Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Il giovane Holden

By J.D. Salinger

(631)

| Paperback

Like Il giovane Holden ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

2498 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Lo sto leggendo solo adesso che c'è la nuova traduzione. Con l'altra non ero riuscito ad andare oltre la seconda riga.

    Is this helpful?

    Giakot said on Sep 14, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Giovane per sempre

    IL Caulfield è sempre il Caulfield (anche senza vattelapesca)

    Is this helpful?

    dariocetta said on Sep 11, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Alla fine ce l'ho fatta a leggerlo!!! mi mancava...bella lettura e però ho notato che il ragazzo è praticamente un mio simile, ovvero MISANTROPO come pochi, non trovate anche voi?

    Is this helpful?

    OZRIC said on Sep 9, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Su questo libro, penso che sia scritto di tutto e di più, una pietra miliare del “romanzo di formazione”, un “mito”, direi, e quindi nulla posso ancora aggiungere a chi, più titolato di me, lo ha analizzato in ogni particolare. Mi sento solo di scriv ...(continue)

    Su questo libro, penso che sia scritto di tutto e di più, una pietra miliare del “romanzo di formazione”, un “mito”, direi, e quindi nulla posso ancora aggiungere a chi, più titolato di me, lo ha analizzato in ogni particolare. Mi sento solo di scrivere una breve e personale considerazione. Penso che questo romanzo non vada letto da giovani, soprattutto se si è un “giovane integrato” che, cioè, non è ancora <<uscito dal gruppo>> come il nostrano Jack Frusciante!! Holden rappresenta il malessere che vive un adolescente, particolarmente sensibile, che può aver provato con particolare intensità momenti tragici o che si accorge di essere inadeguato nei confronti di un mondo di adulti, che gli è stretto e con il quale non vuole allinearsi. Negli adulti odia la falsità e il conformismo; i suoi giudizi sono sempre originali e non seguono mai l’opinione comune, anzi la contrastano. Lui sente forte un intima necessità di modificazione, di capovolgimento dei valori generali. Il libro è tecnicamente perfetto. Ringraziando il traduttore, che penso abbia dovuto faticare parecchio per rendere la scrittura di Salinger, il linguaggio usato è consono alla tipologia del giovane: alternativo, anarchico, quasi surreale e gli atteggiamenti del giovane Holden sono dettati da questa sua carica di patologica dissociazione verso il mondo intero e risultano perfettamente appropriati !!! Ma come emerge il suo enorme bisogno di affetto !!!

    Is this helpful?

    elettra said on Sep 7, 2014 | 3 feedbacks

  • 2 people find this helpful

    Quando un capolavoro...

    Quando leggi un capolavoro, te ne accorgi subito.
    Questo, poi, considerato pietra angolare di un particolare genere letterario, il cosiddetto "romanzo di formazione", è una di quelle opere la cui irruenza innovativa turba gli spiriti inclini alla c ...(continue)

    Quando leggi un capolavoro, te ne accorgi subito.
    Questo, poi, considerato pietra angolare di un particolare genere letterario, il cosiddetto "romanzo di formazione", è una di quelle opere la cui irruenza innovativa turba gli spiriti inclini alla catalogazione, proprio perché pare rabbiosamente impermeabile alle etichette e ai luoghi comuni.
    Tutto, in queste pagine, è arruffato, imprevedibile, anarchico, sformato, polemico, eccentrico, ribelle.
    A partire dallo stile letterario, che fa largo uso di un linguaggio alternativo, coniato dal geniale narratore/protagonista in questo suo confidare a sé stesso, in una forma di percorso di auto-analisi, quel particolare momento di cortocircuito esistenziale che ha vissuto nella sua vita di ragazzo sedicenne. Dopo l'ennesimo fallimento scolastico e relazionale, Holden comincia a intuire che non potrà sfuggire ancora per molto agli obblighi imposti dalle convenzioni sociali e dai doveri in cui la triade Famiglia - Scuola - Società cerca di ingabbiarlo per il resto della vita. E non gli sta bene.
    Un capolavoro eccentrico e ribelle a partire dal titolo stesso, che ha fatto impazzire i cavillosi traduttori italiani del tempo, costretti alla banalità pur di arrivare ad incollare un'etichetta comprensibile (e quindi commerciabile) al romanzo, anche a costo di tradirne lo spirito stesso. Penso a come avrebbe odiato essere inquadrato come "il giovane Holden" lo stesso Holden, che in questo romanzo É, nel senso di essere il centro attrattivo ed autoreferenziale di tutta la sua vicenda, a prescindere dalla sua stessa età anagrafica.
    Chissà, forse sarebbe stato meglio intitolarlo "Holden" e basta, o persino lasciare il titolo in originale, visto che subito in apertura il lettore deve sorbirsi una noiosa tirata, nemmeno tanto chiara, del cosa significhi "The Catcher in the Rye" e del perché il suo "triplo" senso risulti intraducibile in italiano.
    Ad ogni modo, una lettura appagante, illuminante, che intenerisce ed emoziona, perché alla fine Holden, gli occhi pieni di un egocentrismo ingenuo ed innocente, e di un fervente disprezzo per la falsità e l'ipocrisia, non può non piacere, eroe e idolo di tutte le predestinate e fallimentari ribellioni adolescenziali di ogni tempo, ultima tappa del proprio percorso di maturazione in cui l'uomo comune cerca invano di preservare la purezza originaria e l'autenticità del suo furore esistenziale, del suo Spirito Bambino, per non lasciarlo soffocare sotto la plumbea cappa delle convenzioni e delle responsabilità dell'adulto che verrà, con il rischio di vederlo traviare e contaminare da una morbosa deriva della maturazione sessuale o asservire alle dipendenze di ogni genere.
    Holden ci piace e raccoglie la nostra istintiva simpatia proprio grazie a questa sua carica di folle distacco e di patologico e sconsiderato Scazzo verso il mondo intero, un atteggiamento che paradossalmente i più attempati di noi lettori, nella nostra esistenza quotidiana di persone ormai rassegnate ad essere "mature", detesteremmo ritrovare nei nostri figli, in amici o colleghi, o in qualunque altra persona ci ronzi intorno.
    Quello di Holden è uno Scazzo che si fa Idea, prototipo di un anomalo strumento cognitivo e didattico. Uno Scazzo costruttivo, che appartiene di certo allo stesso autore (il Salinger che si sottrae al mondo, il Salinger che impone una copertina bianca e vuota per ogni edizione del suo capolavoro), cronicizzato al punto da trasformarsi in una sorta di surreale chiave di lettura dei rapporti sociali e dell'esistenza, valido allora come oggi, tanto attuale e moderna è questa storia, capace persino di preconizzare indizi di alienazione e di incomunicabilità propri dei tempi social-digitali in cui siamo immersi "noi" del nuovo millennio.
    Di straordinaria attualità, dunque, e anche per questo un capolavoro.

    Is this helpful?

    JB Berg said on Sep 5, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book