Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Il guardiano del frutteto

By Cormac McCarthy

(507)

| Paperback | 9788806196325

Like Il guardiano del frutteto ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Tre uomini (il vecchio Zio Ather, il giovane Sylder che contrabbanda liquori e il ragazzino John), sono i protagonisti di una vicenda che ruota attorno a un cadavere, quello del padre di John, ucciso da Sylder e vegliato da Ather in un orto fra le mo Continue

Tre uomini (il vecchio Zio Ather, il giovane Sylder che contrabbanda liquori e il ragazzino John), sono i protagonisti di una vicenda che ruota attorno a un cadavere, quello del padre di John, ucciso da Sylder e vegliato da Ather in un orto fra le montagne del Tennessee. Ma in un'agghiacciante commedia degli errori nessuno dei tre ha davvero compreso l'identità dell'altro.

71 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Un contrabbandiere di alcool durante il proibizionismo, un ragazzino a cui piace cacciare nei boschi, una comunità di persone semplici e povere nell'America degli anni 30. Immersione in un mondo che evidentemente interessa molto all'autore, con svilu ...(continue)

    Un contrabbandiere di alcool durante il proibizionismo, un ragazzino a cui piace cacciare nei boschi, una comunità di persone semplici e povere nell'America degli anni 30. Immersione in un mondo che evidentemente interessa molto all'autore, con sviluppi narrativi quasi nulli eppure a volte sorprendenti. Il linguaggio è uno dei punti di forza di McCarthy. Un altro è la capacità di restare estraneo ai suoi personaggi e nello stesso tempo stare loro vicinissimo.

    Is this helpful?

    zioluc said on Aug 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Si inizia col lavoro nei campi e in mezzo alla natura.
    Lo ricordo bene visto che quando l'ho letto stavo lavorando nei campi in mezzo alla natura.
    Nonostante le abili descrizioni che fa Cormac (dettaglio derivante da un appunto ndr), questo libro non ...(continue)

    Si inizia col lavoro nei campi e in mezzo alla natura.
    Lo ricordo bene visto che quando l'ho letto stavo lavorando nei campi in mezzo alla natura.
    Nonostante le abili descrizioni che fa Cormac (dettaglio derivante da un appunto ndr), questo libro non mi è risultato appagante a differenza degli altri suoi che ho letto fino ad oggi (?).
    Ricordo che ho fatto fatica a seguire la trama, anche se spesso l'interazione con i personaggi era forte.
    Ma che ne so!

    Is this helpful?

    ]Gab(riele)[ said on Aug 11, 2014 | Add your feedback

  • 6 people find this helpful

    ... sarà anche il primo libro che ha scritto McCarthy, ma le sue ambientazioni e i suoi personaggi sono inconfondibili.
    Storie di solitudini... da sempre, vite difficili, dure, dove anche il personaggio più sgradevole, alla fine ha quel lato umano ch ...(continue)

    ... sarà anche il primo libro che ha scritto McCarthy, ma le sue ambientazioni e i suoi personaggi sono inconfondibili.
    Storie di solitudini... da sempre, vite difficili, dure, dove anche il personaggio più sgradevole, alla fine ha quel lato umano che lo fa sembrare meno peggio di quello che si era percepito.
    ... un vecchio, un adulto e un ragazzo, legati in modo inconsapevole da un evento drammatico.
    Toccante la figura del vecchio Ather, guardiano del frutteto abbandonato, uomo solitario e chiuso nel suo passato, che vive con la sola compagnia del suo cane... ""Il vecchio osservava queste cose, perché era un osservatore delle stagioni e del loro lavoro. Prima di Natale avrebbe tagliato il settimo cedro, e con questo sentiva che sarebbe giunto alla fine della sua lunga veglia funebre".
    ... non ci sono sogni, non c'è speranza, solo la fatica di una difficile e dura quotidianità.

    Is this helpful?

    Annissa said on Jan 18, 2014 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    In bilico tra la difficoltà del seguire la narrazione oltremodo complicata e l'esaltazione di alcune pagine in cui si trova tutta la grandezza di Mc Carthy, il libro lascia perplessi, ma in qualche maniera soddisfatti. I tre personaggi attorno cui r ...(continue)

    In bilico tra la difficoltà del seguire la narrazione oltremodo complicata e l'esaltazione di alcune pagine in cui si trova tutta la grandezza di Mc Carthy, il libro lascia perplessi, ma in qualche maniera soddisfatti. I tre personaggi attorno cui ruotano le vicende sono vittime e carnefici allo stesso modo. E in fondo, con le dovute proporzioni, chi di noi non lo è, anche solo di noi stessi?

    Is this helpful?

    gomi said on Jun 11, 2013 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Il guardiano del frutteto è il primo lavoro del romanziere Cormac McCarthy.

    Pubblicata nel 1965 quest’opera delinea fin da subito quelle che saranno le caratteristiche principali dell’autore americano:

    una scrittura affascinante anche se non propri ...(continue)

    Il guardiano del frutteto è il primo lavoro del romanziere Cormac McCarthy.

    Pubblicata nel 1965 quest’opera delinea fin da subito quelle che saranno le caratteristiche principali dell’autore americano:

    una scrittura affascinante anche se non propriamente scorrevole, il racconto di un mondo povero in cui gli uomini vivono di espedienti, personaggi crudi e sostanziali ai quali difficilmente il lettore riesce ad affezionarsi, pochi scrupoli e poche smancerie, ma tuttavia un senso di dignità sempre presente.

    Il romanzo è ambientato nei primi anni trenta in piena depressione e le persone tirano a sbarcare il lunario facendo quel poco che possa consentire loro di portare a termine giornate nate senza prospettiva.

    C’è il trasportatore clandestino di whisky, c’è il bar pieno di uomini annoiati, c’è la natura difficile non solamente per le condizioni climatiche, c’è il vecchio solitario con il suo segugio ormai altrettanto vecchio.

    C’è sostanzialmente un clima che potrebbe essere rappresentato con tonalità minori, con immagini in bianco e nero e con una colonna sonora strumentale lenta e malinconica.

    Alcune caratteristiche che torneranno nei lavori successivi di McCarthy sono già presenti in questo primo libro: il rapporto tra l’adulto e il ragazzo che sarà il fondamento de La strada, il complicato vivere di espedienti ben raffigurato in Suttree, la crudeltà apparentemente inutile che esploderà ne Non è un paese per vecchi.

    McCarthy racconta di persone in difficoltà, persone che vivono ai margini della legge, bordeline.

    Persone però che nonostante tutto conservano e mantengono una propria dignità.

    Sono quasi esclusivamente uomini a volte accompagnati da qualche ragazzo che forzatamente deve diventare adulto molto in fretta.

    Ambienti complicati, futuro senza speranza, vita vissuta giorno per giorno.

    C’è una caratteristica che interviene a questo punto: con molti altri autori un tale contesto così complicato ed estremo porterebbe ad una naturale empatia del lettore per i personaggi.

    Nel caso di McCarthy questo non capita: sarà la crudezza di alcune vicende, sarà l’impossibilità per il lettore di definire buoni e cattivi, saranno forse altri fattori, comunque è chiaro che un certo distacco rimane.

    E’ difficile schierarsi perché i protagonisti hanno sempre quella doppia realtà di vittime e colpevoli; vittime in qualche modo del sistema e nello stesso momento colpevoli per le azioni e i comportamenti che mettono in pratica.

    Una realtà letteraria complicata che proprio per questo risulta affine alla realtà vera e dunque più intrigante della vicenda fine a se stessa.

    Cormac McCarthy è a mio parere un po’ lo Steinbeck contemporaneo.

    Tempo di lettura: 6h 20m

    http://ferdori.wordpress.com

    Is this helpful?

    Frank said on May 5, 2013 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    La palestra di McCarthy per il raccontare che verrà.

    Is this helpful?

    Achabjazz said on May 1, 2013 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book