai suoi modi bruschi e che poi si concede a lui con amore e passione ricambiati, personaggi di supporto ben caratterizzati e protagonisti "cattivi" che riescono a farsi odiare come pochi altri.
    In mezzo a tutto questo, i soliti intrighi, sotterfugi, macchinazioni e quanto di altro si può mettere in un romanzo del genere.

    Qui il protagonista è Burke Basile, agente dell'antidroga di New Orleans che deve vivere con la rabbia e l'angoscia per aver sparato e ucciso il suo collega e migliore amico Kevin durante una retata.
    Wayne Bardo, tirapiedi di Pinkie Duvall, il più famoso e potente avvocato della Louisiana, si stava facendo scudo con il corpo di Kev quando Basile ha fatto fuoco, ed è stato assolto al processo che lo vedeva incriminato grazie all'abilità dello stesso Duvall.

    Per Basile, senza ormai nulla da perdere e con un matrimonio appena fallito, l'unico scopo della sua vita rimane la vendetta, verso colui che ha distrutto in un attimo tutto il suo mondo: Duvall.
    Dimessosi dal dipartimento, consapevole che l'uomo che vuole uccidere non è solo un brillante avvocato ma anche uno dei più pericolosi e ricchi criminali della città, arriva presto a scoprire che esiste solo un unico punto debole per lui, l'unica cosa che potrebbe ferire il suo orgoglio e tutta la sua dignità, la bellissima moglie Remy.
    Nonostante faccia una vita da reclusa, sempre tenuta sotto sorveglianza, si rende conto che lei è l'unica arma per poter attuare i suoi piani.
    Tutto il resto non si può raccontare per non svelare troppo della trama, ma dalle mie anticipazioni e per coloro che conoscono l'autrice non dovrebbe essere difficile immaginare gli sviluppi della storia.

    Sandra Brown non usa artifici letterari, gli elementi che compongono i suoi romanzi non brillano certo per originalità e inventiva, è abbastanza onesta nel non voler far passare per novità cliché altrimenti usati da diversi altri scrittori del genere, quello che la rende gradevole e coinvolgente è la sua bravura nell'amalgamare tutti questi ingredienti in modo sufficientemente equilibrato, senza ingannare il lettore ma dandogli esattamente quello che vuole nel momento in cui lo vuole.
    Però ci sa fare, per quanto i suoi thriller tinti di rosa siano letture di puro intrattenimento, risultano sempre molto piacevoli da leggere e, una volta accettate queste premesse, conducono alla fine come se le pagine volassero sotto gli occhi.

    ha scritto il