Ha scritto il 13/06/12
... Ha un buon sapore solo quel pane che le nostre mani si guadagnano giorno dopo giorno: non uccidere mai il Mandarino! ...
  • 2 mi piace
Ha scritto il 26/05/11
"Io so il dovere di un cristiano verso se stesso. Se qusto personaggio mi avesse fatto salire sulla cima di una montagna in Palestina, in una notte di luna piena, e lì, mostrandomi città, popoli e imperi addormentati mi avesse detto ...Continua
  • 3 mi piace
Ha scritto il 15/05/11
SPOILER ALERT
Deliziosa variazione (o sviluppo, ricamo) sul quesito morale volterriano del campanello a cui è legata la vita di un cinese. Qui il protagonista, Teodoro, "travet" di un ministero portoghese, viene tentato e abbocca. Poi, tra noia e rimorso, è ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 24/02/10
Del 1880. Pubblicato da Rizzoli nel 1953. Simpatico racconto su cosa succede quando si ereditano milioni e si diventa un nababbo. Ironico ma anche triste.
  • 1 mi piace
Ha scritto il 19/09/08
Una provocazione: se, suonano un campanello potessi causare la morte di un ricco estraneo (un mandarino cinese, per dire, inutile, vecchio e gottoso), ereditandone le fortune, cosa farei? Vien da rispondere "non lo farei mai". Quando la suggestione ...Continua
  • 2 mi piace

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una citazione!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi