Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il mago di Oz

Di

Editore: Edizioni Scolastiche Bruno Mondadori

4.1
(3971)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 271 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Spagnolo , Tedesco , Francese , Greco , Catalano , Olandese , Svedese , Giapponese , Portoghese

Isbn-10: 8842401471 | Isbn-13: 9788842401476 | Data di pubblicazione: 

Curatore: Silvana Ceruti ; Illustrazione di copertina: Nella Bosnia

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida , Copertina rinforzata scuole e biblioteche , Tascabile economico , Copertina morbida e spillati , CD audio

Genere: Children , Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Il mago di Oz?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Travolta da un ciclone, la piccola Dorothy si ritrova all'improvviso in un meraviglioso paese popolato da Streghe buone e cattive. Se vuole tornare a casa, deve seguire un sentiero giallo che la condurrà al misterioso regno del grande e gerribile Mago di Oz; durante il cammino affronta avventure e avversità, ma incontra anche nuovi amici, come lo Spaventapasseri, il Boscaiolo di Latta e il Leone Codardo. Quando giunge con i suoi nuovi compagni nella meravigliosa Città di Smeraldo e si ritrova al cospetto del potentissimo Mago, Dorothy gli chiede di tornare a casa, lo Spaventapasseri un cervello, il Boscaiolo un cuore e il Leone il coraggio. Ma qual è il vero potere del Mago di Oz? Età di lettura: da 10 anni.
Ordina per
  • 2

    4/10

    Sinceramente speravo di meglio, anche vista la stima personale che ho nei confronti di Baum: la trama è sconclusionata, una successione di scenette disgiunte e personaggi partoriti da un generatore ca ...continua

    Sinceramente speravo di meglio, anche vista la stima personale che ho nei confronti di Baum: la trama è sconclusionata, una successione di scenette disgiunte e personaggi partoriti da un generatore casuale inanellati alla meno peggio lungo una pista comune; la protagonista non fa letteralmente niente da sola ma viene costantemente aiutata/indirizzata da qualcun altro, con forse un'unica eccezione alla regola; l'ambientazione è disorganica e sembra inventata man mano che la storia procede; le vicende si risolvono in più casi con una facilità disarmante, "perché sì"; la scrittura è scarna all'estremo; l'unica cosa passabile è l'identità segreta del Mago, e in generale la sua linea narrativa.

    ha scritto il 

  • 5

    Sicuramente da leggere

    Il mio bimbo di 7 anni, dopo aver visto il film con Judy Garland, voleva leggerne il libro. Sicuramente merita di essere letto, è stata una riscoperta anche per me.

    ha scritto il 

  • 4

    La vera forza è dentro di noi, abbiamo già tutto ciò di cui abbiamo bisogno per andare avanti ed essere felici, noi stessi. Alcune volte ci sentiamo inadeguati di fronte alle persone e situazioni ma b ...continua

    La vera forza è dentro di noi, abbiamo già tutto ciò di cui abbiamo bisogno per andare avanti ed essere felici, noi stessi. Alcune volte ci sentiamo inadeguati di fronte alle persone e situazioni ma basta solo saper osservare o meglio, "sentire"...

    ha scritto il 

  • 4

    Dorothy

    Anche se si tratta di una favola dedicata ai bambini volevo comunque recensirla.

    È un libro che diverte in maniera spensierata senza cercare una morale finale. Però leggendo le avventure di Dorothy in ...continua

    Anche se si tratta di una favola dedicata ai bambini volevo comunque recensirla.

    È un libro che diverte in maniera spensierata senza cercare una morale finale. Però leggendo le avventure di Dorothy in questo paese di Oz in ogni passaggio riusciamo a trovarne qualcuna.
    È un posto strano pieno di personaggi bizzarri dove l’impossibile è pura realtà, Dorothy va alla ricerca della sua casa, del suo paese natale, lontana nel tempo e nello spazio dai suoi cari.
    Dorothy, la piccola bambina del Kansas, non sembra far caso alle stramberie che incontra ed agli speciali amici che nel suo mondo avrebbero destato curiosità, timore e stupore.
    Lo Spaventapasseri rappresenta una personalità giudiziosa, sebbene la sua condizione di pupazzo suggerisca il contrario.
    Il Boscaiolo di Latta, una sorta di uomo robotizzato dimostra di avere una sensibilità e una bontà d’animo senza eguali.
    Il Leone Vigliacco, animale regale e non temuto, incute più terrore e rispetto di quanto non creda.
    L’ultimo, ma non per importanza, dei personaggi principali è il meraviglioso Mago di Oz, figura amata e rispettata dal popolo, che rappresenta la forma di governo dell’insolito mondo in cui è capitata la piccola Dorothy.

    Il messaggio più importante che mi ha trasmesso questa simpatica favola è questo: dobbiamo sempre credere in noi stessi!

    Sicuramente non è un libro di spessore, ma consiglio lo stesso la lettura perché lo scrittore riesce a trasportarti in un mondo irreale, ma comunque familiare dove Dorothy non si trova mai fuori luogo.
    Indicazioni utili

    ha scritto il 

  • 4

    I musicanti di … Oz

    Dorothy, lo Spaventapasseri, il Boscaiolo di Latta e il Leone codardo decidono di andare a Brema, mentre un asino, un cane, un gatto e un gallo si incamminano lungo la strada dai mattoni gialli …
    Fran ...continua

    Dorothy, lo Spaventapasseri, il Boscaiolo di Latta e il Leone codardo decidono di andare a Brema, mentre un asino, un cane, un gatto e un gallo si incamminano lungo la strada dai mattoni gialli …
    Frank Baum nasce nel maggio del 1856 a Chittenango, nella contea di Madison, nello stato di New York. Tre anni dopo, nel 1859, a Berlino, muore Wilhelm Grimm. Nel 1863 muore Jacob Grimm. Si compie così una sorta di ideale passaggio del testimone tra i due filologi tedeschi, che hanno raccolto e rielaborato le fiabe della tradizione germanica, e l’autore della saga di Oz, che leggerà e si appassionerà leggendo le fiabe dei Grimm, per poi allontanarsene radicalmente. Nei primi decenni dell’ottocento i fratelli Grimm pubblicano una serie di fiabe (Hänsel e Gretel, Cenerentola, Cappuccetto Rosso, Biancaneve, …) che sono spesso ambientate in luoghi tetri e dove avvengono fatti terribili. Quasi cento anni dopo, nel 1900, Baum pubblica Il meraviglioso mago di Oz, fiaba gioiosa che dispensa mille avventure e, come dice Bradbury, riscalda il cuore.
    Bellissime le fiabe dei Grimm, bellissima la fiaba di Baum. Quello che farà la differenza, sarà … Judy Garland che canta … Over the Rainbow

    ha scritto il 

  • 5

    Una storia per tutti,sia per grandi che per piccoli,che scorre leggera e ti fa viaggiare con la fantasia, ti porta in mondi lontani come il ciclone ha fatto con Dorothi!!!! Chi non vorrebbe visitare i ...continua

    Una storia per tutti,sia per grandi che per piccoli,che scorre leggera e ti fa viaggiare con la fantasia, ti porta in mondi lontani come il ciclone ha fatto con Dorothi!!!! Chi non vorrebbe visitare il mondo di Oz e conoscere lo spaventapasseri che voleva un cervello, il taglia legna di latta che voleva un cuore e il leone vigliacco che cercava solo un po' di coraggio? Ho adorato questo libro è immagino anche voi!!!!!!

    ha scritto il 

Ordina per