Il lago dei sogni

Voto medio di 129
| 36 contributi totali di cui 33 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
"La volta che Itria Panedda Nilis riprese a sognare era un pomeriggio di fine estate, con un sole che rosolava le carni e spaccava le pietre". A Melagravida i sogni se n'erano andati dopo una scossa di terremoto, "inseguiti dall'alito caldo della ... Continua
Ha scritto il 14/01/14
Indubbiamente ben scritto, ma... non è il mio genere! Il passaggio dalla realtà a situazioni fantastiche o addirittura fantascientifiche mi sconcerta. Diverso è il mio approccio a romanzi dichiaratamente fantastici, con una loro coerenza interna ..." Continua...
Ha scritto il 24/08/13
Niffoi è un autore sardo, vive e lavora a Orani (Nuoro), per questo l'ho letto durante il giro in Sardegna. Storia strana, curiosa e forte, ambientata tra i monti sardi.
Ha scritto il 05/08/13
Cosas de s'àtteru mundu
Visto da lontano,allo scurire, Melagravida sembrava un grappolo di steariche accese sopra una nuvola. I lampioni dondolano nelle strade come uomini appena impiccati. Culi di luce spaccati da una sottile lama di vento dicembrino. Dentro scatole di ..." Continua...
  • 6 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 24/01/13
Bello! Niffoi, seppur non semplice da leggere, è molto poetico!
  • 1 mi piace
Ha scritto il 04/12/12
Bah, non so che cosa dire... parte lungo il solito filone di sardità che gli ha dato il successo, anche se stavolta la sensazione è di una maggiore forzatura ed artificio nel linguaggio, forse anche per andare incontro a chi sardo non è. Poi ..." Continua...

Ha scritto il Jan 24, 2013, 16:53
E i personaggi di carta diventavano ossa, carne e nervi, mentre lei si trasformava in inchiostro, carta e parole. Quelli che possedeva da molto tempo li accarezzava sfiorandoli come vecchi bisognosi di tenerezza. Appena li vedeva cambiare pelle e ... Continua...
Pag. 101
Ha scritto il Jan 24, 2013, 16:49
La libreria di famiglia cresceva in fretta, come quel bambino che sembrava concimato con la voglia di vivere.... I libri erano dappertutto, come presenze vive, compagnie discrete. Sopra il tronco levigato del camino tenevano quelli nuovi appena ... Continua...
Pag. 100
Ha scritto il Sep 22, 2011, 08:55
"Lascia perdere i trattati. Per capire bene il mondo e i cristiani, leggi solo romanzi e, finché ti è possibile, solo classici. Lascia cantare i narratori moderni, che quelli sono ciarlatani che sputano il masticato, bamboline imputtanite che ... Continua...
Pag. 81

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi