Il linguaggio prima delle parole

Come comunicare con i neonati

Di ,

Editore: Mattioli1885 (Manuali)

3.7
(3)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 190 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8862612524 | Isbn-13: 9788862612524 | Data di pubblicazione:  | Edizione 2

Traduttore: C. Mutti

Ti piace Il linguaggio prima delle parole?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
...Ogni bambino è una creatura unica e straordinaria, con i propri gusti e con la propria particolare sensibilità. Imparare a comprenderlo fin dalla nascita, cogliendo ogni aspetto della sua esperienza, è sicuramente il modo migliore per prendersi cura di lui. Questo libro, frutto dell’esperienza di due professioniste del settore, è molto di più di un semplice manuale illustrato: accompagnati da un testo semplice e da tanti utili consigli, dei veri e propri racconti per immagini catturano tutti i segreti di un rapporto molto speciale, per imparare a capirsi ancor prima delle parole

Raccomandato da:
World Health Organisation (WHO)
Worldwide Alternatives to ViolencE (WAVE)
Association for Infant Mental Health (AIMH)
National Family & Parenting Institute
The Centre for Parent and Child Support (The Munro Centre, Guy’s Hospital)
CPHVA Parent and Family Support Group
Health Research Unit, Oxford
King’s College London
National Childbirth Trust
National Council of Voluntary Child Care Organisations (NCVCCO)
The Brazelton Centre UK/USA
The National Literacy Trust (Talk to your Baby)
Parenting UK
Royal College of Midwives
The Solihull Approach
Sure Start
The Tavistock Clinic
Ordina per
  • 3

    Bello ma... manca qualcosa :-)

    Originale e molto utile l'impostazione, che accosta i racconti fotografici alle spiegazioni. Anche le poche parti di testo, soprattutto quelle che contestualizzano la genitorialità a livello psicosoci ...continua

    Originale e molto utile l'impostazione, che accosta i racconti fotografici alle spiegazioni. Anche le poche parti di testo, soprattutto quelle che contestualizzano la genitorialità a livello psicosociale e culturale, offrono spunti e interpretazioni molto interessanti e a un buon livello di approfondimento. Forse le mie aspettative, dopo aver letto la premessa, erano troppo alte: mi sarei aspettata maggior spazio ad un tema come l'allattamento (mancano del tutto i segnali tipici di fame del bambino, ad esempio, o un accenno all'allattamento a richiesta come modalità di relazione mamma-bambino); i "tempi" dati rispetto al sonno sono poco realistici e non sono messi in relazione al tipo di alimentazione; sempre sul sonno il testo, altrove sempre chiaro e scorrevole, diventa tortuoso nel volere a tutti i costi dire che le scelte genitoriali si equivalgono tutte (insomma le Autrici nel non voler - giustamente - dare giudizi di merito, non dicono chiaramente cosa ritengono fisiologico rispetto alla gestione notturna del bambino, e questo lavoro di equilibrismo politically correct mi ha dato fastidio).

    ha scritto il 

  • 5

    fantastico

    regalatoci da un'amica pochissimi giorni dopo la nascita di nostro figlio, ci ha aiutati a capire il modo di comunicare dei neonati ed è stato utilissimo nel marasma dei primi tempi, in cui tutto si s ...continua

    regalatoci da un'amica pochissimi giorni dopo la nascita di nostro figlio, ci ha aiutati a capire il modo di comunicare dei neonati ed è stato utilissimo nel marasma dei primi tempi, in cui tutto si stravolge e di fronte a un pianto ostinato ed irrefrenabile ci si sente impotenti. Lo consiglio a tutti i futuri (o neo-) genitori!

    ha scritto il