Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il libro dei cinque anelli

Di

Editore: Edizioni Mediterranee

3.9
(624)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 143 | Formato: Copertina morbida e spillati | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Giapponese , Spagnolo

Data di pubblicazione: 

Curatore: Luigi Coppé

Disponibile anche come: Paperback , Altri , Tascabile economico

Genere: Education & Teaching , Non-fiction , Philosophy

Ti piace Il libro dei cinque anelli?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 1

    Anziché immancabile in una biblioteca, io lo trovo superfluo!

    Per quanti sforzi faccia di immedesimarmi in una cultura orientale, non riesco a credere che all'interno di queste pagine si trovi alcuna 'dritta' da ritenersi attuale per la vita di tutti i giorni. I ...continua

    Per quanti sforzi faccia di immedesimarmi in una cultura orientale, non riesco a credere che all'interno di queste pagine si trovi alcuna 'dritta' da ritenersi attuale per la vita di tutti i giorni. Il motto presente sulle note, che 'quando Myamoto parla, Wall street ascolta' è semplicemente ridicolo...
    Libercolo di poche pagine scritte a caratteri cubitali, si legge in poche ore.

    ha scritto il 

  • 3

    Musashi è stato un "guerriero errante" per buona parte della sua vita, eccezionalmente aggressivo, si è fatto pochi scrupoli nell'uccidere gli avversari in duello - per quale ragione profonda lo faces ...continua

    Musashi è stato un "guerriero errante" per buona parte della sua vita, eccezionalmente aggressivo, si è fatto pochi scrupoli nell'uccidere gli avversari in duello - per quale ragione profonda lo facesse (di per sé la sua eccessiva aggressività non spiega la volontà omicida, tant'è che nel suo stesso testo dice che qualunque sia la ragione e chiunque sia a farlo, uccidere un essere umano rimane sempre e comunque omicidio). Sul finire della sua vita è stato intellettuale e maestro d'armi. Questo libro mi sembra sia scritto nel periodo più "felice" del suo divenire sedentario, alla corte di un signore feudale. Il primo libro, quello della terra, ha valenza generale e illustra in modo abbastanza chiaro la sua visione delle cose, in una visione sì spirituale, ma al contempo lontana dalla religione giapponese del periodo. I restanti libri sono elenchi di metodi e strategie di combattimento in corpo a corpo con le lame.

    ha scritto il 

  • 3

    Mi aspettavo molto di più

    considerato quando mi è piaciuto Haga-Kure.
    Può darsi che semplicemente il Giappone sia meno nelle mie corde di quanto pensassi.
    Strano però che il curatore mai nomini Haga-Kura. C'è da dire che lìint ...continua

    considerato quando mi è piaciuto Haga-Kure.
    Può darsi che semplicemente il Giappone sia meno nelle mie corde di quanto pensassi.
    Strano però che il curatore mai nomini Haga-Kura. C'è da dire che lìintera biblbiografia consiste solo di libri scritti e/o curati e/o tradotti dal curatore dell'opera :-)

    ha scritto il 

  • 4

    Un libro para estudiar y releer, interesante y curioso, aunque requiere de un cierto tiempo para encajar los conceptos y entenderlos, un libro sobre estrategia visto desde el punto de vista personal y ...continua

    Un libro para estudiar y releer, interesante y curioso, aunque requiere de un cierto tiempo para encajar los conceptos y entenderlos, un libro sobre estrategia visto desde el punto de vista personal y con algo de táctica

    ha scritto il 

  • 2

    Recensendo il Libro dei Cinque Anelli avrei voluto dire cose del tipo: “c’è più verità in una singola riga di Musashi che in tutta la letteratura di genere” oppure “un libro assoluto che trascende il ...continua

    Recensendo il Libro dei Cinque Anelli avrei voluto dire cose del tipo: “c’è più verità in una singola riga di Musashi che in tutta la letteratura di genere” oppure “un libro assoluto che trascende il tempo e il luogo ergendosi a strumento di comprensione della vita, di ogni forma di vita, e di tutto ciò che siamo disposti a definire reale.” Cose di questo tipo, tali erano le mie aspettative nei confronti di un libro definito da innumerevoli lettori come una delle più importanti opere di filosofia orientale, storia, arti marziali ed altre arti varie ed eventuali ecc. ecc.
    Di fatto non è così, o meglio, che ci sia del vero, del chiaro e dell’assoluto, in questo libro, è inopinabile, ma è altrettanto vero che quanto dice Musashi è assolutamente, e se volete anche chiaramente, fine a se stesso. I libro dei cinque anelli non è altro che un elenco ordinato di postulati seguiti da relativa spiegazione, a onor del vero non sempre così chiara e dettagliata, circa le tecniche fisiche e psicologiche da utilizzare in un duello con la spada. E non è neppure corretto definirle tecniche, sono più che altro tracce, massime, suggerimenti. Certo si parla anche di approccio psicologico allo scontro, di disposizione mentale, verrebbe dunque istintivo per estensione far combaciare i precetti della via del Hehio alla vita di tutti i giorni: come affronti il nemico in singolar tenzone, così affronti le avversità della vita quotidiana, verrebbe…ma sarebbe un volo di fantasia. Di fatto ad ogni consiglio, ad ogni precetto, si ritorna sempre lì, al combattimento, meglio attaccare subito che aspettare l’avversario oppure meglio attenersi a sole cinque posizioni di guardia che tentarne altre ecc. ecc., benissimo ma affermare che queste singole frasi trovino costantemente riscontro nelle migliaia di sfaccettature della poliedrica esistenza comune è mancare di obbiettività. E’ giusto attenersi a qualche linea guida principale, alcuni lo chiamano codice di comportamento, alcuni morale, alcuni deontologia, coerenza, sanità mentale perfino, ma da qui a dire che le norme scritte da Musashi si applicano ad ogni aspetto della nostra vita, che i suoi insegnamenti, finalizzati alla sconfitta, all’uccisione, del nemico siano utilizzabili indiscriminatamente in ogni situazione concreta e pratica della vita moderna, be suona un po’ eccessivo.
    Niente di male, dunque se si considera il libro un buon documento storico della mentalità dell’epoca, una sorta di saggio folkloristico, un pittoresco estratto della società giapponese seicentesca, ma se invece lo si tiene da conto come il trouble shooter delle vicissitudini quotidiane, il vademecum dell’uomo moderno, o vi chiamate Bruce Lee e andate per strada a mietere vittime o avete una bella sindrome di Peter Pan…spesso le due possibilità coincidono.
    Il libro dei Cinque Anelli di Miyamoto Musashi, è accattivante, storicamente interessante e forse in certi passaggi anche ispirato, ma senza dubbio rimane fine a se stesso, inapplicabile nel dojo per mancanza di specificità e inapplicabile nella vita quotidiana per…be perché se Dio vuole ci siamo evoluti e, nonostante certi ausiliari del traffico ci spingano a regredire al medioevo, non andiamo più in giro a sanare torti e redimere coscienze a colpi di katana, o almeno così si spera.
    Nel ventiduesimo giorno, del quinto mese, del dodicesimo anno del 2000.
    A Milano,
    Chuck Norris (a no scusate Paolo Pizzi)

    ha scritto il 

  • 3

    Terribilmente affascinante.

    È sempre una cosa terribilmente affascinante leggere le testimonianze di un uomo dell'antichità.
    Con questo libro si riesce ad avvicinarsi alla cultura antica giapponese e all'arte della guerra..
    Tutt ...continua

    È sempre una cosa terribilmente affascinante leggere le testimonianze di un uomo dell'antichità.
    Con questo libro si riesce ad avvicinarsi alla cultura antica giapponese e all'arte della guerra..
    Tutti i suoi insegnamenti, se letti con attenzione, possono rivelarsi validi per affrontare l'eaistenza in generale.

    ha scritto il 

  • 3

    notevole, sebbene la sua filosofia sia meno concreta de "l'arte della guerra". per un occidentale è decisamente di più semplice accesso l'opera di sun tzu. sinceramente credevo che avrei apprezzato di ...continua

    notevole, sebbene la sua filosofia sia meno concreta de "l'arte della guerra". per un occidentale è decisamente di più semplice accesso l'opera di sun tzu. sinceramente credevo che avrei apprezzato di più lo scritto di musashi. ma non sono mai stato un fanatico di filosofia, di nessun tipo. forse sono solo troppo superficiale per poterlo apprezzare di più.

    ha scritto il 

  • 5

    Vita e via del samurai..

    Un piccolo estratto:

    Compiere un viaggio
    To o kosu to iu koto)

    All'espressione "compiere un viaggio" si possono paragonare tantissime situazioni difficili che capitano nel corso della vita umana. Per ...continua

    Un piccolo estratto:

    Compiere un viaggio
    To o kosu to iu koto)

    All'espressione "compiere un viaggio" si possono paragonare tantissime situazioni difficili che capitano nel corso della vita umana. Per affrontare un viaggio bisogna sapere pilotare e conoscere più informazioni possibili circa la rotta, le possibilità del mezzo su cui viaggiamo e le condizioni metereologiche.
    Per attraversare la vita è spesso necessario avere le stesse qualità del pilota, infatti ci sono molte circostanze in cui sono richieste volontà ed energia proprio come se si dovesse intraprendere un viaggio. [..]

    NOTA: trovato su internet tempo fa ma non so se è l'edizione integrale..

    ha scritto il 

  • 3

    Diciamo che il libro ha spunti interessanti, mi piace il Giappone e la cultura giapponese in generale per cui non sono nuovo ai punti evidenziati nel libro.
    Mi lascia perplesso leggere commenti dove v ...continua

    Diciamo che il libro ha spunti interessanti, mi piace il Giappone e la cultura giapponese in generale per cui non sono nuovo ai punti evidenziati nel libro.
    Mi lascia perplesso leggere commenti dove vengono evidenziati significati "profondi" in quanto sembra una lista di mosse, posizioni ed atteggiamenti di combattimento e di apprendimento che poco si trasportano nella vita di tutti i giorni.
    Probabilmente una rilettura futura rivelerà significati a me nascosti

    ha scritto il 

Ordina per