Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il lavoro dell'attore sul personaggio

Di

Editore: Laterza

4.2
(66)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 348 | Formato: Altri

Isbn-10: 8842042765 | Isbn-13: 9788842042761 | Data di pubblicazione:  | Edizione 10

Traduttore: M. R. Fasanelli , A. Morpurgo

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Art, Architecture & Photography , Education & Teaching , Non-fiction

Ti piace Il lavoro dell'attore sul personaggio?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"Qui si va ben lontani da carismatiche 'teorie'! Qui si parla di lavoroquotidiano, di faticose scoperte giornaliere, di riflessioni strettamentecollegate con la prassi del palcoscenico!" (Dalla Prefazione di GiorgioStrehler). Attore, regista e teorico dell'espressione scenica, Konstantin S.Stanislavskij (Mosca 1863-1938) fu costretto, durante la Rivoluzioned'Ottobre, a lasciare la Russia per una tournée in America dal 1922 al 1924.In realtà fu proprio questa fortunatissima tournée a far conoscere al mondo ilsuo 'metodo'.
Ordina per
  • 4

    un libro, pratico, terreno.
    un libro che mostra le teorie ma che le porta nel legno quotidiano di un palcoscenico.
    sempre interessante, mai banale.. sempre istruttivo, se pur con qualche ridondanza..
    chi ama il teatro (anche se non ne fa un mestiere) dovrebbe averlo..

    ha scritto il 

  • 0

    Il lavoro dell'attore sul personaggio

    In effetti forse un po' macchinoso per chi lo legge da non addetto ai lavori, e incompleto in molte sue parti, però senz'altro utile per chi, attore, cerca strutture di lavoro che, anche se per certi versi un po' datate, sono in realtà sempre attuali.
    Basta non prendere alla lettera cio che ...continua

    In effetti forse un po' macchinoso per chi lo legge da non addetto ai lavori, e incompleto in molte sue parti, però senz'altro utile per chi, attore, cerca strutture di lavoro che, anche se per certi versi un po' datate, sono in realtà sempre attuali.
    Basta non prendere alla lettera cio che dice Stanislavskij, ma rimettere in discussione continua le sue parole.
    E del resto è quello che neanche troppo tra le righe auspicava lui stesso.

    ha scritto il