Il mangiatore di pietre

Voto medio di 269
| 77 contributi totali di cui 68 recensioni , 9 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Dalle acque di un torrente in fondo a una scarpata, in una valle del Piemonte, affiora il cadavere di un uomo: qualcuno lo ha fulminato con due colpi di fucile. Il corpo è quello di Fausto, trentenne pregiudicato. A ritrovarlo è Cesare, che tutti ... Continua
Ha scritto il 22/12/16
Nelle sue lezioni alla Scuola Holden è capitato che Davide Longo mettesse in parallelo l’esercizio della scrittura al camminare in montagna. Una questione di passo, di equilibrio, di mettersi in relazione con l’ambiente. Questo libro è ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 28/10/16
Questo libro ha decisamente degli aspetti positivi e interessanti ma tutti bilanciati da difetti: la trama e lo sviluppo scarno sono ottimi ma lo sviluppo della narrazione sembra singhiozzante; bella l'ambientazione ma viene sviluppata male e per ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 08/02/16
Che scrittura scarna.Veramente affilata. Come se le emozioni non dovessero trasparire. Libro di ghiaccio, come le sue montagne, eppure denso di umanità.
  • Rispondi
Ha scritto il 05/09/15
Da leggere
Primo libro di Davide Longo che io abbia letto. Dopo di questo ho comprato tutti quelli che sono riuscita a trovare. Bella prosa, coinvolgente senza essere mai eccessiva. Trama fluida, equilibrata.
  • Rispondi
Ha scritto il 03/02/15
Se mangiavo pietre anch’io forse era meglio
Un libro piccolo e leggero che contiene però un’intera montagna del Piemonte, popolata da gente col carattere forte, abituata alla vita dura e a regolare da sola i propri conti in sospeso. Assomiglia molto agli anziani del paese nel Trentino dove ..." Continua...
  • 12 mi piace
  • 13 commenti
  • Rispondi

Ha scritto il Jan 16, 2017, 17:11
Se gli avessero chiesto cos'era il male ora avrebbe potuto rispondere che aveva il colore del sangue rappreso, il gusto di radici che sentiva in bocca e le voce delle mosche in cucina.
Pag. 88
  • Rispondi
Ha scritto il May 06, 2011, 13:23
[...] il silenzio teneva tante cose al loro posto.
Pag. 163
  • Rispondi
Ha scritto il May 06, 2011, 13:22
[...] la testa china ad ascoltare quel che la montagna aveva da dirgli.
Pag. 160
  • Rispondi
Ha scritto il May 06, 2011, 13:21
[...] la bellezza senza risposta delle cose e del tempo che le aveva fatte a quel modo.
Pag. 159
  • Rispondi
Ha scritto il May 06, 2011, 13:21
[...] pensò che il libro doveva essere passato in molte mani e gli piacque saperlo nelle sue.
Pag. 159
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi