Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Il manuale del contorsionista

By Craig Clevenger

(389)

| Paperback | 9788804539162

Like Il manuale del contorsionista ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Le overdose di Daniel Fletcher si possono contare sulle dita della sua mano sinistra, dato che in quella mano di dita ne possiede sei. Daniel Fletcher è anche Christopher Thorne o John Vincent o Vincent Dolan o Eric Bishop, o qualsiasi altra combinaz Continue

Le overdose di Daniel Fletcher si possono contare sulle dita della sua mano sinistra, dato che in quella mano di dita ne possiede sei. Daniel Fletcher è anche Christopher Thorne o John Vincent o Vincent Dolan o Eric Bishop, o qualsiasi altra combinazione gli venga in mente quando gli chiedono l'identità. Del resto la sua arte è quella del falso: falsificare ogni tipo di documento, dalle carte d'identità ai certificati di matrimonio. Craig Clevenger offre con questo libro un noir crudo e cattivo.

46 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 2 people find this helpful

    Ultimamente leggo poco, ma ho avuto la fortuna di leggere questo libro. Pagato pochissimo in un supermercato, per due euro ho accettato la sfida di un autore sconosciuto. Risultato entusiasmante, l'ho divorato, scorre via in una maniera impeccabile. ...(continue)

    Ultimamente leggo poco, ma ho avuto la fortuna di leggere questo libro. Pagato pochissimo in un supermercato, per due euro ho accettato la sfida di un autore sconosciuto. Risultato entusiasmante, l'ho divorato, scorre via in una maniera impeccabile. La storia di un giovane trasformista falsario con il solo obiettivo di rimanere nel più assoluto anonimato, cosa resa difficile dai suoi mal di testa che ignorati dai dottori lo portano a curarsi da solo, con il risultato di finire sempre in overdose, arrampicarsi per ricordarsi i dettagli della nuova vita falsificata, fregare lo psicologo, uscire ed essere un'altra persona. Basso profilo, un unico errore, fare i documenti falsi per le persone sbagliate. Unico neo il finale lasciato in uno stato di sospensione che comunque sia ti colpisce allo stomaco... Consigliato.

    Is this helpful?

    Smile 82 said on Aug 23, 2013 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Libro molto bello. Mi e' piaciuta molto la prima parte dove il protagonista gestisce/manipola il suo esaminatore e da lettura di tutte le piccole cose che compongono il dialogo tra esaminato ed esaminatore. Anche la trama generale non e' male. Decisa ...(continue)

    Libro molto bello. Mi e' piaciuta molto la prima parte dove il protagonista gestisce/manipola il suo esaminatore e da lettura di tutte le piccole cose che compongono il dialogo tra esaminato ed esaminatore. Anche la trama generale non e' male. Decisamente valutazione positiva.

    Is this helpful?

    Gundam70 said on Jul 22, 2013 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    4 stelline e 1/2

    Non avevo idea di che voto dare a questo che mi è parso un gran bel libro.
    Non so perchè ma 5 stelline e la menzione in "my favourite" mi sembra una cosa esagerata.
    La scrittura di Craig Clevenger è esagerata!
    Esageratamente avvolgente.
    Usa il viaggi ...(continue)

    Non avevo idea di che voto dare a questo che mi è parso un gran bel libro.
    Non so perchè ma 5 stelline e la menzione in "my favourite" mi sembra una cosa esagerata.
    La scrittura di Craig Clevenger è esagerata!
    Esageratamente avvolgente.
    Usa il viaggio nell'intelligenza di un uomo per fare contorsionismi con le parole.
    Spinta progressiva con un ritmo che diventa presto altissimo e senza mai perdita di potenza.
    Questo fa si che il lettore si appassioni e non perda mai il filo.
    Era il suo primo romanzo:
    grande Craig

    P.S. Riflettendo sul voto è forse il finale che mi ha lasciato un po' depistato.

    Is this helpful?

    ]Gab(riele)[ said on May 6, 2013 | 3 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Secondo me questo Clevenger diventerà molto meglio di Palahniuk, anzi forse lo è già dato che Chuck è terribilmente sopravvalutato. Fight Club era un capolavoro, forse un esordio migliore del Manuale del Contorsionita, ma poi è stata una discesa tris ...(continue)

    Secondo me questo Clevenger diventerà molto meglio di Palahniuk, anzi forse lo è già dato che Chuck è terribilmente sopravvalutato. Fight Club era un capolavoro, forse un esordio migliore del Manuale del Contorsionita, ma poi è stata una discesa tristissima, gli ultimi libri che ha scritto sono illeggibili. Craig Clevenger ha una bella maniera di scrivere, in genere abbastanza semplice da seguire e ogni tanto se ne esce fuori con delle frasi fantastiche che non mi aspetto e che devo subito rileggere. Peccato questo libro sia l'unico tradotto in Italiano.

    Is this helpful?

    Isacco Nucleare said on Nov 16, 2012 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    Un uomo diverso, un uomo con un'intelligenza fuori da ogni misura, una capacità sovrumana per la falsificazione. Cambiare identità, cambiare vita e città.
    Questo è il "nostro" contorsionista, colui che riesce ad "assumere posizioni difficili, improb ...(continue)

    Un uomo diverso, un uomo con un'intelligenza fuori da ogni misura, una capacità sovrumana per la falsificazione. Cambiare identità, cambiare vita e città.
    Questo è il "nostro" contorsionista, colui che riesce ad "assumere posizioni difficili, improbabili e stravaganti".

    John Dolan Vincent è l'eroe/antieroe di questo romanzo. Ha undici dita, un amore sviscerato per i numeri e capacità copiative e riproduttive da grande falsario.
    Ha un problema: soffre di fortissime emicranie e, per poterle superare, fa uso di farmaci potentissimi, droghe e tutto ciò che di chimico riesce a trovare.
    Ed ogni volta, che si chiami Steven, Christopher, Eric, Daniel o John, finisce sempre in ospedale per overdose.
    Nell'ultimo di questi ricoveri viene analizzato da uno psichiatra per studiarne l'attitudine e la volontà al suicidio.
    E' durante il colloquio con il dottore, in un numero imprecisato di flashback, di sovrapposizioni temporali, di passato e presente, che scorre tutta la vita di questo improbabile uomo del crimine, ingaggiato dalla malavita locale per sfruttare la sua grande maestria.

    Scritto in modo asciutto, estremamente preciso nelle descrizioni meravigliose delle molte vite dell'io narrante, scorrevole ma a volte un po' pesante. Sicuramente una bella nuova scoperta.
    La storia è una via di mezzo fra narrazione alla Bunker (con malavita, droga, prostituzione, relitti umani e violenza) e romanzo picaresco on the-road, un po' noir ed un po'avventura. Senza mancare amore, sesso e storia famigliare.

    Se non fosse per alcune parti veramente pesanti e ridondanti, il giudizio sarebbe stato di quasi perfezione.
    In ogni caso un autore che al primo romanzo riesce a sbalordire così, è sicuramente da seguire con la massima attenzione.

    Is this helpful?

    illusione said on Apr 29, 2012 | 1 feedback

Book Details

  • Rating:
    (389)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 257 Pages
  • ISBN-10: 880453916X
  • ISBN-13: 9788804539162
  • Publisher: Arnoldo Mondadori Editore (Strade Blu)
  • Publish date: 2005-06-01
Improve_data of this book

Margin notes of this book