Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il giro più pazzo del mondo

Di

Editore: Newton Compton (Nuova narrativa Newton)

3.5
(204)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 336 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8854131989 | Isbn-13: 9788854131989 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Altri

Genere: Science Fiction & Fantasy

Ti piace Il giro più pazzo del mondo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Luke ha 25 anni, grandi idee e tanta voglia di fare, ma è allergico alla luce del sole, ed è costretto a trascorrere le sue giornaterinchiuso in casa. Le sue uniche finestre sul mondo sono la tv, internet e le visite serali di July, una vicina di casa che fa la cameriera e per hobby risolve astrusi teoremi matematici. Ma stavolta Luke ha deciso che è ora di guarire: entro la finedell’anno troverà una cura per la sua malattia. E così quando un guru con cui è entrato in contatto via internet gli assicura che può risolvere il suo problema e lo invita a raggiungerlo in Galles, Luke non ha più nessuna scusa per tirarsi indietro. Si procura un furgoncino e, in compagnia di July e di quattro amici – Charlotte, David, Leanne e Chantal – si mette in viaggio nella fitta pioggia di ottobre, imbacuccato in un’improvvisata tuta spaziale. Lasciata Londra, il furgoncino si inerpica per le stradine della campagna inglese, verso quella che si prospetta un’incredibile avventura…
Ordina per
  • 4

    Non il mio libro preferito della Thomas. Pensavo che un libro che si chiama "il giro più pazzo del mondo" fosse incentrato per lo più sul viaggio, invece si inizia a parlare di viaggiare solo a ...continua

    Non il mio libro preferito della Thomas. Pensavo che un libro che si chiama "il giro più pazzo del mondo" fosse incentrato per lo più sul viaggio, invece si inizia a parlare di viaggiare solo a più di metà del libro, prima mi è sembrato di leggere una interminabile introduzione....Questa cosa mi ha leggermente innervosito. L'autrice fa continue digressioni su fatti accaduti precedentemente e ragionamenti che partono per la tangenziale e sembrano non tornare mai al punto di partenza...Certo, molte volte ti ci rispecchi dentro, sembrano avere un senso, ma sembra voler parlare di troppe cose insieme e fa un gran minestrone!! I finali della Thomas poi ti lasciano sempre insoddisfatti, non so perché mi aspettassi qualcosa di diverso stavolta...e invece, tutto come sempre!

    ha scritto il 

  • 4

    E' una versione, un remake (se si può usare questo termire per i libri) di Il Mago di Oz e il perchè lo si capirà solo alla fine! Ve lo consiglio! Una storia di vite non vissute a pieno, strane ...continua

    E' una versione, un remake (se si può usare questo termire per i libri) di Il Mago di Oz e il perchè lo si capirà solo alla fine! Ve lo consiglio! Una storia di vite non vissute a pieno, strane magie e parole non dette!! Bello!

    ha scritto il 

  • 2

    i personaggi mi sono piaciuti, la trama mi è piaciuta ed anche il modo in cui il tutto è raccontato mi è piaciuto...però il finale mi è sembrato sbrigativo e poco accurato.

    ha scritto il 

  • 5

    <<Che diavolo ci facciamo qui? Intendo dire..>>

    <<Cosa, vuoi sapere perché ci troviamo al margine di Epping Forest con il furgoncino di Scooby-Doo, la vincitrice di una lotteria, un tipo con il cancro e uno con indosso una tuta spaziale - che ...continua

    <<Cosa, vuoi sapere perché ci troviamo al margine di Epping Forest con il furgoncino di Scooby-Doo, la vincitrice di una lotteria, un tipo con il cancro e uno con indosso una tuta spaziale - che abbiamo fatto noi - dopo aver salutato una dispotica commessa che si è appena inoltrata tra gli alberi per "andare incontro al suo destino" e imparare come canalizzare i suoi spropositati poteri da strega?>>

    Sì vabbè, ormai smetto di stupirmi come ogni volta che esce un suo libro io ci ricaschi sempre. Ho smesso anche di stupirmi quando lo vedo in libreria e sento il desiderio di comprarlo. Sarà anche perché l'ultimo che ho letto mi era piaciuto, e questo anche più del precedente. Ma la prima cosa che ho da dire è: non illudetevi. Se sperate di trovare una fantastico viaggio all'insegna dell'avventura e del divertimento, lasciatelo sullo scaffale. Il "giro più pazzo del mondo" non è in realtà altro che un (relativamente) breve viaggio in macchina, che tra l'altro si trova ben oltre la metà del libro e si riduce a un centinaio di pagine. Ma la parte rilevante, piuttosto che il viaggio, è la descrizione psicologica dei personaggi, della loro vita e dei motivi che li spingono a partire. E poi, ovviamente, l'arrivo a destinazione e la svolta finale. Anche qui, come tutti gli altri libri della Thomas, la fine è tronca (ormai c'ho fatto il callo, basta essere psicologicamente pronti dall'inizio) ma sarà che stavolta l'ho capita, perché non ho provato quella sensazione di disagio dei primi libri, quella voglia di buttare il libro per aria mandandola al diavolo. Anzi. Stavolta mi sono addirittura emozionata.

    ha scritto il 

  • 5

    Un libro meraviglioso, scritto in maniera eccelsa, ma con, come sempre, un titolo italiano che purtroppo stravolge e banalizza il senso del romanzo. Perche' "Going Out" e' un racconto di crescita, ...continua

    Un libro meraviglioso, scritto in maniera eccelsa, ma con, come sempre, un titolo italiano che purtroppo stravolge e banalizza il senso del romanzo. Perche' "Going Out" e' un racconto di crescita, toccante, profondo ed estremamente realistico, sospeso in un'atmosfera condita di magia e filosofia. Rivolto a chi e' spaventato, a chi sta cercando se stesso o a chi, semplicemente, si vuole rivedere com'era anni fa... nei panni di un/una teenager inglese all'affacciarsi della vita, pieno di paure ma con la disperata voglia di liberarsene, insieme a gabbie fisiche o mentali. Una bellissima riflessione sul senso della vita e sulla natura del nostro essere, anima, mente e corpo.

    ha scritto il 

Ordina per