Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il maestro di scherma

Di

Editore: Tropea (I Marlin)

3.8
(881)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 286 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Francese , Tedesco , Catalano , Portoghese

Isbn-10: 8843801678 | Isbn-13: 9788843801671 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Paola Tommasinelli

Disponibile anche come: Altri , Paperback

Genere: Fiction & Literature , History , Mystery & Thrillers

Ti piace Il maestro di scherma?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Il maestro Jaime Astarloa insegna un'arte nobile e antica. La scherma per lui non è un'attività atletica, ma la disciplina morale e spirituale dell'uomo d'onore. Perciò grande è il suo sconcerto, quando una giovane e bella sconosciuta bussa alla sua porta per pregarlo di accettarla come allieva. Adela de Otero sembra nata con il fioretto in pugno, sarebbe l'orgoglio di qualsiasi insegnante, e ciò che vuole dal maestro è che lui le sveli un colpo di cui pochissimi tra gli spadaccini più valenti conoscono anche solo l'esistenza.
Affascinato, il maestro di scherma accetta di allenarla, anche se intuisce che dietro una richiesta tanto peculiare si nasconde un intento segreto, forse pericoloso. Ma l'inquietudine che agita l'animo di Jaime Astarloa è solo il riflesso di quella che turba l'intera Spagna. Siamo nella Madrid del 1868, e c'è nell'aria un complotto. Corre voce che il generale Prim, esiliato dalla regina Isabella II di Spagna, stia organizzando i fuoriusciti che hanno trovato rifugio nelle maggiori città europee per fomentare una rivoluzione e portare una ventata di novità nell'angolo più conservatore d'Europa.
Un appassionante duello fra la nostalgia per gli splendori della tradizione e le seducenti promesse del futuro.
Ordina per
  • 4

    Sempre più convinta che Pérez-Reverte sia una specie di Alexandre Dumas contemporaneo. Finale che mi è parso un po' debole (forse troppo affrettato) ma libro che si divora in un baleno. Niente di innovativo o particolarmente originale, sia chiaro, semplicemente un romanzo di cappa e spada estrema ...continua

    Sempre più convinta che Pérez-Reverte sia una specie di Alexandre Dumas contemporaneo. Finale che mi è parso un po' debole (forse troppo affrettato) ma libro che si divora in un baleno. Niente di innovativo o particolarmente originale, sia chiaro, semplicemente un romanzo di cappa e spada estremamente godibile.

    ha scritto il 

  • 4

    Not bad

    Il migliore che abbia letto finora di questo autore. Resta sempre il dubbio che ci sia qualche voglia da crisi di mezza età visto che nei libri ricorre il motivo del vecchione che si fa/farebbe la bella figa. Però devo dire che in questo caso trama e intreccio riescono a prevalere sulla banalità ...continua

    Il migliore che abbia letto finora di questo autore. Resta sempre il dubbio che ci sia qualche voglia da crisi di mezza età visto che nei libri ricorre il motivo del vecchione che si fa/farebbe la bella figa. Però devo dire che in questo caso trama e intreccio riescono a prevalere sulla banalità ed il protagonista è di quelli che non se ne trovano più.

    ha scritto il 

  • 4

    Il maestro di scherma, Arturo Perez-Reverte, 1988
    Ci sono principi, regole, dettami che devono essere seguiti. Così si crede. Per rimanere se stessi, per rimanere puri.
    O sono solo condizionamenti che non permettono di districarsi nella realtà?

    ha scritto il 

  • 4

    La costanza paga

    Iniziato per scherzo, un racconto sottile e simbolico sul trovare un filo nella propria vita, sull'avere certezze, ma sull'essere sempre allerta. Ingenuità e volori.

    ha scritto il 

  • 5

    El GRAN maestro de esgrima

    Es el primer libro que leo de Pérez-Reverte y me ha parecido sensacional. Un libro corto y sencillo pero con una trama rápida que en ningún momento se hace pesada. También cabe destacar cómo recrea el autor la acción en el contexto histórico y lo interesantes que son los personajes. Es un libro d ...continua

    Es el primer libro que leo de Pérez-Reverte y me ha parecido sensacional. Un libro corto y sencillo pero con una trama rápida que en ningún momento se hace pesada. También cabe destacar cómo recrea el autor la acción en el contexto histórico y lo interesantes que son los personajes. Es un libro de lectura fácil que recomiendo y que se puede leer en cualquier tarde de aburrimiento.

    ha scritto il 

  • 4

    Esta vez sí me llevo una gran lectura con Perez Reverte. Y es que hay que pillarle el tema. Como escritor de novelas (de aventuras sobre todo) no hay dudas que es de lo mejor. Eso sí cuando encuentra un tema donde puede explayar al máximo su erudición, es inmenso.


    Aquí se sirve de un profe ...continua

    Esta vez sí me llevo una gran lectura con Perez Reverte. Y es que hay que pillarle el tema. Como escritor de novelas (de aventuras sobre todo) no hay dudas que es de lo mejor. Eso sí cuando encuentra un tema donde puede explayar al máximo su erudición, es inmenso.

    Aquí se sirve de un profesor de esgrima para dar toda una clase de retórica y sapiencia. Nos muestra a través de este thriller también el alma humana representada en el hombre de principios del S.XX.

    Lo dicho una novela más que correcta.

    ha scritto il 

  • 4

    Tenía ganas de leerlos porque me gusta la esgrima y la verdad es que aprendes sobre el tema a través de la historia y en una época en que la esgrima es una forma de defensa y de disputar. Hay partes que te cansan por ser demasiado descriptivas a mi gusto.

    ha scritto il