Il lupo di Wall Street

Di

Editore: Rizzoli (BUR)

3.6
(166)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 586 | Formato: eBook | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese , Chi semplificata , Portoghese , Spagnolo , Tedesco

Isbn-10: 8858667042 | Isbn-13: 9788858667040 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida

Genere: Biografia , Storia , Non-narrativa

Ti piace Il lupo di Wall Street?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 2

    Sinceramente nulla di che come libro. Certo, una vita straordinariamente al limite, ma narrata con uno stile da film americano (meglio il film di Scorsese per dire). Interessante il contesto.

    ha scritto il 

  • 4

    La meravigliosa vita dei ricchi e disfunzionali

    In molti avranno visto il film ma il libro e' ugualmente interessante anche se ha qualche momento di stanca. 500 e piu' pagine sono tante e forse troppe ma la vita di Belfort e' stata davvero caotica ...continua

    In molti avranno visto il film ma il libro e' ugualmente interessante anche se ha qualche momento di stanca. 500 e piu' pagine sono tante e forse troppe ma la vita di Belfort e' stata davvero caotica in 10 anni di pura follia edonistica è alimentata da fuori di denaro.
    Il libro si legge molto facilmente ed e' una lettura evasiva e ricca di curiosita' nei confronti di un uomo che ha vissuto nella maniera più' dissoluta che si possa immaginare.

    ha scritto il 

  • 2

    Io lo avrei intitolato 'Il maiale di Wall Street' !!!

    Il protagonista non risparmia nulla, nè a sè nè ai suoi cari; il finale era quasi logico, visti i suoi trascorsi. Personaggio poco simpatico, empatico, un maniaco in tutti i sensi, con tutte le dipend ...continua

    Il protagonista non risparmia nulla, nè a sè nè ai suoi cari; il finale era quasi logico, visti i suoi trascorsi. Personaggio poco simpatico, empatico, un maniaco in tutti i sensi, con tutte le dipendenze possibili e immaginabili; di certo non si fa il tifo per lui. Però una cosa giusta la dice: va bene a tutti, finchè tutti ci guadagnano.

    ha scritto il 

  • 3

    Un bel viaggio nell'economia "libera" al suo peggio, il resoconto divertente di una vita bruciata fra droghe, puttane e (tanti) soldi. Sulla carta tutto bene, peccato che perfino in un libro di stravi ...continua

    Un bel viaggio nell'economia "libera" al suo peggio, il resoconto divertente di una vita bruciata fra droghe, puttane e (tanti) soldi. Sulla carta tutto bene, peccato che perfino in un libro di stravizi come Il lupo di Wall Street ci siano troppi passaggi noiosetti e un senso di autocompiacimento un po' stucchevole. Carino, ma indubbiamente meglio il film di Scorsese.

    ha scritto il 

  • 3

    grottesco ma bello!

    se ti è piaciuto il film...(ed io adoro leo come attore!!!) è da leggere!!!
    rispecchia pienamente il film ,che ho visto in precedenza, e allo stesso modo l'ho seguito con grande piacevolezza! è vero, ...continua

    se ti è piaciuto il film...(ed io adoro leo come attore!!!) è da leggere!!!
    rispecchia pienamente il film ,che ho visto in precedenza, e allo stesso modo l'ho seguito con grande piacevolezza! è vero, come il film sembra surreale, ma è successo per davvero, e sia film che libro hanno saputo narrare il tutto senza essere mai ripetitivi.

    ha scritto il 

  • 3

    Esagerato, surreale, grottesco. Ma certamente più realistico della versione cinematografica. Un memoir che si ritaglia la sua fetta di gloria e storia.
    Per chi ha amato Wall Street e i film di Baz Luh ...continua

    Esagerato, surreale, grottesco. Ma certamente più realistico della versione cinematografica. Un memoir che si ritaglia la sua fetta di gloria e storia.
    Per chi ha amato Wall Street e i film di Baz Luhrmann

    ha scritto il 

  • 3

    Esagerato, surreale, grottesco. Ma certamente più realistico della versione cinematografica. Un memoir che si ritaglia la sua fetta di gloria e storia.
    Per chi ha amato Wall Street e i film di Baz Luh ...continua

    Esagerato, surreale, grottesco. Ma certamente più realistico della versione cinematografica. Un memoir che si ritaglia la sua fetta di gloria e storia.
    Per chi ha amato Wall Street e i film di Baz Luhrmann

    ha scritto il 

  • 2

    Che barba, che noia!

    E' li, sulla mia scrivania, da mesi. Proprio non riesco ad andare avanti nella lettura. Di certo, Jordan Belfort, deve ringraziare DiCaprio e Scorsese che l'hanno reso di certo più affascinante di qua ...continua

    E' li, sulla mia scrivania, da mesi. Proprio non riesco ad andare avanti nella lettura. Di certo, Jordan Belfort, deve ringraziare DiCaprio e Scorsese che l'hanno reso di certo più affascinante di quanto non abbia saputo fare egli stesso. Chissà se riuscirò mai a finirlo...

    ha scritto il 

  • 3

    Dici: l'autobiografia di un tizio che ha fatto un sacco di soldi, si è drogato tantissimo, ha commesso tutti gli illeciti possibili, ha perso tutto, Scorsese ci ha pure fatto un film, sarà un bel libr ...continua

    Dici: l'autobiografia di un tizio che ha fatto un sacco di soldi, si è drogato tantissimo, ha commesso tutti gli illeciti possibili, ha perso tutto, Scorsese ci ha pure fatto un film, sarà un bel libro! E invece no. È noiosissimo. E non è nemmeno facile essere noiosissimi mentre si racconta di gente che lancia i nani per hobby o guida strafatta un elicottero o avvolge banconote attorno al corpo di una donna nuda per farle entrare illegalmente in Svizzera. Ci vuole un talento particolare a essere così pazzescamente insulsi e ripetitivi e privi di senso della narrazione. Quindi, oh, complimenti all'autore. (Il libro non l'ho ancora finito, perché leggerlo è un po' come spingere un macigno con la testa. Magari migliorerà)

    ha scritto il