Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il libro segreto di Dante

Il codice nascosto della Divina Commedia

Di

Editore: Newton Compton

2.6
(687)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 255 | Formato: eBook | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo

Isbn-10: 885413225X | Isbn-13: 9788854132252 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Paperback

Genere: Fiction & Literature , History , Mystery & Thrillers

Ti piace Il libro segreto di Dante?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Chi ha ucciso Dante? Quale segreto doveva sparire con lui? Dopo la morte del poeta, la figlia, suor Beatrice, un Cavaliere Templare e un medico iniziano un'indagine per fare chiarezza sull'accaduto. Quale codice si nasconde tra le pagine della Divina Commedia? Chi voleva impedire che l'opera fosse terminata? Perché Dante aveva occultato gli ultimi tredici canti del Paradiso? E chi ha rubato il manoscritto del poema? Teoremi raffinati, intrighi complessi e personaggi oscuri si celano tra le righe dell'Inferno e del Purgatorio, come la vera identità del Veltro, o l'annuncio dell'arrivo di un enigmatico vendicatore... Sullo sfondo, un periodo storico decisivo: la crisi del Trecento, adombrata da misteri, intrecci e inquietanti interrogativi.
Ordina per
  • 1

    Che noia!

    Ma che noia di libro. Scritto malissimo e pieno di giri e rigiri per allungare un brodo ormai freddo. Davvero pessimo è sconsigliato... Non ha una trama a mio avviso

    ha scritto il 

  • 2

    Colpa mia. Sono partita per la montagna con troppi pochi libri e mi sono ritrovata, di lunedì mattina, a dover scegliere una lettura in edicola... Sapevo già che non avrei scovato un capolavoro e, all ...continua

    Colpa mia. Sono partita per la montagna con troppi pochi libri e mi sono ritrovata, di lunedì mattina, a dover scegliere una lettura in edicola... Sapevo già che non avrei scovato un capolavoro e, alla fine, questo libro offre esattamente quanto promette: una specie di giallo costruito attorno alla numerologia della Divina Commedia, condito dall'erudizione dell'autore. Tutto sommato ci si diverte pure, fatta salva la povertà della scrittura e della caratterizzazione dei personaggi. La trama è intrigante e, probabilmente, incontra il favore dei lettori tipo Codice da Vinci, offrendo un piccolo brivido di cultura a chi, normalmente, la rifugge. Insomma, lettura perdibile ma onesta.

    ha scritto il 

  • 2

    Sinceramente non un libro memorabile,abbastanza lento come svolgimento della trama e troppo riflessivo per i miei gusti. Ci sono lunghe sequenze di riflessioni interiori dei personaggi, che, se tolte, ...continua

    Sinceramente non un libro memorabile,abbastanza lento come svolgimento della trama e troppo riflessivo per i miei gusti. Ci sono lunghe sequenze di riflessioni interiori dei personaggi, che, se tolte, ci lasciano con il succo della storia che a mio parere poteva bastare benissimo. Sembra quasi che l'autore si sia sforzato di dare un'aura di mistero e di misticismo dove invece non c'è altro che un fatto storico rimaneggiato a dovere. Non una lettura entusiasmante ecco. Due stelline e mezzo...

    ha scritto il 

  • 2

    Inconsistente

    Libro difficile per chi non ha una buona conoscenza della Divina Commedia; storia confusionaria e senza alcun "succo"...libro che non ha lasciato il segno

    ha scritto il 

  • 5

    Eccezionale

    Questo libro non è secondo me scritto per chi di solito legge libricini di poco conto e di facile comprensione :) è un libro abbastanza impegnativo, dedicato a chi ama Dante e la cultura medievale, sc ...continua

    Questo libro non è secondo me scritto per chi di solito legge libricini di poco conto e di facile comprensione :) è un libro abbastanza impegnativo, dedicato a chi ama Dante e la cultura medievale, scritto da un dantista e professore universitario (ho pianto lacrime di sangue leggendo le recensioni di chi dice che è scritto male). In bilico tra realtà e finzione, il giallo di Fioretti si presenta come un best seller di Dan Brown meno "alla portata di tutti", nel quale il fil rouge è un enorme rispetto per il Sommo Poeta.

    ha scritto il 

  • 3

    il segreto

    mi sta piacendo e mi torna la voglia di rileggere il nostro sommo poeta e magari anche il trattatello che scrisse su di lui Giovanni Boccaccio. Dopo tutto al liceo lo si leggeva in fretta e male ...continua

    mi sta piacendo e mi torna la voglia di rileggere il nostro sommo poeta e magari anche il trattatello che scrisse su di lui Giovanni Boccaccio. Dopo tutto al liceo lo si leggeva in fretta e male

    ha scritto il 

  • 1

    Abbandonato praticamente subito..non sono riuscita ad entrare per niente nella storia, ambientato del 1300 ma scritto con un linguaggio e un modo che fa sembrare che la storia sia ambientata ai giorni ...continua

    Abbandonato praticamente subito..non sono riuscita ad entrare per niente nella storia, ambientato del 1300 ma scritto con un linguaggio e un modo che fa sembrare che la storia sia ambientata ai giorni nostri. Delusa da un libro che dalla quarta di copertina mi aveva invogliata fin troppo nella lettura! Sonsigliatissimo!

    ha scritto il 

  • 2

    Ma che idiozia!

    Una scemenza colossale. L'ho letto solo perché mi è capitato in casa per caso, passatemi il bisticcio, ma sapevo a cosa sarei andata incontro... Le due stelle sono motivate dalla nota conclusiva (pre- ...continua

    Una scemenza colossale. L'ho letto solo perché mi è capitato in casa per caso, passatemi il bisticcio, ma sapevo a cosa sarei andata incontro... Le due stelle sono motivate dalla nota conclusiva (pre-, postfazioni e ringraziamenti sono un mio tallone d'Achille, devo ammetterlo), in cui Fioretti si dimostra "sincero", nelle sue intenzioni, senza alcuna velleità di verità rivelata, perché il racconto in sé è in discesa, ma veramente: la parte conclusiva è davvero pessima. Tant'è, ci sono cose su cui è quasi impossibile ricamar su con successo, e Dante e la Commedia ne fanno parte.

    ha scritto il 

Ordina per