Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il magico mondo di Deltora - Vol. 1

Le foreste del silenzio

Di

Editore: Piemme

3.9
(93)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 160 | Formato: Altri

Isbn-10: 8838468516 | Isbn-13: 9788838468513 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: G. Carlotti

Genere: Science Fiction & Fantasy

Ti piace Il magico mondo di Deltora - Vol. 1?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Il giovane Lief parte alla ricerca della prima pietra, il topazio,accompagnato dal gigantesco Barda e da Jasmine, un'orfana cresciuta neiboschi. Ma per riconquistare la pietra i tre amici dovranno affrontare Gorl,lo spietato cavaliere che la custodisce.Età di lettura: da 9 anni.
Ordina per
  • 4

    Niente di whoa!, ma abbastanza godibile, anche se qualche luogo comune di troppo c'è. Non ho notato errori/incongruenze troppo gravi, a parte... trombe di cristallo? Il cristallo non vibrerebbe adeguatamente, indi non suonerebbe niente di musicale (o forse non suonerebbe affatto, so ...continua

    Niente di whoa!, ma abbastanza godibile, anche se qualche luogo comune di troppo c'è. Non ho notato errori/incongruenze troppo gravi, a parte... trombe di cristallo? Il cristallo non vibrerebbe adeguatamente, indi non suonerebbe niente di musicale (o forse non suonerebbe affatto, sospetto). Vabbè.
    Anche la ragazzina che a sette anni impara a vivere da sola in un giga-nido sull'albero è un po' WTF, ma da come la racconta la fanciulla, sembra sia una sorta di insegnamento/tradizione/qualcosa del suo popolo, non un brillante (e insensato) colpo di genio suo, quindi ci può anche stare.
    La storia non è niente di innovativo (neanche per sbaglio, in effetti), ma se non altro non ci sono dannatissimi elfi, niente razze da D&D, mostri nuovi e molto più inquietanti degli orchi, con cui (alleluja!) non hanno niente a che spartire, il protagonista non ha (per ora, almeno) nessun superpowah-ex-machina (anzi, nessun superpowah e basta), non è un Predestinato(TM), né un Prescelto(TM), né un gary Stu, né un accidenti di niente.
    Insomma, la buona Emily riesce a evitare più o meno tutte le peggiori piaghe che affliggono il fantasy, soprattutto "per ragazzi".

    ha scritto il 

  • 5

    Forse sarò di parte, ma questi libri (in particolare il primo) mi piacquero troppo da bambino e ancora adesso, rileggendoli, riescono a darmi le stesse sensazioni.
    Non sarà "Guerra e Pace", ma come lettura per bambini direi che è perfetta, i personaggi, ben delineati, le regole interne al m ...continua

    Forse sarò di parte, ma questi libri (in particolare il primo) mi piacquero troppo da bambino e ancora adesso, rileggendoli, riescono a darmi le stesse sensazioni.
    Non sarà "Guerra e Pace", ma come lettura per bambini direi che è perfetta, i personaggi, ben delineati, le regole interne al mondo magico di Deltora definite, eppure in discussione di libro in libro, così che il "viaggio di formazione" di Lief, Jasmine e Barda evolva con la stessa Deltora. Davveo carino.

    ha scritto il 

  • 5

    Fantasy intelligente a misura di bambino

    Il primo episodio della bella saga creata dalla scrittrice australiana Emily Rodda (pseudonimo di Jennifer Rowe).
    Una serie di avventure di ambientazione fantasy per far esplorare al piccolo (e grande) lettore le vaste lande del coraggio, dell'amicizia, della lealtà, della determinaz ...continua

    Il primo episodio della bella saga creata dalla scrittrice australiana Emily Rodda (pseudonimo di Jennifer Rowe).
    Una serie di avventure di ambientazione fantasy per far esplorare al piccolo (e grande) lettore le vaste lande del coraggio, dell'amicizia, della lealtà, della determinazione e della fortezza d'animo, senza tralasciare l'intelligenza, messa alla prova dai molti rompicapo saggiamente sparsi per la trama.

    ha scritto il 

  • 5

    Da qui tutto ha inizio

    Questa è una lettura principalmente per ragazzi, già dall'impostazione, dalle illustrazioni e dai caratteri piuttosto grandi... ma è grazie a questa saga, se ora sono un'appassionata di Fantasy. Questo libro in particolare è bello perché spiega bene la natura dei personaggi, le avventure iniziali ...continua

    Questa è una lettura principalmente per ragazzi, già dall'impostazione, dalle illustrazioni e dai caratteri piuttosto grandi... ma è grazie a questa saga, se ora sono un'appassionata di Fantasy. Questo libro in particolare è bello perché spiega bene la natura dei personaggi, le avventure iniziali sono intriganti e i protagonisti sono a dir poco meravigliosi.
    Il mio preferito è Barda *_*

    ha scritto il 

  • 5

    A me è piaciuto molto, spero che voi lo leggiate, perché ogni capitolo ti fa venire voglia di leggere il prossimo e quando lai finito, ti fa venire voglia del prossimo libro.Mi è piaciuto molto quando un dei tre ragazzi sta per morire ma dopo si salva.
    Mi è piaciuto quando lo iniziato mi a ...continua

    A me è piaciuto molto, spero che voi lo leggiate, perché ogni capitolo ti fa venire voglia di leggere il prossimo e quando lai finito, ti fa venire voglia del prossimo libro.Mi è piaciuto molto quando un dei tre ragazzi sta per morire ma dopo si salva.
    Mi è piaciuto quando lo iniziato mi annoiava ma dopo è diventato il mio libro preferito!!!!
    vi saluto Christian =)

    ha scritto il 

  • 2

    Metto un commento solo al primo libro della lunga serie(serie che non ho finito). Premesso che non disdegno i libri per ragazzi e che penso che se un libro per ragazzi è ben scritto merita anche per degli adulti, devo dire che questo è per bambini più che per ragazzi. povero e troppo sbrigativo. ...continua

    Metto un commento solo al primo libro della lunga serie(serie che non ho finito). Premesso che non disdegno i libri per ragazzi e che penso che se un libro per ragazzi è ben scritto merita anche per degli adulti, devo dire che questo è per bambini più che per ragazzi. povero e troppo sbrigativo. avventuroso, sì, ma non ha proprio niente di speciale. personalmente non posso consigliarlo...

    ha scritto il