Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il magico regno di Landover

Ciclo di Landover - Vol. 1

Di

Editore: Mondadori

3.7
(1114)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 378 | Formato: Paperback

Isbn-10: 880437649X | Isbn-13: 9788804376491 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: R. Valla

Disponibile anche come: Copertina morbida e spillati , Copertina rigida

Genere: Fiction & Literature , Romance , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Il magico regno di Landover?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un vero regno magico, con tanto di fate e maghi, in vendita a prezzo diliquidazione. A Ben Holiday sembra un'occasione da non perdere ma, una voltaeffettuato l'acquisto, il povero Ben scoprirà fin troppo presto che sarebbestato meglio pensarci due volte. Il regno è in rovina, i baroni sono inrivolta ed un terribile drago distrugge ogni cosa. Cosa potrà farel'improvvisato eroe?
Ordina per
  • 5

    secondo libro di terry brooks che leggo e posso affermare tranquillamente che non sarà di certo l'ultimo! la trama mi ha sorpreso, perchè sebbene sia condita con un po di comicità è anche molto seria quando spiega lo stato d'animo del protagonista principale; infatti quando decide di comprare il ...continua

    secondo libro di terry brooks che leggo e posso affermare tranquillamente che non sarà di certo l'ultimo! la trama mi ha sorpreso, perchè sebbene sia condita con un po di comicità è anche molto seria quando spiega lo stato d'animo del protagonista principale; infatti quando decide di comprare il magico regno di landover è un uomo che non ha più niente per cui vivere, ma una volta arrivato nel suo nuovo regno pian piano capisce cosa è realmente importante per lui! quindi a parte la trama che ho trovato molto godibile il libro è condito con quei classici stereotipi che non mi dispiace di vedere in un fantasy; adesso sono curioso di procurarmi e di leggere anche gli altri libri della saga, di certo non ho intenzione di fermarmi qui, perchè la curiosità di sapere come regnerà il protagonista è tanta e chissà quali altre avventure dovrà affrontare, e poi perchè se la storia prende ci si ritrova anche ad affezzionarsi ad alcuni dei personaggi! ;) libro quindi che mi sento di consigliare a tutti gli amanti del fantasy, davvero un bel libro! ;)

    ha scritto il 

  • 3

    tre stelle e mezzo!

    Tre stellette e mezzo, per amor di precisione!
    Un buon fantasy: tutti gli ingredienti al posto giusto (draghi, streghe, elfi, gnomi, paure da affrontare e regni da conquistare!

    ha scritto il 

  • 4

    Non saprei cosa dire se non bello.
    Forse l'inizio potrebbe sembrare un pò lento ma più si procede nella storia più si ha voglia di sapere come va a finire fino ad arrivare a divorare il libro un capitolo dopo l'altro.
    Consigliato a tutti, davvero bello.

    ha scritto il 

  • 4

    FANTASY

    Mai letto prima un romanzo Fantasy e dopo un'attenta documentazione ho deciso di provare con uno degli autori più noti del genere. Scelta ineccepibile, in pratica c'è tutto: Castelli, elfi, draghi, demoni fate e gnomi.... il genere mi piace ed il libro è consigliatissimo.

    ha scritto il 

  • 2

    Lento e a tratti noioso, soprattutto nella prima metà. È stata una fatica leggerlo tutto (e questo è stato il 3° tentativo).
    Per quasi tutta la lettura mi sono chiesta se fosse davvero lo stesso autore della saga di Shannara

    ha scritto il 

  • 1

    "Parodia di un fantasy"? Forse intendevi "parodia di un libro"

    La faccio breve. Questo romanzo è profondamente banale, e quei pochi elementi di originalità tentati maldestramente dall'autore sono talmente "sciocchini" da avermi seriamente fatto credere che forse l'errore fosse stato mio: avevo comprato un libro per bambini nell'errata convinzione che fosse u ...continua

    La faccio breve. Questo romanzo è profondamente banale, e quei pochi elementi di originalità tentati maldestramente dall'autore sono talmente "sciocchini" da avermi seriamente fatto credere che forse l'errore fosse stato mio: avevo comprato un libro per bambini nell'errata convinzione che fosse un fantasy con pretese di serietà. Ok, può succedere. Ho deciso di finirlo lo stesso, nonostante la noia mortale. Ho continuato a credere fermamente che si trattasse di un libro per bambini, e che andasse preso come tale, finchè l'autore, più o meno a pagina 170, non ha fatto comparire nella storia il primo personaggio femminile... ovvero un'elfa-ninfa fatalona, languida, tutta ignuda e tutta bagnata, che senza ragione alcuna va incontro al protagonista e dice (cito testualmente): "Prendimi, sono tua!"... Ok, ma allora non è un libro per bambini...! Stendiamo un velo pietoso sul fatto che è stato scritto probabilmente da un onanista depresso che le donne le ha conosciute solo in cartolina; ebbene, io domando, come può un libro per adulti essere scritto così male? "Sembrava il castello di Dracula" sarebbe una descrizione? Ha una trama che non sta in piedi o, al massimo, potrebbe ricordare quei filmetti per ragazzi del sabato pomeriggio; è percorso interamente da tentativi disperati dell'autore di fare dell'ironia che, davvero, non capisco chi mai potrebbero far ridere, se non giusto i bambini... Sul serio dovrei trovare divertente Questor Thews, il mago pasticcione che ha trasformato per sbaglio lo scrivano in un cane parlante? Ribadisco, forse questo libro poteva anche salvarsi, come libro per bambini dozzinale... se lo scrittore non ci avesse infilato i suoi sogni erotici... dozzinali pure quelli. Il problema è che Terry Brooks sperava di scrivere un libro serio! Ho anche cercato informazioni su internet, perché non riuscivo a capacitarmi della bruttezza di questo romanzo. Cercavo una spiegazione, così come si cercano spiegazioni di fronte a fenomeni sconcertanti. Ho scoperto così che sarebbe stata intenzione dell'autore rovesciare completamente i tradizionali schemi della fantasy, parodiandoli con garbo... Parodiandoli con garbo? Sul serio? ... Qui se Terry Brooks ha parodiato qualcosa, forse, è stato il concetto di libro...

    ha scritto il 

  • 4

    Inizia un po' lento per poi continuare nello stile fantasy più classico,con l'aggiunta di un pizzico di umorismo.
    Piacevole per svagarsi.
    Ben Holiday,avvocato sull'orlo della disperazione per la prematura scomparsa della moglie,riponde ad uno strano annuncio su un catalogo di vendita ...continua

    Inizia un po' lento per poi continuare nello stile fantasy più classico,con l'aggiunta di un pizzico di umorismo.
    Piacevole per svagarsi.
    Ben Holiday,avvocato sull'orlo della disperazione per la prematura scomparsa della moglie,riponde ad uno strano annuncio su un catalogo di vendita di un regno magico e così,dopo una breve trattativa,si ritrova a Landover,passando attraverso il regno delle fate. Qui dovrà diventarne il re,ma farsi accettare dagli abitanti del paese magico non sarà cosa facile e,anche quel trono è rivendicato da molti...
    In suo aiuto ci saranno un mago pasticcione,Questor Thews,2 coboldi assomiglianti a delle scimmie,un cane parlante,Abernathy,ex uomo vittima di uno degli incantesimi pasticciati,una silfide,Willow e il Paladino.

    ha scritto il 

  • 3

    12^ LETTURA DI GRUPPO EDICOLA & LIBRERIA: fantasy

    un fantasy fuori dagli schemi. infatti i personaggi non si prenodno molto sul serio..sono "umani" e le creature che popolano il regno fanno sorridere.


    all'inizio l'ho trovavo noioso ma poi piano piano mi ha preso. Anche se il racconto può sembrare scritto per un pubblico di bambini in rela ...continua

    un fantasy fuori dagli schemi. infatti i personaggi non si prenodno molto sul serio..sono "umani" e le creature che popolano il regno fanno sorridere.

    all'inizio l'ho trovavo noioso ma poi piano piano mi ha preso. Anche se il racconto può sembrare scritto per un pubblico di bambini in relatà i sentimenti e e la morale celata è per adulti.

    devo dire che l'ho trovato fresco originale, ideale da leggere sotto l'ombrellone. Per chi non ha troppe pretese sui fantasy..se adorate il Signore degli anelli..beh questo non credo faccia per voi, ameno che non vogliate sperimentare qualcosa di diverso.

    ha scritto il