Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il leone d'Irlanda

Di

Editore: TEA

4.0
(147)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 544 | Formato: Altri

Isbn-10: 8850211236 | Isbn-13: 9788850211234 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: P. Rognoni

Genere: History , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Il leone d'Irlanda?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Questa è la storia di Brian Boru, colui che ­ intorno all'anno Mille ­ cacciòi vichinghi dall'Irlanda e a unì sotto la sua spada l'intera nazione,compiendo un'impresa così audace da rimanere ancora oggi impressa nella mentee nel cuore degli irlandesi. Ed è stato proprio questo ricordo indelebile,tramandato da generazioni di bardi e poeti, che ha affascinato MorganLlywelyn, convincendola a scrivere il "romanzo di Brian Boru". Grazie alla suanarrazione prendono vita il mito di un guerriero formidabile e la suadeterminazione nella conquista della libertà, una determinazione che nascenell'infanzia ­ segnata dal massacro della sua famiglia per mano dei vichinghi­, si rinsalda nella giovinezza e trionfa nella maturità, quando Brian Borudiventa il capo di un popolo orgoglioso che, per la prima volta, prendecoscienza della propria forza e si lascia guidare dal suo Grande Re verso lavittoria. Un eroe umanissimo, un uomo di grandi passioni, che condivise condonne eccezionali, entrate di diritto nella leggenda e rimaste al suo fiancoanche nell'ora estrema della morte sul campo di battaglia.
Ordina per
  • 0

    Questa è la storia di Brian Boru, colui che cacciò i vichinghi dall'Irlanda e unì sotto la sua spada l'intera nazione, compiendo un'impresa così audace da rimanere ancora oggi impressa nella mente e nel cuore degli irlandesi

    ha scritto il 

  • 5

    Grazie Wallace per avermelo consigliato!

    che si può dire di questo romanzo se non FA-VO-LO-SO!!!!
    anch'io come è già stato detto da olio&rucola sono stata un pò restia ad iniziare la lettura per le 544 pagine continuando a preferire letture più "veloci",ma una volta iniziato non sono stata più in grado di fermarmi!
    la lettura non va in ...continua

    che si può dire di questo romanzo se non FA-VO-LO-SO!!!! anch'io come è già stato detto da olio&rucola sono stata un pò restia ad iniziare la lettura per le 544 pagine continuando a preferire letture più "veloci",ma una volta iniziato non sono stata più in grado di fermarmi! la lettura non va in discesa, è una vera e propria caduta libera nella storia di Erin che ti avvolge, ti travolge e ti abbaglia! la Llywelyn è incredibile; riesce a rendere viva e splendente una storia che ormai ha più di mille anni!

    ho davvero sofferto e gioito con Brian in ogni passo della sua vita tanto che alla fine avevo quasi timore a leggere il finale del libro per paura di separarmi da questo irlandese gigantesco dalla rossa chioma. mi ha affascinata con le sue idee innovative per l'epoca in cui viveva e per la sua intelligenza, mi ha ispirato tenerezza quando aveva a che fare con Deirdre (e mi dispiace che non sia riuscito a comprendere fino in fondo la sua anima tormentata),mi sono arrabbiata e anche un pò stupita quando ha sposato Gormlaith (altro che spirito d'Irlanda, quella era una vera e propria megera vipera isterica!)e ho sofferto tantissimo leggendo di Murrough, figlio trovato troppo tardi e perso troppo presto...

    è così che deve essere un libro:risucchiarti tra le sue pagine,farti vivere la storia che racconta e sospirare,anche di dispiacere,una volta terminato...e Morgan Llywelyn c'è riuscita alla perfezione!

    ha scritto il 

  • 4

    Questi romanzi storici hanno spesso in comune un inizio appassionante, uno sviluppo un pò lento ma progressivo e un finale stentato. Forse è inevitabile quando si sceglie di scrivere la biografia di un eroe del passato. La giovinezza impetuosa lascia lo spazio alla gloria e alla maestà della matu ...continua

    Questi romanzi storici hanno spesso in comune un inizio appassionante, uno sviluppo un pò lento ma progressivo e un finale stentato. Forse è inevitabile quando si sceglie di scrivere la biografia di un eroe del passato. La giovinezza impetuosa lascia lo spazio alla gloria e alla maestà della maturità, che però diventa solo un malinconico ricordo nella vecchiaia, per quanto tardi questa arrivi.

    ha scritto il 

  • 4

    Uno dei libri delle mie lunghe estati dell'adolescenza passate a spulciare in biblioteca, ritrovato nella mia cara rivendita piena di gatti dolcissimi e di un delizioso barboncino nero. Bel libro Fantasy/Storico, anche se nn posso essere sicura sulla veridicità dei riferimenti storici. Da leggere ...continua

    Uno dei libri delle mie lunghe estati dell'adolescenza passate a spulciare in biblioteca, ritrovato nella mia cara rivendita piena di gatti dolcissimi e di un delizioso barboncino nero. Bel libro Fantasy/Storico, anche se nn posso essere sicura sulla veridicità dei riferimenti storici. Da leggere

    ha scritto il 

  • 3

    Non mi ha convinta: se si voleva rendere l'idea di una ballata in prosa non ci si è riusciti e se si voleva costruire un romanzo i personaggi erano troppo piatti (e decisamente non credibili) per avere un risultato buono. Inoltre, per non saper né leggere né scrivere, mi pare che questo Brian Bor ...continua

    Non mi ha convinta: se si voleva rendere l'idea di una ballata in prosa non ci si è riusciti e se si voleva costruire un romanzo i personaggi erano troppo piatti (e decisamente non credibili) per avere un risultato buono. Inoltre, per non saper né leggere né scrivere, mi pare che questo Brian Boru romanzato ragionasse in termini troppo moderni, tanto da risultare totalmente fuori contesto.
    Nonostante questo il romanzo non è sgradevole, anche se arrivati a un certo punto comincia a pesare la ripetitività degli eventi storici e il lettore viene un po' logorato.

    ha scritto il 

  • 3

    quando la magia ti fa volare nel tempo... in questo romanzo la Llywelyn ti trasporta con maestria indietro nel tempo, in una Irlanda gloriosa nel suo periodo storico piu avvincente e maestoso, ripercorrendo la storia del suo piu grande sovrano, Brian Boru. E' una lettura che ti incatena alle pagi ...continua

    quando la magia ti fa volare nel tempo... in questo romanzo la Llywelyn ti trasporta con maestria indietro nel tempo, in una Irlanda gloriosa nel suo periodo storico piu avvincente e maestoso, ripercorrendo la storia del suo piu grande sovrano, Brian Boru. E' una lettura che ti incatena alle pagine (nonostante qualche lungaggine e spazi morti)facendo rivivere usi e costumi di un'epoca persa nel tempo ma densa di eroi, battaglie e avventure dove, parole dell'autrice stessa "..sulla terra camminavano i giganti". imperdibile per gli appassionati di questo periodo storico.

    ha scritto il 

  • 4

    Epico.
    Non conoscevo le vicende di questo Re Irlandese e ne sono rimasto veramente affascinato. Brian Boru ha trasformato l'Irlanda saccheggiata e umiliata da Vichinghi e lotte interne a terra unita e rispettata. Un romanzo affascinante come la terra di cui narra.

    "L'Irlanda deve asso ...continua

    Epico.
    Non conoscevo le vicende di questo Re Irlandese e ne sono rimasto veramente affascinato. Brian Boru ha trasformato l'Irlanda saccheggiata e umiliata da Vichinghi e lotte interne a terra unita e rispettata. Un romanzo affascinante come la terra di cui narra.

    "L'Irlanda deve assorbire gli stranieri e farli diventare veramente parte di se stessa, far si che la amino troppo per farle del male. Hanno scelto di venire qui, e adesso è la loro terra, la stessa di quelli che si sono stabiliti qui ed hanno fatto crescere le loro famiglie sul suolo irlandese. E cosi sia. Lasciamoli essere Irlandesi, e insegneremo a tutti gli Irlandesi ad essere un unico popolo, unito e forte, non piu individui che si assalgono l'un l'altro, ma persone che lavorano insieme per fare dell'Irlanda una terra di pace e di ricchezza. E' l'unico modo per lasciare ai nostri figli un futuro che valga la pena di essere vissuto"
    Brian Boru

    ha scritto il 

  • 4

    Quando lo vedi tremi un secondo perché è un libro grosso così, ma se hai abbastanza forza fisica da sollevarlo scopri che la lettura scorre veloce tra una giornata nelle campagne e nei castelli (quelli nei castelli sono più fortunati) e qualche scontro con asce e spade. Si danno botte da orbi e i ...continua

    Quando lo vedi tremi un secondo perché è un libro grosso così, ma se hai abbastanza forza fisica da sollevarlo scopri che la lettura scorre veloce tra una giornata nelle campagne e nei castelli (quelli nei castelli sono più fortunati) e qualche scontro con asce e spade. Si danno botte da orbi e il vincitore si becca il trono d'Irlanda. Sarà che adoro il periodo storico e l'Irlanda, ma la lettura è stata evocativa: sembra di sentire le grida sui campi di battaglia e l'odore di birra nelle taverne. L'ho apprezzato per la lettura semplice ma non banale. Imperdibile per gli appassionati del genere e per chiunque voglia ingrossarsi i bicipiti. Devo ancora decidere se il protagonista è simpatico o no.

    ha scritto il 

Ordina per