Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il libro della giungla

Di

Editore: Piemme (I classici del Battello a vapore 3)

3.9
(1289)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 213 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Spagnolo , Francese , Chi tradizionale , Danese

Isbn-10: 8838439036 | Isbn-13: 9788838439032 | Data di pubblicazione: 

Illustratore o Matitista: Christian Broutin

Disponibile anche come: Tascabile economico , Paperback , Copertina rigida , Copertina morbida e spillati , eBook

Genere: Children , Fiction & Literature , Teens

Ti piace Il libro della giungla?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
I più grandi autori, le storie più belle della letteratuera mondiale per i giovani in una nuova proposta editoriale, con traduzioni curatissime e in un linguaggio moderno. Christian Broutin ricrea con le immagini la vita degli animali della giungla, la storia, i personaggi di Kipling, i paesaggi. Testo integrale.
Ordina per
  • 5

    Una piacevolissima sorpresa

    E' un testo che ho "schifato" per anni per puro pregiudizio per la cattiva fama di Kipling come rappresentante del colonialismo inglese dell'800. Invece ho trovato un libro molto bello, di fatto una raccolta di racconti di animali della giungla e non solo (c'è anche una foca!!!) di cui solo le pr ...continua

    E' un testo che ho "schifato" per anni per puro pregiudizio per la cattiva fama di Kipling come rappresentante del colonialismo inglese dell'800. Invece ho trovato un libro molto bello, di fatto una raccolta di racconti di animali della giungla e non solo (c'è anche una foca!!!) di cui solo le prime tre riguardano Mowgli. Le storie sono una più carina dell'altra, lo stile è semplice e gradevole. A questo punto sarei curiosa di leggere qualcos'altro di suo!

    ha scritto il 

  • 3

    Pessima edizione piena zeppa di refusi e dalla traduzione alquanto dubbia, ma il contenuto è un classico senza tempo (non per niente ha educato ed educa generazioni di lupetti nei gruppi scout!), forse il linguaggio è un po' antiquato e lo stile contorto e ripetitivo ma l'intento formativo resta ...continua

    Pessima edizione piena zeppa di refusi e dalla traduzione alquanto dubbia, ma il contenuto è un classico senza tempo (non per niente ha educato ed educa generazioni di lupetti nei gruppi scout!), forse il linguaggio è un po' antiquato e lo stile contorto e ripetitivo ma l'intento formativo resta inalterato.

    ha scritto il 

  • 0

    Yes I Know. No excuses for Rudyard Kipling and his Imperialism. His excesses of colonial times and exultation of European civilization’s superiority have to be blamed and harshly condemned. Nevertheless, I still love the Jungle Books. And I’ll love forever the creatures who inhabit this amazing ...continua

    Yes I Know. No excuses for Rudyard Kipling and his Imperialism. His excesses of colonial times and exultation of European civilization’s superiority have to be blamed and harshly condemned. Nevertheless, I still love the Jungle Books. And I’ll love forever the creatures who inhabit this amazing book.

    ha scritto il 

  • 4

    Altro classico, e dai classici qualcosa di buono non può che derivarne sempre e comunque, anche inaspettatamente: Il libro della giungla di Rudyard Kipling. Divertente e interessante leggere le avventure e le vicende di Mowgli, cucciolo d'uomo allevato dal popolo libero dei lupi, come una messa i ...continua

    Altro classico, e dai classici qualcosa di buono non può che derivarne sempre e comunque, anche inaspettatamente: Il libro della giungla di Rudyard Kipling. Divertente e interessante leggere le avventure e le vicende di Mowgli, cucciolo d'uomo allevato dal popolo libero dei lupi, come una messa in scena e decostruzione della classica dicotomia tra natura e cultura. Mowgli è un lupo? - "Io sono nato nella Giungla; io ho obbedito alla Legge della Giungla e non c'è lupo dei nostri al quale non abbia levato qualche spina dalle zampe. Essi sono i miei fratelli, non c'è dubbio!" -.Oppure è un uomo? - "Tu sei un piccolo uomo e dovrai tornare fra gli uomini, fra gli uomini che sono i tuoi fratelli. Gli altri ti odiano, perché i loro occhi non possono sostenere il tuo sguardo, perché tu sei scaltro, perché hai levato le spine dai loro piedi, perché sei un uomo" -. Ma se i lupi non lo vogliono più tra loro perché è un uomo, neanche gli uomini, tra i quali per breve tempo farà ritorno, lo vorranno a lungo con loro perché è un lupo. Così a Mowgli - scacciato tanto dal branco degli uomini quanto da quello dei lupi, a cui sono chiuse tanto la giungla quanto le barriere del villaggio - non resterà che cantare: "Come Mang vola tra le belve e gli uccelli, così io fuggo tra il villaggio e la giungla". Come Mang, il pipistrello, non è belva perché vola ma non è uccello perché ha i denti, così Mowgli non è lupo e non è uomo, ma è definito solo dalle sue azioni - "Tutta la giungla sa che io ho ucciso Shere Khan" - e in lui, nel suo cuore, convivono ambigui e contrastanti sentimenti che "si combattono come i serpenti in primavera": danza sulla pelle della tigre e ride, e insieme piange ed è ferito. Mowgli è il solo - eccezzionale vincitore della feroce mangiatrice di buoi e uomini - ed è solo - solitario, privo di fratelli, di compagnia, di appartenenza.

    ha scritto il 

  • 0

    Anche in questo caso non riesco ad andare avanti...non c'e' un motivo particolare, forse perché' questa lettura mi riporta alla mente dei ricordi dolorosi legati al mio passato e a una figura in particolare...adesso non e' il momento, quando sarò' più' tranquilla(se mai riuscirò' a esserlo), lo r ...continua

    Anche in questo caso non riesco ad andare avanti...non c'e' un motivo particolare, forse perché' questa lettura mi riporta alla mente dei ricordi dolorosi legati al mio passato e a una figura in particolare...adesso non e' il momento, quando sarò' più' tranquilla(se mai riuscirò' a esserlo), lo riprendero' senz'altro perché' merita molto...

    ha scritto il 

  • 4

    ti bastan poche briciole, lo stretto indispensabile...

    Conosco a memoria l'omonimo film di Walt Disney... ora finalmente ho anche letto il libro. Certamente per ragazzi ma piacevole anche per i più grandicelli, seppur nel genere. Tra l'altro ci sono anche storie relative ad altro, non solo a Mowgli & C. che occupa infatti solo 3 racconti su 7 (in un ...continua

    Conosco a memoria l'omonimo film di Walt Disney... ora finalmente ho anche letto il libro. Certamente per ragazzi ma piacevole anche per i più grandicelli, seppur nel genere. Tra l'altro ci sono anche storie relative ad altro, non solo a Mowgli & C. che occupa infatti solo 3 racconti su 7 (in un altro c'è la famosa mangusta Rikki-Tikki-Tavi, di cui mio padre mi narrava da piccolo...)

    ps ne ho approfittato anche per guardarmi su youtube alcuni spezzoni del film... indimenticabile!

    ha scritto il 

  • 5

    Obra maestra sin paliativos. La riqueza y calidad de estos relatos es incuestionable. Kipling tiene un enorme talento, y una gran capacidad para la fábula. En la selva y en el mundo animal, está en su elemento. Una joya de la literatura universal.

    ha scritto il 

  • 4

    Non è solo un libro per bambini ....

    ... ma è anche (o forse soprattutto) un libro per genitori. Offre molti stimoli educativi, che forse da molti non vengono colti.


    Curioso poi come il personaggio di Baloo sia stato completamente stravolto nel film. Nel libro è l'educatore, l'insegnante, nel film l'araldo dello svacco estrem ...continua

    ... ma è anche (o forse soprattutto) un libro per genitori. Offre molti stimoli educativi, che forse da molti non vengono colti.

    Curioso poi come il personaggio di Baloo sia stato completamente stravolto nel film. Nel libro è l'educatore, l'insegnante, nel film l'araldo dello svacco estremo.

    ha scritto il 

Ordina per