Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il manuale del giovane scrittore creativo

Di

Editore: Mondadori

4.1
(124)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 112 | Formato: Altri

Isbn-10: 8804523212 | Isbn-13: 9788804523215 | Data di pubblicazione: 

Genere: Education & Teaching , Fiction & Literature

Ti piace Il manuale del giovane scrittore creativo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Da piccola sognavo di fare la scrittrice e questo manuale mi piaceva tantissimo!!! :)
    Ricordo che era fatto molto bene e mi proponevo di:"Quando sarò grande e dovrò scrivere lo riprendo e seguo i consigli!" :)

    ha scritto il 

  • 4

    Dalla terza elementare in su, una risorsa formidabile di spunti didattici

    Un libro utilissimo per allevare scrittori in erba, o semplicemente per far scrivere bambini e ragazzi puntando sul divertimento istruttivo. Le proposte didattiche sono tutte molto convincenti, ed è da apprezzare il livello di difficoltà che non è mai troppo basso. Anzi: Banca Pitzorno ha deciso ...continua

    Un libro utilissimo per allevare scrittori in erba, o semplicemente per far scrivere bambini e ragazzi puntando sul divertimento istruttivo. Le proposte didattiche sono tutte molto convincenti, ed è da apprezzare il livello di difficoltà che non è mai troppo basso. Anzi: Banca Pitzorno ha deciso - giustamente - di alzare l'asticella, di proporre un scrittura problematica, che sfrutta appieno la ricchezza del vocabolario dell'italiano. Insomma, imparare a scrivere è faticoso, ma con il divertimento risulta motivante e coinvolgente. Utilizzabile dalla terza elementare in su (con gli opportuni adattamenti in base agli obiettivi), il manuale è davvero un'ottima risorsa per ogni docente e per chi si occupa di scrittura creativa. Anche la progressione del percorso, articolato in 16 lezioni, è ben pensata: si va dai semplici giochi di anagrammi per inventare il proprio pseudonimo, alla composizione di un romanzo attraverso una rivisitazione delle carte di Propp, passando per la scrittura di poesie in rima e non in rima e per coinvolgenti e originali esercizi di riscrittura (come la falsa chimera). Arricchito da un prezioso rimario conclusivo.

    ha scritto il 

  • 4

    Acquistato per due motivi: il titolo e la sua scrittrice.
    Un libro indirizzato ai "Giovani Scrittori Creativi" non poteva sfuggire ad una persona che come me si vanta di avere velleità di scrittrice, sebbene poi io mi limiti a scrivere solo un piccolo blog, un paio di e-mail agli amici lont ...continua

    Acquistato per due motivi: il titolo e la sua scrittrice.
    Un libro indirizzato ai "Giovani Scrittori Creativi" non poteva sfuggire ad una persona che come me si vanta di avere velleità di scrittrice, sebbene poi io mi limiti a scrivere solo un piccolo blog, un paio di e-mail agli amici lontani e molte, troppe, e-mail di lavoro. Mi son detta, però, che forse avrei trovato proprio tra queste poche pagine la chiave per aprire quel mondo che un giorno mi piacerebbe trasferire su dei fogli di carta. O più probabilmente avrei trovato un paio di ottimi consigli che un giorno, si spera non troppo lontano, avrei potuto mettere in pratica.
    La seconda ragione per cui ho comprato il libro è, come dicevo, Bianca Pitzorno, una delle scrittrici che più ho amato durante la mia infanzia. Molti dei suoi libri sono ancora gelosamente conservati nella libreria della casa dei miei genitori, e sono tra i libri che meglio ricordo, nonostante siano passati tanti anni dall'ultima volta in cui sono stati letti.
    Non è stata, dunque, una sorpresa che il libro fosse dedicato ad aspiranti scrittori giovani, molto giovani. Molto più giovani di me. Dei bambini, insomma.
    Poco male, io sono una grande fan dei libri destinati al giovane pubblico. Trovo che di tanto in tanto farebbe bene ai "Grandi" leggerne qualcuno. Per ritrovare un pò di freschezza e leggerezza, per ricordare una persona lontana che forse abbiamo dimenticato, ma non è mai andata via: noi stessi bambini.
    E pensare che ci sono ancora bambini che desiderano diventare degli scrittori, che amano i libri, leggerli e scriverli, mi rincuora. Troppo spesso si sente parlare di bambini-automi ipnotizzati per ore davanti alla tv o ai videogiochi, incapaci di giocare, che restano piccoli per troppo poco tempo, o non hanno la possibilità di esserlo mai.
    E' bello pensare che le cose non sono ancora così disastrose.
    Per me è sempre bello sapere che i libri sono ancora importanti per qualcuno.

    ha scritto il 

  • 4

    Ottimo manuale di scrittura per i più piccoli: per imparare a giocare con le parole e allenare la fantasia. Peccato che ai miei tempi la scrittura creativa non si insegnasse a scuola!

    ha scritto il 

  • 2

    manualetto simpatico per (appunto) giovani scrittori in erba, ma nulla di più. Devo ammettere che l'ho preso soprattutto per nostalgia nei confronti di quel meraviglioso personaggio che è Prisca Puntoni.

    ha scritto il 

  • 0

    Un manualetto divertentissimo, opera di una grande scrittrice di storie per bambini. Destinato ai più piccoli, può comunque essere per tutti un simpatico modo di giocare con le parole, di scoprire come dietro a figure retoriche e giochini enigmistici si nascondano infinite storie e come i germogl ...continua

    Un manualetto divertentissimo, opera di una grande scrittrice di storie per bambini. Destinato ai più piccoli, può comunque essere per tutti un simpatico modo di giocare con le parole, di scoprire come dietro a figure retoriche e giochini enigmistici si nascondano infinite storie e come i germogli di un romanzo possano stare dentro un mazzo di carte un po' speciale...

    ha scritto il