Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il leone ha tre volti

Di

3.8
(6)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 377 | Formato: Altri

Isbn-10: 8856738732 | Isbn-13: 9788856738735 | Data di pubblicazione: 

Genere: Fiction & Literature , History , Mystery & Thrillers

Ti piace Il leone ha tre volti?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    AVVENTURA, STORIA, CULTURA, ARCHEOLOGIA

    Un’avventura affascinante quella raccontata in questo libro, attraverso culture e paesi diversi, in cui sono riuscita anche ad immedesimarmi, perché l’idea di un tesoro nascosto in riferimento all’archeologia non è poi così assurda!

    http://www.naufragio.it/iltempodileggere/15464

    ha scritto il 

  • 0

    Quando ho realizzato di cosa avrebbe parlato il romanzo non ho potuto fare a meno di divorarlo. Adoro l'archeologia! Di tempo ne è passato, ma se me lo ricordo bene vuol dire che mi ha colpito. MI è piaciuta l'idea dei tre punti di vista, anche se la cosa porta ad inevitabili ripetizioni, ma l'id ...continua

    Quando ho realizzato di cosa avrebbe parlato il romanzo non ho potuto fare a meno di divorarlo. Adoro l'archeologia! Di tempo ne è passato, ma se me lo ricordo bene vuol dire che mi ha colpito. MI è piaciuta l'idea dei tre punti di vista, anche se la cosa porta ad inevitabili ripetizioni, ma l'idea è geniale e ben strutturata. Tra l'altro, per un uomo non è mica facile calarsi nei panni di una donna, e all'autore la cosa è ben riuscita. In certi momenti me la sono risa di gusto per come i personaggi la vedevano diversamente su tante cose (un po' come nella vita di tutti i giorni), la trama è avvincente e la lettura veloce: ha un po' del buon vecchio Indiana Jones, con tutto il rispetto per il mitico Ford. Se lo consiglio? Si, piacevole romanzo d'avventura che puo tranquillamente tenere compagnia al lettore di genere e non.

    ha scritto il 

  • 4

    Si resta un po' perplessi quando, all'inizio, ci si rende conto che la storia è raccontata dai tre principali personaggi alla stregua di un diario in cui ognuno esprime i propri pensieri riguardo ai fatti e alle avventure che in prima persona vive. Questo porta inevitabilmente alla ripetizione di ...continua

    Si resta un po' perplessi quando, all'inizio, ci si rende conto che la storia è raccontata dai tre principali personaggi alla stregua di un diario in cui ognuno esprime i propri pensieri riguardo ai fatti e alle avventure che in prima persona vive. Questo porta inevitabilmente alla ripetizione di parte di quanto accade ma visto con l'ottica di ciascuno di loro; il racconto, pertanto, risulta essere leggermente ridondante ma resta comunque accattivante e coinvolgente.
    Il libro narra la ricerca di un tesoro, con personaggi un po' ingenui che talvolta risultano essere ai limiti della credibilità: simpatici e ingenui i buoni, odiosi e perfidi i cattivi.
    Un libro ben descritto e che si legge bene.

    ha scritto il 

  • 4

    “Il leone ha tre volti”di Maurizio Zucchi mi ha piacevolmente stupito per come è scritto. Infatti la trama, tre archeologi in cerca di un tesoro nascosto, viene raccontata direttamente dai tre personaggi in prima persona, ognuno di loro espone il suo punto di vista e mi ha ricordato il meraviglio ...continua

    “Il leone ha tre volti”di Maurizio Zucchi mi ha piacevolmente stupito per come è scritto. Infatti la trama, tre archeologi in cerca di un tesoro nascosto, viene raccontata direttamente dai tre personaggi in prima persona, ognuno di loro espone il suo punto di vista e mi ha ricordato il meraviglioso “la quarta verità” di Iain Pears.
    C'è del ritmo in questo libro, cosa rara per uno scrittore emergente e questo mi ha piacevolmente colpito, anche se in alcuni punti l'autore si dilunga un po' troppo.
    Sono appassionata di storia antica e per questo ho apprezzato moltissimo i vari riferimenti a civiltà, luoghi e culture ormai perdute.
    La storia che si dipana tra la Siria, la Grecia e la Turchia mi ha coinvolto e il finale mi è proprio piaciuto.
    Complimenti all'autore.

    ha scritto il 

  • 0

    Lettura davvero piacevole. La scrittura è scorrevole, non è ripetitiva e non stanca. Ho trovato piacevole la particolare divisione in tre "voci", i tre punti di vista diversi dei tre protagonisti principali,a tratti persino divertente. Mi è sembrata anche abbastanza originale questa tecnica, per ...continua

    Lettura davvero piacevole. La scrittura è scorrevole, non è ripetitiva e non stanca. Ho trovato piacevole la particolare divisione in tre "voci", i tre punti di vista diversi dei tre protagonisti principali,a tratti persino divertente. Mi è sembrata anche abbastanza originale questa tecnica, per come è stata applicata. L'ho letto grazie ad una catena di lettura, e già che c'era ne ha approfittato anche mia madre, che ha trovato la storia di per sè piacevole, e lo stile scorrevole, alla fine il libro le è piaciuto, ma a lei non è piaciuta la divisione in tre voci, l'ha trovata un pochino pesante in certi punti.

    ha scritto il 

  • 3

    La lettura è iniziata con qualche perplessità, ma ben presto ho preso confidenza con i personaggi e sono entrata nella storia.
    La prima parte l'ho trovata un po' lenta mentre invece ha preso una piega più rapida man mano che la ricerca dei personaggi volgeva al termine. Devo ammettere, con ...continua

    La lettura è iniziata con qualche perplessità, ma ben presto ho preso confidenza con i personaggi e sono entrata nella storia.
    La prima parte l'ho trovata un po' lenta mentre invece ha preso una piega più rapida man mano che la ricerca dei personaggi volgeva al termine. Devo ammettere, con mia grande sorpresa, che il personaggio femminile più di una volta avrei voluto strozzarlo! Però è proprio vero che a volte noi donne siamo insopportabili! Povero Ruggero.
    La parte migliore del romanzo è sicuramente il finale che ho trovato pieno di sorprese e rivelazioni, oltre alla conferma che certe persone cadono sempre in piedi.
    Leggere questa storia è stato un po' come un viaggio e la parte più interessante di questo viaggio sono le persone particolari incontrate.
    Penso però che il libro potrebbe essere un po' sfoltito.
    Consiglio la lettura a chi sia appassionato di storia, archelogia e un pizzico di avventura.

    ha scritto il 

  • 4

    forse non è proprio da 4 stelle, ma è stato piacevole leggerlo. La scrittura è veloce, mai ridondante o almeno così mi è sembrato. Ho fatto un po' fatica all'inizio perché la storia è a tre voci, tutte in prima persona, e questo aspetto spezza la continuità della narrazione, ma via via che progre ...continua

    forse non è proprio da 4 stelle, ma è stato piacevole leggerlo. La scrittura è veloce, mai ridondante o almeno così mi è sembrato. Ho fatto un po' fatica all'inizio perché la storia è a tre voci, tutte in prima persona, e questo aspetto spezza la continuità della narrazione, ma via via che progredivo nella lettura, leggere i punti di vista differenti mi piaceva sempre di più. Il personaggio di Adriana forse non è molto credibile, la fatalona che riesce a circuire il mondo intero, è un po' caricato, ma, e mi ripeto, nell'insieme è stato piacevole

    ha scritto il