Il libro dell'inquietudine

Di

Editore: Newton Compton Editori

4.4
(3413)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 321 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Chi semplificata , Portoghese , Chi tradizionale , Tedesco , Francese , Catalano , Olandese , Ungherese

Isbn-10: 8854105910 | Isbn-13: 9788854105911 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Piero Ceccucci , Orietta Abbati

Disponibile anche come: eBook , Altri , Copertina rigida

Genere: Biografia , Narrativa & Letteratura , Filosofia

Ti piace Il libro dell'inquietudine?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Il testo contiene le centinaia di riflessioni del celebre eteronimodell'autore, Bernardo Soares, raccolte in maniera disordinata e "aperta":tragico, ironico, profondo e irrequieto, Soares riflette sulla vita, sullamorte e sull'anima, ma anche sulle sue memorie più intime e sullo scorrere deltempo, sui colori e le emozioni che osserva intorno a sé e dentro di sé.
Ordina per
  • 5

    esistenzialista

    Straordinario Pessoa nel descrivere con tale precisione e lucidità moti dell'anima che per la stra grande maggioranza delle persone sono difficilissimi anche solo da cogliere in modo semi cosciente ...continua

    Straordinario Pessoa nel descrivere con tale precisione e lucidità moti dell'anima che per la stra grande maggioranza delle persone sono difficilissimi anche solo da cogliere in modo semi cosciente

    ha scritto il 

  • 5

    ..................................

    Sogno, pensiero, memoria, vita, morte, realtà, sonno, sofferenza, indifferenza, immaginazione, solitudine, dettagli, luce e ombra, volontà, dubbi, dubbi sui dubbi...
    Sono scritti che non si possono de ...continua

    Sogno, pensiero, memoria, vita, morte, realtà, sonno, sofferenza, indifferenza, immaginazione, solitudine, dettagli, luce e ombra, volontà, dubbi, dubbi sui dubbi...
    Sono scritti che non si possono definire. Una qualunque descrizione efficiente esula dalle mie competenze. Tutto ciò che ho letto prima è impallidito.

    Si può spiegare un'anima?

    ha scritto il 

  • 4

    Non si legge certo tutto d'un fiato, incalzati da un intreccio travolgente. Sta tra il diario dell'anima e la poesia in prosa. Di bellezza sconvolgente le descrizioni della pioggia, della luce, delle ...continua

    Non si legge certo tutto d'un fiato, incalzati da un intreccio travolgente. Sta tra il diario dell'anima e la poesia in prosa. Di bellezza sconvolgente le descrizioni della pioggia, della luce, delle stagioni di Lisbona, città che amo e dove ora vorrei tornare per guardarla con occhi diversi.

    ha scritto il 

  • 2

    Da leggere davanti ad un camino o in vasca da bagno fa molto intellettuale... ma la verità è che questo libro tanto è scritto bene, quanto è insostenibile.
    E' un lungo martirio all'interno di quel lab ...continua

    Da leggere davanti ad un camino o in vasca da bagno fa molto intellettuale... ma la verità è che questo libro tanto è scritto bene, quanto è insostenibile.
    E' un lungo martirio all'interno di quel labirinto che è il cervello di Pessoa. E' fantastico, perchè è facile ritrovarsi in molti pensieri e perchè riesce a mettere nero su bianco delle sensazioni spesso difficili da descrivere. Ma che pesantezza... 280 pagine di inconcludente fatica

    ha scritto il 

  • 5

    "Il libro dell'inquietudine". Universale e prezioso.

    Un libro in frammenti. Un diario. Un’autobiografia senza fatti, come la definisce lo stesso Bernardo Soares. Confessioni che vengono dal subconscio, che scaturiscono dalle domande e dalla continua att ...continua

    Un libro in frammenti. Un diario. Un’autobiografia senza fatti, come la definisce lo stesso Bernardo Soares. Confessioni che vengono dal subconscio, che scaturiscono dalle domande e dalla continua attività di indagine che Soares compie su se stesso e su se stesso nel mondo. Da leggere e rileggere.
    La recensione (di questo libro e dei miei libri preferiti di sempre) continua sul canale youtube LaprospettivadellaRana a questo link:
    https://www.youtube.com/watch?v=RcH_qAyFKCQ

    ha scritto il 

  • 5

    “La mia anima è una misteriosa orchestra; non so quali strumenti suoni e strida dentro di me; corde e arpe, timballi e tamburi. Mi conosco come una sinfonia.”

    Si può spiegare un’anima? E’ una cosa impossibile.
    Il libro dell’inquietudine è un lungo diario epistolare di Bernardo Soares, alter-ego dello scrittore, un umile e anonimo contabile che racconta la s ...continua

    Si può spiegare un’anima? E’ una cosa impossibile.
    Il libro dell’inquietudine è un lungo diario epistolare di Bernardo Soares, alter-ego dello scrittore, un umile e anonimo contabile che racconta la sua vita, le sue inquietudini, il suo dolore interiore.
    E’ difficile leggerlo e soprattutto comprenderlo per coloro che guardano alla vita e alle cose solo con frivolezza e superficialità(infatti ho letto che in molti l’hanno abbandonato dopo poche pagine), questo è un libro di una bellezza sconvolgente, profondo, onirico, a tratti anche surreale.
    Certo ammetto che in alcuni periodi la scrittura è quella di un depresso la cui unica aspirazione nella vita è solo quella di andarsene da questo infame mondo, ma altro non è che un riflesso delle tante innumerevoli sfaccettature dell’anima umana.
    Come ho scritto sopra è difficile da recensire, è un libro che va letto, che va capito e apprezzato.
    Un libro unico nel suo genere. Solo un’anima sensibile ed emotiva saprà apprezzarlo appieno.

    “In ogni goccia di pioggia la mia vita fallita piange nella natura. C’è un po’ della mia inquietudine nel gocciolio, nelle raffiche attraverso le quali la tristezza della giornata si rovescia inutilmente sulla terra.”

    ha scritto il 

  • 1

    Ho iniziato a leggere questo libro con una certa aspettativa, forse questo ha condizionato negativamente la mia lettura. In ogni caso il libro è risultato ai miei occhi ripetitivo, noioso, manierato. ...continua

    Ho iniziato a leggere questo libro con una certa aspettativa, forse questo ha condizionato negativamente la mia lettura. In ogni caso il libro è risultato ai miei occhi ripetitivo, noioso, manierato. Non è tanto perchè non esiste una storia, una narrazione, ma soprattutto perchè è lo stile ad essere chiuso su se stesso, pieno zeppo di frasi inutilmente retoriche, ottime per citazioni da facebook, a tratti anche interessanti, ma di fatto senza il supporto di una struttura di pensiero davvero creativa. Il senso di noia decadente che trasuda è ben sottolineato dallo stesso narratore in più punti. Egli stesso nota il suo girare in tondo, l'inutilità di proseguire ulteriormente un testo che avrebbe beneficiato di una maggiore brevità.

    ha scritto il 

Ordina per