Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Il grande contagio

Urania Collezione 072

By Charles Eric Maine

(194)

| Paperback

Like Il grande contagio ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

**************************************
Scheda doppia, incompleta o errata.
Per la tua libreria inserisci il libro usando il codice ISBN.

13 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    La grande paura....

    In questo libro di Charles E. Maine ho trovato davvero molte cose positive:in primo luogo è un'ottimo romanzo di genere, buon ritmo, tensione sempre alta, pochissimi cali di ritmo, un'ottima ambientazione e un lavoro sulla psicologia dei personaggi c ...(continue)

    In questo libro di Charles E. Maine ho trovato davvero molte cose positive:in primo luogo è un'ottimo romanzo di genere, buon ritmo, tensione sempre alta, pochissimi cali di ritmo, un'ottima ambientazione e un lavoro sulla psicologia dei personaggi che, se non si può definire approfondito (ma in quale romanzo di genere catastrofico si può trovare?) è comunque superiore alla media della maggior parte degli altri lavori omologhi.La tensione che si viene a creare in molti momenti della narrazione è davvero bene congegnata e a tratti l'autore riesce a virare dal catastrofico al l'action puro per passare poi a dare voce ai sentimenti interiori del protagonista.

    Impossibile, alla fine, non provare simpatia per quel bastardo sciovinista di Clive Brant, impossibile non commuoversi di fronte alla sua voglia di non credere alla fine della propria fortuna sfacciata e davvero difficile non simpatizzare per lui che anche se a suo modo è stato capace di redimersi.

    La descrizione della devastazione operata dal contagio è buona e, anche se ci sono molte volte evidenti buchi di sceneggiatura, con l'autore che fa saltare i personaggi da una parte all'altra della metropoli, ciò viene sempre fatto nei limiti del ragionevole:il lettore non si trova mai in difficoltà a ricollegare tra di loro i vari spostamenti dei personaggi;l'impressione è che Maine sia davvero un ottimo artigiano, sicuramente non un genio ma un solido scrittore di genere....che è poi quello che a mio parere conta maggiormente in questo tipo di lavori:poche "pippe" e molta attenzione alla vicenda.

    Decisamente consigliato.

    Is this helpful?

    H. P. Lovecraft said on Oct 23, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ennesimo romanzo basato sul peggior incubo borghese:la fine della società ordinata dei privilegiati che si rintanano al sicuro mentre il popolo dà sfogo a secoli di oppressione. Ma questo romanzo contiene anche l'elogio dell'opportunismo pragmatico, ...(continue)

    Ennesimo romanzo basato sul peggior incubo borghese:la fine della società ordinata dei privilegiati che si rintanano al sicuro mentre il popolo dà sfogo a secoli di oppressione. Ma questo romanzo contiene anche l'elogio dell'opportunismo pragmatico, quello che presuppone che la verità non esiste.

    Is this helpful?

    Onofrio Panzarino said on Jul 18, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Mah, mi aspettavo qualcosa di differente. Diciamo che il punto di vista politico è molto interessante, la pecca sta nei personaggi un po' incredibili e nelle vicende personali. Tutta la prima parte in cui viene affrontato il rapporto tra i due protag ...(continue)

    Mah, mi aspettavo qualcosa di differente. Diciamo che il punto di vista politico è molto interessante, la pecca sta nei personaggi un po' incredibili e nelle vicende personali. Tutta la prima parte in cui viene affrontato il rapporto tra i due protagonisti è abbastanza "pallosetta", il resto, quando l'azione inizia è accettabile.

    Is this helpful?

    Pianetatschai said on Feb 1, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Mi è piaciuto. Anche se mi aspettavo che si parlasse maggiormente del virus e meno delle conseguenze sociali che esso comporta. Ma va benissimo così. Estremamente scorrevole e semplice nella trama. Una piccola perla del filone catastrofico.

    Is this helpful?

    †La Fin Absolue du Monde† said on Aug 14, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Con il titolo originale "The Darkest of Nights" del 1962 è un thriller catastrofico-fantascientifico.
    Più del virus; il pericolo maggiore per l'umanità risulta essere il caos che ne consegue e il libro descrive questa trasformazione.
    Il contesto è ...(continue)

    Con il titolo originale "The Darkest of Nights" del 1962 è un thriller catastrofico-fantascientifico.
    Più del virus; il pericolo maggiore per l'umanità risulta essere il caos che ne consegue e il libro descrive questa trasformazione.
    Il contesto è un po datato ma potrebbe essere molto attuale....nel futuro prossimo.

    Is this helpful?

    assatourian said on Jun 3, 2010 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Uscito all'inizio degli anni 60, resta perfettamente attuale anche ai nostri giorni.
    Sono un po' datate le descrizione tecniche o lo stile di vita, ma nel contesto si può applicare perfettamente allo stato di allerta che viviamo in questo period ...(continue)

    Uscito all'inizio degli anni 60, resta perfettamente attuale anche ai nostri giorni.
    Sono un po' datate le descrizione tecniche o lo stile di vita, ma nel contesto si può applicare perfettamente allo stato di allerta che viviamo in questo periodo.
    Un romanzo a cavallo tra la fantascienza, il bellico e il thriller, come forse solo Maine era in grado di fare.

    Is this helpful?

    Sadako said on Nov 16, 2009 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (194)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
  • Paperback 306 Pages
  • ISBN-10: A000028998
  • Publisher: Mondadori (Urania Collezione)
  • Publish date: 2009-01-01
Improve_data of this book