Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il grande albero

Di

Editore: Salani

3.6
(142)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 154 | Formato: Paperback

Isbn-10: 886256094X | Isbn-13: 9788862560948 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Illustratore o Matitista: Giulia Orecchia

Disponibile anche come: Altri , eBook

Genere: Children , Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Il grande albero?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Questa è una storia lunga centinaia di anni e insieme pochi giorni, è il mondo visto dalle radici e vissuto tra i rami, è un viaggio nel tempo e nello spazio, ma soprattutto una storia di amore e di speranza. Il libro di cui abbiamo bisogno adesso, scritto da un'autrice capace di parlare al cuore e alla testa, con tono lieve, allegro e pieno di grazia. "La sensazione e l'emozione che ho avuto nello scrivere questo libro sono paragonabili soltanto a quello che ho provato scrivendo, sedici anni fa, Va' dove ti porta il cuore. La letteratura ha bisogno di parlare all'anima. In un tempo di crisi e di cose opache c'è bisogno di qualcosa di luminoso" (Susanna Tamaro)
Ordina per
  • 4

    Non un libro necessariamente per bambini. Purche' si abbia la capacita' di leggerlo spogliandosi di ogni barriera mentale e soprattutto evitando di cadere in commenti (taciuti o condivisi) tipo ...continua

    Non un libro necessariamente per bambini. Purche' si abbia la capacita' di leggerlo spogliandosi di ogni barriera mentale e soprattutto evitando di cadere in commenti (taciuti o condivisi) tipo "quanta melassa". Una storia minimalista di circa 200 anni vista unicamente con gli "occhi" di un albero senziente all'interno di un affresco panteistico. Certo alla fine viene inserito pure il Papa, ma tant'e'. Si legge in tranquillamente in un week end piovoso

    ha scritto il 

  • 1

    senza parole

    per dare una mano a mia figlia, con i compiti di scuola, mi sono sorbito questo imbevibile sciroppo di melassa, scontato, banale, indigeribile. penso con orrore a quanti poveri bambini avranno ...continua

    per dare una mano a mia figlia, con i compiti di scuola, mi sono sorbito questo imbevibile sciroppo di melassa, scontato, banale, indigeribile. penso con orrore a quanti poveri bambini avranno dovuto penosamente finirlo... la prosa è contorta, complicata, ostica. la terminologia a metà tra il desueto e lo stupidamente ricercato : ci mettiamo a sfoggiare "paroloni" con dei bambini ???? la trama è pesantemente moraleggiante e non lascia praticamente nulla ad un frizzo, ad una risata. purtroppo non ho in casa tavolini zoppi ...

    ha scritto il 

  • 4

    Storia semplice, breve, ma scritta molto molto molto bene. Ottima lettura per rilassarsi, non impegnativa. Ricorda molto i racconti che si leggevano a scuola alle elementari, per questo sembra di ...continua

    Storia semplice, breve, ma scritta molto molto molto bene. Ottima lettura per rilassarsi, non impegnativa. Ricorda molto i racconti che si leggevano a scuola alle elementari, per questo sembra di tornare indietro nel tempo.

    ha scritto il 

  • 4

    “Non abbiate paura! Fidatevi! È già tutto nel vostro cuore”

    Con ‘Il grande albero’ ho inaugurato l’ormai tradizionale periodo “letture natalizie”, pieno di romanzi, storie e racconti che per temi e ambientazioni rimandano alla festa cristiana più ...continua

    Con ‘Il grande albero’ ho inaugurato l’ormai tradizionale periodo “letture natalizie”, pieno di romanzi, storie e racconti che per temi e ambientazioni rimandano alla festa cristiana più amata da tutto il mondo. Letti alla luce sfavillante degli addobbi dell’albero, tra palline, presepe e addobbi perfino sulla casetta del mio coniglio (è giusto che festeggi anche lui!) sono libri che mi riscaldano nelle giornate più fredde (peccato che qui da me non nevica, ma con l’immaginazione, in momenti di poca lucidità, riesco perfino a vedere i fiocchi bianchi dai vetri delle finestre e convincermi che tutto è possibile), nella solenne attesa della nascita del Salvatore. I primi protagonisti di questo magico momento d’attesa sono Crik, uno scoiattolo, e il grande abete della radura (e casa di Crik), diventato in breve tempo l’albero di Natale della piazza più famosa del mondo. Crik farà di tutto per evitare il triste destino che spetta al suo caro abete al termine delle festività e seguirà determinato il consiglio dell' amico piccione Numa Pompilio: chiedere un miracolo. E a chi potrà chiederlo se non a quel puntino bianco che ogni domenica si affaccia dalla grande finestra che dà sulla piazza? Una bella storia dai toni allegri e festosi e dal messaggio chiaro: tutto può accadere, se hai fede.

    ha scritto il 

  • 0

    Il grande albero

    Questa è una storia lunga centinaia di anni e insieme pochi giorni, è il mondo visto dalle radici e vissuto tra i rami, è un viaggio nel tempo e nello spazio, ma soprattutto una storia di amore e ...continua

    Questa è una storia lunga centinaia di anni e insieme pochi giorni, è il mondo visto dalle radici e vissuto tra i rami, è un viaggio nel tempo e nello spazio, ma soprattutto una storia di amore e di speranza. Il libro di cui abbiamo bisogno adesso, scritto da un'autrice capace di parlare al cuore e alla testa, con tono lieve, allegro e pieno di grazia. "La sensazione e l'emozione che ho avuto nello scrivere questo libro sono paragonabili soltanto a quello che ho provato scrivendo, sedici anni fa, Va' dove ti porta il cuore. La letteratura ha bisogno di parlare all'anima. In un tempo di crisi e di cose opache c'è bisogno di qualcosa di luminoso" (Susanna Tamaro)

    ha scritto il 

  • 0

    Il grande albero - di Alessandra Olivari

    “Mamma” disse allora Crik con la voce che aveva da cucciolo, “ma come faccio? Sono troppo piccolo per…” La stella aveva sorriso. “Sei piccolo ma hai un cuore grande”. Crik non aveva mai ...continua

    “Mamma” disse allora Crik con la voce che aveva da cucciolo, “ma come faccio? Sono troppo piccolo per…” La stella aveva sorriso. “Sei piccolo ma hai un cuore grande”. Crik non aveva mai pensato al suo cuore: “Dici davvero?” “Tu ami l’albero, no? Non pensi alle sue radici che diventano secche, lassù nella radura?” Crik annuì con la testa, cercando di non piangere. “Non vuoi che finisca in una discarica con i ratti che vi passeggiano sopra vero?” Crik scosse con violenza la testa, le lacrime ormai scendevano senza ritegno. Una grossa nuvola passò davanti alla stella. “Ricordati allora” disse la voce prima di sparire. “L’amore vince ogni cosa”.

    “Questa è una storia lunga centinaia di anni e insieme pochi giorni, è il mondo visto dalle radici e vissuto tra i rami, è un viaggio nel tempo e nello spazio, ma soprattutto una storia di amore e di speranza. Il libro di cui abbiamo bisogno adesso, scritto da un’autrice capace di parlare al nostro cuore e alla nostra testa, con tono lieve, allegro e pieno di grazia”.

    Così viene definito l’ultimo romanzo di Susanna Tamaro. Nulla da togliere ai suoi precedenti scritti, né nello stile né nella delicatezza con cui affronta temi delicati della vita, facendo di essa una metafora dolce e carezzevole. Leggendo troveremo un albero nato in mezzo ad una radura come piccolo seme portato dal vento, cresciuto per secoli, amato da uccelli e scoiattoli che tra i suoi rami si scambieranno la noce di fidanzamento e vi faranno il loro rifugio per i freddi inverni austriaci; dei compagni invidiosi e superficiali, come amici sinceri e disposti al sacrificio. Il rischio della morte e della presenza del male nel cuore dell’uomo, come la sua capacità di redimersi e tornare indietro.

    Le pagine scorrono veloci mentre i messaggi che lasciano le parole sono tanti, molti di più delle semplici parole scambiate tra un piccione e uno scoiattolo, tra l’uomo più potente del mondo e le lacrime di rugiada di un albero trisecolare tagliato dalle sue radici…

    ha scritto il 

  • 5

    Una favola che scalda il cuore!

    Bellissimo e delicato! Adatto per un pubblico di tutte le età, in grado di far commuovere e di accarezzare la coscienza del lettore. In definitiva da leggere e rileggere, un po' come il piccolo ...continua

    Bellissimo e delicato! Adatto per un pubblico di tutte le età, in grado di far commuovere e di accarezzare la coscienza del lettore. In definitiva da leggere e rileggere, un po' come il piccolo principe!

    ha scritto il