Il maestro di Pietroburgo

di | Editore: Einaudi
Voto medio di 273
| 45 contributi totali di cui 43 recensioni , 2 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
In esilio a Dresda, Dostoevskij ritorna a Pietroburgo sotto falsa identità,dopo la morte dai contorni poco chiari del figliastro. Lo scrittore sistabilisce nell'appartamento che era stato di Pavel e ossessivamente, insegueil fantasma del figli ...Continua
sandro's
Ha scritto il 04/04/18
Coetzee racconta una storia. Lui è uno scrittore e fa esattamente quello che deve fare e quello che ci si aspetta da lui: raccontare storie. Il Dosto raccontato in questa storia può anche essere distante da quello conosciuto in altre storie e in altr...Continua
Monica FattiFurbetta
Ha scritto il 11/11/17

Un romanzo molto di nicchia, pure troppo. Straziante ma per me purtroppo pesante allo stesso tempo.
Leggerò sicuramente altro di questo autore (mi hanno consigliato "Infanzia").

RosariaB.
Ha scritto il 01/12/16
Primo libro di Coetzee che leggo, e nonostante l'entusiasmo per l'argomento (se c'è Dostoevskij di mezzo si può star certi che io sia entusiasta) e tutti i migliori auspici per la lettura, devo ammettere di essere rimasta soddisfatta solo a metà. La...Continua
Morena
Ha scritto il 21/08/16
Mentre era in esilio volontario a Dresda per sfuggire i creditori (vero) Dostoevskij ritorna a Pietroburgo sotto false spoglie per indagare sulla strana morte accidentale del figliastro Pavel (vero il figlio, falsa la morte), lì incontra Nečaev un ri...Continua
Koor
Ha scritto il 06/01/14
Demoni
Far esplorare a Dostoevskij la combinatoria delle relazioni tra padre e figlio morto, in traverso la Russia anarchica, dentro stanze d'affitto con donna e bambina, su fili d'epilessia a 49 anni e moglie giovane in Germania, poveri, espone ai demoni e...Continua

sandro's
Ha scritto il Apr 04, 2018, 13:54
 Questa è la morte, la morte venuta prima del tempo, venuta per stare con lui, non per sopraffarlo o divorarlo, solo per stare con lui. È come un cane che abbia scelto di abitare con lui, un grosso cane grigio, sordo e cieco, stupido e immobile. Quan...Continua
sandro's
Ha scritto il Apr 04, 2018, 13:53
E’ questo il grande segreto delle donne, ciò che le avvantaggia rispetto a persone come noi. Loro sanno quando debbono lasciarsi andare e piangere. Noi non lo sappiamo invece, io e lei. Ce lo teniamo tutto chiuso dentro fino a che non diventa un demo...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi