Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Il giorno della civetta

By Leonardo Sciascia

(1101)

| Paperback | 9788806117191

Like Il giorno della civetta ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Il capitano dei carabinieri Bellodi è incaricato di indagare sull'omicidio diuno dei soci di una cooperativa edilizia, ucciso perché si era rifiutato diavere la protezione della mafia. A Roma l'indagine viene osteggiata, perché s Continue

Il capitano dei carabinieri Bellodi è incaricato di indagare sull'omicidio diuno dei soci di una cooperativa edilizia, ucciso perché si era rifiutato diavere la protezione della mafia. A Roma l'indagine viene osteggiata, perché siteme che vengano alla luce le complicità politiche su cui la mafia può contare. Vengono compiuti intanto altri omicidi che danno nuove tracce a Bellodi.Il capitano riesce a scoprire i nomi di mandanti e esecutori, ma durante unabreve licenza a Parma, apprende dai giornali che tutta la sua costruzione èstata smantellata, che è stato costruito un alibi di ferro al maggior indiziato e che tutto il suo lavoro sembra vanificato. Bellodi però decide di ritornare in Sicilia a tutti i costi.

571 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Un intrico per molti tratti sconosciuto

    Un imprenditore edile si rifiuta di fare affari secondo i dettami della mafia e viene assassinato in una pubblica piazza mentre sta per salire su un autobus. Nello stesso giorno, un agricoltore esce di casa e scompare.
    Nessuno nella piazza, i passegg ...(continue)

    Un imprenditore edile si rifiuta di fare affari secondo i dettami della mafia e viene assassinato in una pubblica piazza mentre sta per salire su un autobus. Nello stesso giorno, un agricoltore esce di casa e scompare.
    Nessuno nella piazza, i passeggeri, l'autista e il controllore dell'autobus, nessuno ha visto niente. Quell'agricoltore abita sulla via da cui è fuggito l'assassino, e forse l'ha visto in faccia. Queste sono le premesse con le quali il capitano Bellodi comincia le sue indagini. Fra informazioni veritiere di un confidente che, in genere, fa l'informatore per campare senza rivelare informazioni scomode alla gente che conta e la testimonianza della moglie dell'agricoltore, il capitano Bellodi ricostruisce l'omicidio e individua l'assassino e i mandanti. Poi tutto svanisce come una bolla di sapone.
    In questo racconto del 1960, Sciascia mette in risalto la Mafia e i suoi legami con i collusi delle istituzioni per mostrare quanto le verità scomode vengano spesso sminuite fino a negarne l'esistenza. Sciascia scrive con uno stile asciutto, quasi didascalico, per mostrare i due punti di vista da cui si tende a guardare la Mafia, lasciando al lettore il compito di discernere la linea sfocata che li separa e sul filo della quale criminali e collusi camminano.
    La storia è composta da frammenti, dei fermo-immagine che ritraggono scene di un intrico per molti tratti sconosciuto, quindi vanno considerati con molta attenzione. Il libro non è di lettura immediata, ma di certo merita.

    Is this helpful?

    Renato Mite said on Sep 7, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Forse le cose oggi sono unpoco cambiate, ma forse neanche così tanto. Avrei dovuto leggerlo vent'anni fa.

    Is this helpful?

    Eleonora said on Aug 9, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    In alcuni passaggi Sciascia fotografa esattamente l'essenza della mentalità siciliana. Riporto uno di quelli che più mi ha colpito.
    E ciò discendeva dal fatto, pensava il capitano, che la famiglia è l’unico istituto veramente vivo nella coscienza ...(continue)

    In alcuni passaggi Sciascia fotografa esattamente l'essenza della mentalità siciliana. Riporto uno di quelli che più mi ha colpito.
    E ciò discendeva dal fatto, pensava il capitano, che la famiglia è l’unico istituto veramente vivo nella coscienza del siciliano: ma vivo più come drammatico nodo contrattuale, giuridico, che come aggregato naturale e sentimentale. La famiglia è lo Stato del siciliano. Lo Stato, quello che per noi è lo Stato, è fuori: entità di fatto realizzata dalla forza; e impone le tasse il servizio militare, la guerra, il carabiniere. Dentro quell’istituto che è la famiglia, il siciliano valica il confine della propria naturale e tragica solitudine e si adatta, in una sofistica contrattualità di rapporti, alla convivenza. Sarebbe troppo chiedergli di valicare il confine tra la famiglia e lo Stato. Magari si infiammerà dell’idea dello Stato o salirà a dirigerne il governo: ma la forma precisa e definitiva del suo diritto e del suo dovere sarà la famiglia, che consente più breve il passo verso la vittoriosa solitudine.

    Is this helpful?

    Ekox said on Aug 3, 2014 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    E' da romanzi come questo che capisci che di scrittori così ce ne saranno sempre di meno.
    Forse nessuno.
    O perlomeno, potrà esserci qualcuno bravo, anche bravissimo, ma comunque incapace di raggiungere la potenza di Sciascia. Il suo sguardo sempre ...(continue)

    E' da romanzi come questo che capisci che di scrittori così ce ne saranno sempre di meno.
    Forse nessuno.
    O perlomeno, potrà esserci qualcuno bravo, anche bravissimo, ma comunque incapace di raggiungere la potenza di Sciascia. Il suo sguardo sempre qualche anno avanti, c'è poco da fare; e tuttora "Il giorno della civetta" resta una lettura obbligatorio.

    Basterebbero i contenuti: ma qui non conta solo il cosa, conta anche il "come"; perché questo è un racconto che dice tutto pur essendo ridotto all'essenziale; e perché Sciascia meriterebbe un monumento solo per come usa la punteggiatura. O per come inserisce personaggi di finzione in un contesto maledettamente reale e schifosamente amaro.

    Fondamentale.

    Is this helpful?

    Marco Renzi [costello89] said on Jul 30, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book