Il giro del mondo in 80 giorni

Edizione integrale

Di

Editore: Newton Compton (Grandi Tascabili Economici, 663)

4.0
(5297)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 192 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Spagnolo , Chi tradizionale , Tedesco , Giapponese , Coreano , Svedese , Portoghese , Greco , Catalano , Norvegese , Olandese , Basco , Danese , Ceco , Chi semplificata , Rumeno

Isbn-10: 8854120480 | Isbn-13: 9788854120488 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Curatore: Riccardo Reim

Disponibile anche come: Paperback , Altri , Copertina rigida , Cofanetto , Copertina morbida e spillati , eBook , CD audio

Genere: Narrativa & Letteratura , Fantascienza & Fantasy , Viaggi

Ti piace Il giro del mondo in 80 giorni?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
A cura di Riccardo Reim


Salutato fin dal suo apparire, nel 1873, da un eccezionale successo di pubblico, Il giro del mondo in 80 giorni è forse ancora oggi il romanzo più famoso e amato di Jules Verne: il flemmatico, inscalfibile, metodico Phileas Fogg e il suo fedele cameriere Passepartout formano un’indimenticabile coppia ormai stabilmente entrata a far parte dell’immaginario di intere generazioni di lettori (giovani e non), affascinati – anzi, “sedotti”, come scrisse Jean Cocteau, che di questo libro fu un fervente ammiratore – dalla pirotecnica girandola di avventure nei luoghi più disparati del globo, che la fantasia dello scrittore riesce a rendere meravigliosamente “possibili”, trasmettendoci la stessa formidabile euforia dei suoi personaggi.

«Phileas Fogg era di quelle persone matematicamente esatte che non hanno mai fretta e sono sempre pronte, economizzano i loro passi e i loro movimenti; non faceva mai un passo lungo più del necessario e sceglieva sempre la strada più breve; non si permetteva nessun gesto superfluo; non lo si era mai visto né commosso, né agitato.»
Ordina per
  • 4

    Ho provato a leggere un classico, nonostante non sia il mio genere, e posso dire di non esserne rimasta delusa, anzi. Il romanzo mi è piaciuto molto, nonostante sapessi tutta la trama quasi alla perfe ...continua

    Ho provato a leggere un classico, nonostante non sia il mio genere, e posso dire di non esserne rimasta delusa, anzi. Il romanzo mi è piaciuto molto, nonostante sapessi tutta la trama quasi alla perfezione, perchè si è rivelato interessante scoprire i vari usi dell'epoca nei differenti paesi attraversati dal protagonista nel corso del suo viaggio. Inoltre è stato appassionante seguire l'avventura in giro per il mondo, e alla fine mi sono ritrovata a divorare le pagine per sapere come sarebbe andata a finire la storia, in preda all'ansia, nonostante sapessi già il finale.
    Il libro è molto ben scritto, ed è ammirevole la leggerezza della storia narrata e l'avvincente sviluppo della trama, che possiamo apprezzare a pieno anche a secoli di distanza dalla nascita nel romanzo.
    Insomma, per me è stata un'esperienza nuova la lettura di questa storia, ma affatto spiacevole, e che consiglio a tutti! Sicuramente prima o poi leggerò anche gli altri libri dell'autore, perchè ho ammirato il suo stile e la capacità di appassionare alla storia.

    ha scritto il 

  • 4

    Un Verne diverso da quello amato in Ventimila leghe e in Viaggio al centro della terra, meno nozionistico, per nulla tassonomico, ma molto più divertente, in grado di tratteggiare personaggi profondam ...continua

    Un Verne diverso da quello amato in Ventimila leghe e in Viaggio al centro della terra, meno nozionistico, per nulla tassonomico, ma molto più divertente, in grado di tratteggiare personaggi profondamente comici, esagerati ed irresistibili. Il viaggio avventuroso attorno al mondo, dall'oscura India della dea Kalì, al coast to coast americano in treno, regala momenti rocamboleschi ed autentiche risate. Vola via, come il viaggio di Phileas Fogg, Esquire.

    ha scritto il 

  • 5

    Il problema con i romanzi di Jules Verne è che spesso ci vengono proposti con delle traduzioni oramai datate e stantie, che allontanano il lettore dal testo. Questo libro ho voluto leggerlo in lingua ...continua

    Il problema con i romanzi di Jules Verne è che spesso ci vengono proposti con delle traduzioni oramai datate e stantie, che allontanano il lettore dal testo. Questo libro ho voluto leggerlo in lingua originale ed ho potuto constatare come la scrittura di Verne sia fresca e piena di verve, cosa che mi ha permesso di appassionarmi ad una storia arcinota come quella del Giro del mondo in ottanta giorni.

    ha scritto il 

  • 0

    una cartina geografica che mostrasse l'itinerario di Phileas Fogg sarebbe stata utile in questa edizione, almeno per me che sono insipiente in materia. ancora di più pensando che si tratta di un'edizi ...continua

    una cartina geografica che mostrasse l'itinerario di Phileas Fogg sarebbe stata utile in questa edizione, almeno per me che sono insipiente in materia. ancora di più pensando che si tratta di un'edizione per ragazzi. Il personaggio di Phileas Fogg è un dandy cartesiano. cmq non ho buttato via il mio tempo: non è un capolavoro e nulla mi ha lasciato, ma è un libro avvincente che mi ha fatto trascorrere qualche ora piacevole. lieto fine molto piccolo borghese però.

    ha scritto il 

  • 4

    Definitely, it’s Verne’s masterpiece. Good for young lectors and for adult ones. His timeless success relies on evergreen ingredients all masterfully mixed up: exotic places, discovering the planet, a ...continua

    Definitely, it’s Verne’s masterpiece. Good for young lectors and for adult ones. His timeless success relies on evergreen ingredients all masterfully mixed up: exotic places, discovering the planet, a very very long voyage, wild beasts, the most terrible dangers. This story of a voyage around the planet made by a team composed of a faithful servant, a charming woman, a foolish traitor, and led by an enigmatic cool eccentric imperturbable gentleman, never tires me. It captured me when I was a young lector, and so keeps on doing today, that I’m fifty-one! And that Airbus and Boeing have replaced steamers and it takes just a couple of days to equal Mr Phileas Fogg’s performance.

    ha scritto il 

  • 3

    Dalla biologia alla geografia

    Dopo il trattato, eccessivamente dettagliato, di biologia marina contenuto nella visionaria trama di “20.000 leghe sotto i mari”, in questo libro Verne offre un nuovo saggio, questa volta molto più si ...continua

    Dopo il trattato, eccessivamente dettagliato, di biologia marina contenuto nella visionaria trama di “20.000 leghe sotto i mari”, in questo libro Verne offre un nuovo saggio, questa volta molto più sintetico, di geografia.
    Nell’800 muoversi per il mondo era certamente più problematico di oggi ed anche le immagini di alcuni Paesi erano difficilmente accessibili. Verne offre quindi al lettore suo contemporaneo la possibilità di visitare questi Paesi con la fantasia, soffermandosi in particolare sull’India e sugli Stati Uniti.
    Tutto questo è inserito in una trama divenuta celeberrima in cui il francese Verne sferza con un sottile (a volte neanche tanto) sarcasmo i rivali storici inglesi, mettendone in luce i difetti, ma nello stesso tempo cedendo, in qualche modo, al loro fascino letterario.

    ha scritto il 

  • 5

    Anche a distanza di anni la prosa di Verne è sempre piacevole e scorrevole. Senza le forzature cui ci ha abituato la versione cinematografica, questo romanzo resta interessante e da leggersi d'un fiat ...continua

    Anche a distanza di anni la prosa di Verne è sempre piacevole e scorrevole. Senza le forzature cui ci ha abituato la versione cinematografica, questo romanzo resta interessante e da leggersi d'un fiato.

    ha scritto il 

  • 5

    Volete dieci motivi per leggere uno dei più famosi romanzi di Verne quest’estate? Pronti! - See more at: http://www.bookavenue.it/letture/item/1411-il-giro-del-mondo-sotto-l%E2%80%99ombrellone.html#st ...continua

    Volete dieci motivi per leggere uno dei più famosi romanzi di Verne quest’estate? Pronti! - See more at: http://www.bookavenue.it/letture/item/1411-il-giro-del-mondo-sotto-l%E2%80%99ombrellone.html#sthash.wQH3ppSm.dpuf

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per