Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il libro dell'inquietudine

Di

Editore: Newton Compton (Grandi tascabili economici, 540)

4.4
(3265)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 321 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Chi semplificata , Portoghese , Chi tradizionale , Tedesco , Francese , Catalano , Olandese , Ungherese

Isbn-10: 8854117293 | Isbn-13: 9788854117297 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Piero Ceccucci , Orietta Abbati ; Curatore: Piero Ceccucci

Disponibile anche come: eBook , Altri , Copertina rigida

Genere: Biography , Fiction & Literature , Philosophy

Ti piace Il libro dell'inquietudine?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Il libro dell’inquietudine di Fernando Pessoa – le centinaia di riflessioni del più celebre eteronimo dell’autore, Bernardo Soares, raccolte in maniera disordinata e “aperta”, in una sorta di “zibaldone” – viene qui pubblicato per la prima volta in una versione inedita, curata dal lusitanista accademico Piero Ceccucci. Tragico, ironico, profondo e irrequieto, Soares riflette sulla vita, sulla morte e sull’anima, ma anche sulle sue memorie più intime e sullo scorrere del tempo, sui colori e le emozioni che egli osserva intorno e dentro di sé. Figura tragica e imprescindibile del nostro Novecento, Soares alias Pessoa scrive del proprio dolore con onestà e con una forza comunicativa che, nonostante l’incredibile delicatezza, riesce a tratti violenta e struggente. Soares il fragile, l’acuto, il silenzioso, abita la vita nei suoi toni più grigi, eppure l’ama come un vizio, come una droga, come una passione a cui non ci si può sottrarre, alla ricerca di un equilibrio perduto che, suo malgrado, non troverà. Un capolavoro della letteratura mondiale.

«Devo scegliere tra cose che detesto – o il sogno, che la mia intelligenza ricusa, o l’azione, che alla mia sensibilità ripugna; l’azione, per la quale non sono nato, o il sogno, per il quale nessuno è nato. Così, siccome detesto entrambi, non scelgo; ma, poiché ad un certo momento, devo sognare o agire, mescolo una cosa con l’altra.»
Ordina per
  • 3

    Lettura molto sofferta: ho impiegato molti mesi per terminarlo. Inizialmente pensavo di ritenerlo noioso e prolisso ma il vero motivo per cui l'ho spesso abbandonato è un altro: ho scelto inconsciamen ...continua

    Lettura molto sofferta: ho impiegato molti mesi per terminarlo. Inizialmente pensavo di ritenerlo noioso e prolisso ma il vero motivo per cui l'ho spesso abbandonato è un altro: ho scelto inconsciamente di leggerlo in piccole dosi. Questo libro è molto arricchente ma genera inquietudine e mostra la vita come in un negativo fotografico.

    ha scritto il 

  • 5

    Esistenzialismo come se piovesse

    Ho,con difficoltà, messo la spunta su "finito" ma è stata solo una prima passata.In realtà che questo libro mi resterà sempre accanto,credo.

    ha scritto il 

  • 5

    BEST BOOK 2015

    Pessoa non è soltanto LO scrittore portoghese ma - citando un certo Mourinho - come Amalia Rodriguez ed Eusebio, lui E' il Portogallo ed è capace di esserlo anche solo in una frase:

    "Ho fatto naufragi ...continua

    Pessoa non è soltanto LO scrittore portoghese ma - citando un certo Mourinho - come Amalia Rodriguez ed Eusebio, lui E' il Portogallo ed è capace di esserlo anche solo in una frase:

    "Ho fatto naufragio senza tempesta in un mare nel quale si tocca il fondo con i piedi."

    ha scritto il 

  • 5

    Frasi dal libro

    “Nostalgia! Ho nostalgia perfino di ciò che non è stato niente per me, per l’angoscia della fuga del tempo e la malattia del mistero della vita. Volti che vedevo abitualmente nelle mie strade abituali ...continua

    “Nostalgia! Ho nostalgia perfino di ciò che non è stato niente per me, per l’angoscia della fuga del tempo e la malattia del mistero della vita. Volti che vedevo abitualmente nelle mie strade abituali: se non li vedo più mi rattristo; eppure non mi sono stati niente, se non il simbolo di tutta la vita.”
    https://frasiarzianti.wordpress.com/2015/01/29/il-libro-dellinquietudine-di-bernardo-soares-f-pessoa/

    ha scritto il 

  • 5

    Il libro dell'inquietudine di Bernardo Soares

    Scrivere di questo libro non è facile, perché si rischia di essere banali. Scrivere di questo libro senza guardare a tutta l'opera di Pessoa, si rischia di essere banali. Scrivere di questo libro senz ...continua

    Scrivere di questo libro non è facile, perché si rischia di essere banali. Scrivere di questo libro senza guardare a tutta l'opera di Pessoa, si rischia di essere banali. Scrivere di questo libro senza conoscere la biografia di Pessoa, si rischia di essere banali. Se continuo così rischio di essere banale......

    ha scritto il 

  • 5

    Ne parla molto bene Andrea Inglese in questo articolo che consiglio http://www.nazioneindiana.com/2011/09/29/l%E2%80%99ambigua-familiarita-del-libro-dell%E2%80%99inquietudine/

    ha scritto il 

  • 4

    La più alta Poesia in questo romanzo prende la forma di prosa. Pessoa traccia la mappa interiore del sentire di Bernardo Soares, una mappa discontinua e confusa, eppure a tratti persino troppo raziona ...continua

    La più alta Poesia in questo romanzo prende la forma di prosa. Pessoa traccia la mappa interiore del sentire di Bernardo Soares, una mappa discontinua e confusa, eppure a tratti persino troppo razionale e logica.
    La depressione e l'inquietudine di un uomo che scrive un diario di non-memorie, in quanto la sua marginalità nel mondo e agli eventi rendono la sua esistenza una non-vita, diventano protagoniste del romanzo in un universo solipsista, a discapito del personaggio principale che è semplice strumento stilistico.
    Elegante, raffinato, pulito (se si può usare come termine per descrivere un romanzo).
    Piacevole e malinconico quanto solo un'uggiosa domenica novembrina può essere.

    ha scritto il 

  • 5

    Sono per caso entrata in libreria e questo libro mi è per caso finito tra le mani. Non avevo intenzione di comprarlo, ma l'ho fatto, e mai scelta fu più giusta. Chi si aspetta un libro dalla trama avv ...continua

    Sono per caso entrata in libreria e questo libro mi è per caso finito tra le mani. Non avevo intenzione di comprarlo, ma l'ho fatto, e mai scelta fu più giusta. Chi si aspetta un libro dalla trama avvincente ne rimarrà deluso perchè, effettivamente,una trama non c'è. Ma le riflessioni che vi sono contenute meritano assolutamente di essere lette, almeno una volta. Mi è capitato rarissime volte di immedesimarmi con i pensieri di un autore,quindi in questo caso sono rimasta piacevolmente sorpresa,dato che tutto quello che c'è scritto lo penso anche io. Purtroppo è un libro alquanto triste,(ci sarebbe bisogno di una dose di adrenalina ad ogni pagina) che mette in luce il pessimismo, l'apatia e l'"incapacità" del protagonista di riuscire a trovare un vero e proprio senso alla quotidianità e ,in generale, alla vita. Sarà che è ormai da troppo tempo che anche io mi ritrovo in questo stato, sarà che anche io provo un perenne ed infinito pessimismo, ma, in queste pagine, mi ci sono rivista completamente,(purtroppo). Perciò, cinque stelline meritatissime.

    ha scritto il 

Ordina per