Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Il ladro e i cani

La biblioteca di Repubblica - Novecento, 87

By Naguib Mahfouz

(661)

| Hardcover | 9788496200678

Like Il ladro e i cani ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Dopo quattro anni di carcere, il ladro Mahran ritrova la libertà, ma il suo animo devastato è occupato solo da desideri di vendetta nei confronti di chi ha causato il suo arresto, si è impossessato dei suoi beni, gli ha rubato l’amore della moglie e Continue

Dopo quattro anni di carcere, il ladro Mahran ritrova la libertà, ma il suo animo devastato è occupato solo da desideri di vendetta nei confronti di chi ha causato il suo arresto, si è impossessato dei suoi beni, gli ha rubato l’amore della moglie e l’affetto della figlia. Le parole del suo vecchio maestro spirituale gli paiono ormai prive di significato, gli amici di un tempo lo deludono e lo scansano, incontra enormi difficoltà, da ex carcerato, nel trovare un lavoro e una casa. In breve si convince che l’ultimo senso residuo della sua esistenza risiede proprio nella vendetta, e si dedica a prepararla accuratamente. Ma le cose vanno diversamente da come aveva immaginato: anziché colpire i suoi traditori, riesce solo a uccidere due innocenti e infine, circondato dalla polizia, si abbandona dopo un’estrema, inutile resistenza al suo ultimo destino.
Pubblicato nel 1961, questo romanzo breve è stato definito la più “europea” fra le opere dello scrittore egiziano: al di là delle ramificazioni dell’intreccio, esso trova il suo centro nel problema squisitamente “occidentale” dell’identità negata, o almeno resa estremamente precaria e labile dai colpi di una realtà insensibile e aliena. Gli ampi squarci metafisici del libro, che non hanno nulla di confessionale, convergono nel sottolineare l’angosciata solitudine dell’individuo nel mondo, la sua impossibilità di capire e controllare il senso del proprio “esserci”, l’idea che la società e la Storia siano macchine sostanzialmente autosufficienti, del tutto indifferenti alla sorte dei singoli uomini che coinvolgono: una condizione priva di luce, che prende forma nei rintocchi di una scrittura tanto più tragica, quanto più asciutta e trasparente.

0 Reviews

Loginor Sign Upto write a review

Book Details

  • Rating:
    (661)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Hardcover 158 Pages
  • ISBN-10: 8496200671
  • ISBN-13: 9788496200678
  • Publisher: Gruppo Editoriale L'Espresso
  • Publish date: 2003-01-01
  • Also available as: Mass Market Paperback , Others
Improve_data of this book