Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il lato oscuro

Di

Editore: Sperling & Kupfer

3.8
(37)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 501 | Formato: Altri

Isbn-10: 8860610842 | Isbn-13: 9788860610843 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: T. Dobner

Genere: Mystery & Thrillers

Ti piace Il lato oscuro?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Due giovani, un ragazzo e una ragazza, vengono ritrovati privi di vitanell'auto di lui: si tratta di omicidio. Mentre non si sa chi sia la ragazza,di lui si scopre presto tutto... o quasi. Si chiama Gavin, è il figlio di unricchissimo commerciante e di un'alcolista. Alex Delaware e Milos Sturgisimpiegano poco a ricostruire le abitudini e i movimenti del malcapitato ma,proprio quando il delitto appare non avere alcun movente, viene ritrovato ilcadavere della psicoanalista del ragazzo. Tutto si complica... Kellerman,psicologo infantile, è autore di psico-thriller tradotti in più di ventilingue.
Ordina per
  • 3

    beverly hills 90210

    Buon thriller senza infamia nè lode sulle colline di Beverly Hills.
    I protagonisti sono ben delineati, anche se troppo perfettini e senza errori, stessa cosa dei comprimari; insomma l'autore ha fatto bene il compito a casa ed è stato promosso sicuramente dal successo commerciale.... ma da qui a m ...continua

    Buon thriller senza infamia nè lode sulle colline di Beverly Hills. I protagonisti sono ben delineati, anche se troppo perfettini e senza errori, stessa cosa dei comprimari; insomma l'autore ha fatto bene il compito a casa ed è stato promosso sicuramente dal successo commerciale.... ma da qui a metterci dentro l'anima in un libro corre una strada lunga ventimila leghe sotto i mari... e qui lo si "legge". La trama è intricata e piacevole: un duplice omicidio porta a collegarne altri, passati e futuri, nel campo della psicologia, investimenti statali, ed ex-galeotti. Un ragazzotto apparentemente dei quartieri alti e una bionda misteriosa sono la chiave. Consigliato ma neanche troppo, più che altro ai fan di LA che apprezzano una buona descrizione delle sue strade, dei personaggi che la abitano e delle case che vivono.

    ha scritto il 

  • 4

    "Alex Delaware, gli occhi nella mente!"

    Primo incontro con lo psichiatra Alex Delaware e il detective Milo Sturgis inseparabili amici e colleghi di lavoro da anni.
    Thriller dai risvolti psicologici che ruota intorno alla ben delineata figura del povero Gavin Quick, un giovane psicologicamente tormentato, alla sua famiglia e all ...continua

    Primo incontro con lo psichiatra Alex Delaware e il detective Milo Sturgis inseparabili amici e colleghi di lavoro da anni.
    Thriller dai risvolti psicologici che ruota intorno alla ben delineata figura del povero Gavin Quick, un giovane psicologicamente tormentato, alla sua famiglia e alle vicende non proprio pulite dello studio medico/psichiatrico che il ragazzo si trova a frequentare. Una ragnatela di avvenimenti che a poco a poco si dipanano , portando alla luce situazioni familiari disastrate e persone senza morale. Avvincente e incalzante, a tratti ironico, ma in alcuni punti , circa a metà della storia, a parer mio fin troppo statico, immobile nel narrarsi, forse appesantito di una cinquantina di pagine di troppo. Promosso comunque a pieni voti. Le ultime cento pagine le ho letteralmente divorate in un crescendo di adrenalina fino alla parola "fine".
    Continuerò a leggere questo autore, interessante scoperta che, per una volta, va al di là di ossa, sangue e autopsie.

    ha scritto il 

  • 4

    Bel thriller dai toni cupi, con profili psicologici tratteggiatati splendidamente. Trovo strano che un autore come Kellerman, tra i più seri, bravi ed apprezzati negli Stati Uniti sia così poco conosciuto e apprezzato in Italia. Si fa fatica a trovare i suoi libri ed esistono pochissime ristampe< ...continua

    Bel thriller dai toni cupi, con profili psicologici tratteggiatati splendidamente. Trovo strano che un autore come Kellerman, tra i più seri, bravi ed apprezzati negli Stati Uniti sia così poco conosciuto e apprezzato in Italia. Si fa fatica a trovare i suoi libri ed esistono pochissime ristampe

    ha scritto il 

  • 4

    Arrivato all’undicesimo volume (su 18) che leggo della seria gialla sullo psicologo Alex Delaware e il poliziotto Milo Sturgis, un appuntamento regolare degli ultimi anni, non so veramente più cosa scrivere di Kellerman. Ho già espresso tutto il mio apprezzamento per questo autore (Il lato oscuro ...continua

    Arrivato all’undicesimo volume (su 18) che leggo della seria gialla sullo psicologo Alex Delaware e il poliziotto Milo Sturgis, un appuntamento regolare degli ultimi anni, non so veramente più cosa scrivere di Kellerman. Ho già espresso tutto il mio apprezzamento per questo autore (Il lato oscuro, pur non avendomi entusiasmato come altri titoli della serie, è una positiva conferma soprattutto del talento nel popolare la narrazione di un numero esagerato di personaggi, dedicando vividi ritratti anche ai comprimari; qui ce n’è più di uno che colpisce: il ricco imprenditore immobiliare che vive come un perdente, in una sobrietà che sembra miseria, ancora innamorato dell’ex-moglie, ambiziosa psicologa da talk show, il fantomatico diplomatico (?) del Ruanda a caccia degli occidentali coinvolti, in modo attivo o passivo, nel genocidio del suo paese, il compassato psicologo svedese, in apparenza autorevole esperto di diritti umani, in realtà... lo scialbo commerciante di metalli che dietro una facciata di assoluta rispettabilità nasconde...) e tutto il dispiacere per la constatazione che in Italia sia praticamente ignorato, rispetto a tutta una serie di autori di genere di gran lunga meno interessanti (sono giunto alla conclusione che dipenda dall'editore da cui è pubblicato).

    ha scritto il