Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Il mare dei mostri

Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo

By Rick Riordan

(488)

| Paperback | 9788804610380

Like Il mare dei mostri ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

La vita di un semidio a New York non è sempre facile, e quella di Percy Jackson è diventata una vera impresa da quando ha scoperto di essere figlio di Poseidone e deve trascorrere tutte le estati al Campo Mezzosangue, insieme ai suoi simili. Ma ora i Continue

La vita di un semidio a New York non è sempre facile, e quella di Percy Jackson è diventata una vera impresa da quando ha scoperto di essere figlio di Poseidone e deve trascorrere tutte le estati al Campo Mezzosangue, insieme ai suoi simili. Ma ora il campo è in grave pericolo: l'albero magico che lo protegge è stato avvelenato e non riesce più a difenderlo dalle invasioni dei mostri. Solo il Vello d'Oro può salvarlo! Ma è custodito su un'isola da Polifemo, nelle acque tumultuose del Mare dei Mostri. La missione è affidata alla figlia di Ares, ma Percy non può certo restarsene con le mani in mano... anche perché il suo satiro custode Grover è nelle grinfie di Polifemo! Accompagnato dalla fedele Annabeth e dal nuovo amico ciclope Tyson, Percy dovrà intraprendere un viaggio per mare e affrontare le mille insidie che nasconde, dalla maga Circe al canto delle sirene. E come se non bastasse, la profezia dell'Oracolo si complicherà... Chi sarà, tra i figli dei tre Grandi, a tradire gli dei dell'Olimpo? Età di lettura: da 12 anni.

235 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    2 stelle e 1/2 considerato il target

    Passata la novità del primo, il secondo ripete un po' i soliti clichè. Il target è 10-12 anni

    Is this helpful?

    Cerrotorre said on Jul 18, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La vita di un semidio a New York non è sempre facile, e quella di Percy Jackson è diventata una vera impresa da quando ha scoperto di essere figlio di Poseidone e deve trascorrere tutte le estati al Campo Mezzosangue, insieme ai suoi simili. Ma ora i ...(continue)

    La vita di un semidio a New York non è sempre facile, e quella di Percy Jackson è diventata una vera impresa da quando ha scoperto di essere figlio di Poseidone e deve trascorrere tutte le estati al Campo Mezzosangue, insieme ai suoi simili. Ma ora il campo è in grave pericolo: l'albero magico che lo protegge è stato avvelenato e non riesce più a difenderlo dalle invasioni dei mostri. Solo il Vello d'Oro può salvarlo! Ma è custodito su un'isola da Polifemo, nelle acque tumultuose del Mare dei Mostri. La missione è affidata alla figlia di Ares, ma Percy non può certo restarsene con le mani in mano... anche perché il suo satiro custode Grover è nelle grinfie di Polifemo!
    Accompagnato dalla fedele Annabeth e dal nuovo amico ciclope Tyson, Percy dovrà intraprendere un viaggio per mare e affrontare le mille insidie che nasconde, dalla maga Circe al canto delle sirene.
    E come se non bastasse, la profezia dell'Oracolo si complicherà..
    Secondo libro della saga di Percy Jackson. Premetto che non ho ancora letto il primo ma ho visto il film.
    La storia è divertente e leggera, un romanzo per ragazzi carino e scritto molto bene. I miti greci sono sempre affascinanti e leggere di Polifemo, Circe, divinità e simili è sempre piacevole.
    Dovrò leggere gli altri libri della serie.

    Is this helpful?

    Best In The World said on Jun 29, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    El mar de los monstruos ha superado con creces a la primera parte con una historia divertida, amena, con personajes un poco más maduros, mucha acción y sobre todo con muuuuchos monstruos. ¡Ya estoy deseando saber qué nueva aventura le tiene deparado ...(continue)

    El mar de los monstruos ha superado con creces a la primera parte con una historia divertida, amena, con personajes un poco más maduros, mucha acción y sobre todo con muuuuchos monstruos. ¡Ya estoy deseando saber qué nueva aventura le tiene deparado el destino a Percy!

    http://lavidasecretadeloslibros.blogspot.com.es/2014/06…

    Is this helpful?

    Vir de Bk said on Jun 18, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    2.5 stelle.

    Al contrario di come è successo per il primo libro della saga, non ho guardato il film tratto prima di affrontarne la lettura. Mi sono inoltre impegnato ne The Sea of Monsters con approccio diverso. Infatti ho gradito maggiormente questo del suo pred ...(continue)

    Al contrario di come è successo per il primo libro della saga, non ho guardato il film tratto prima di affrontarne la lettura. Mi sono inoltre impegnato ne The Sea of Monsters con approccio diverso. Infatti ho gradito maggiormente questo del suo predecessore, ma alcune cose non mi tornano.
    Non mi è sembrato, come l'altra volta, uno stralcio riadattato per i ragazzini di una enciclopedia di mitologia greca, ma resta comunque un romanzo - una serie - per ragazzini. Se avessi letto questa saga quando frequentavo la scuola media l'avrei amato di più, credo, ma ora sento di pretendere di più. Perciò, questi libri sono consigliabili a lettori di quell'età, soprattutto se hanno l'intenzione di andare a frequentare il liceo classico. Nutro ancora speranze per la seconda serie, anche se mi è stato detto di non avere aspettative troppo elevate riguardo a una maggiore maturità. Qualcosa però deve differire, se da The Lost Hero la narrazione è divisa in tre punti di vista ed è in terza persona e i libri sono più lunghi e i protagonisti cresciuti.
    Comunque sia, io trovo i romanzi di questa prima pentalogia dei romanzi in miniatura. Sono piacevoli da leggere, ma troppo affrettati. Percy e i suoi amici affrontano mostri, quasi uno al capitolo, e il tutto avviene senza l'approfondimento necessario. Le descrizioni sono minime e i dialoghi tuttalpiù scioccherelli e Clarisse è proprio una stronza (beh, è figlia di Ares).
    Inoltre, mi è sembrato che alcune figure mitologiche siano state aggiunte alla storia solo per farle comparire, senza che un vero motivo ne renda corretta o legittima la presenza. In realtà, questo fatto mi è sembrato così in relazione a due tipologie di personaggio. I Lestrigoni: servono a far incontrare di nuovo Percy e Annabeth e a farli affrontare il viaggio verso il Campo Mezzo-sangue, ma sarebbero potuti essere altri mostri e comunque non viene spiegato perchè siano lì. A parte il fatto che sono mostri e i mostri colpiscono i semidei; potrebbe essere, questa, una buona motivazione, ma mi ha lasciato un pò perplesso lo stesso. Comunque è soprattutto di Tantalo che non ho capito la partecipazione. Secondo la mia conoscenza liceale del mito, Tantalo è negli Inferi e lì rimane. Anche nel romanzo dovrebbe essere negli Inferi, ma viene ripescato e condotto, senza alcuna formalità, nel Campo dove si comporta da capo deluso e severo. Certo, da uno costretto a subire pena eterna ce lo si può aspettare. Ma soprattutto, perchè proprio Tantalo è stato scelto per sostituire Chirone? Non viene veramente spiegato e questo mi sembra proprio una rattoppata. Un pò come il fatto che Chirone viene licenziato perchè considerato il colpevole dell'avvelenamento: bah.
    Devo poi aggiungere che, seppur semidei, i protagonisti sono troppo giovani o almeno poco esperti per compiere certe imprese con una certa facilità, anche se aiutati da alcuni dei. Come all'inizio del libro dove Annabeth raggiunge Percy da chissà dove e insieme se la viaggiano verso Long Island. L'autore ha scelto di dare una direzione middle-grade a questi romanzi, ma se avesse dato più maturità al tutto ci avrebbe guadagnato. Se non altro nella seconda serie dovrebbero essere adolescenti...
    Non mi piace poi molto il fatto che tutto venga ricondotto agli Stati Uniti. Nella recensione al capitolo precedente ho usato il termine poco raffinato di "americanata", che adesso non userei più, ma in sostanza un dubbio a riguardo me lo sono posto. Si parla di Civilizzazione dell'Ovest, ma l'Ovest non è composto unicamente dagli Stati Uniti. Allora perchè ambientare tutte le vicende - almeno fino a questo secondo libro- negli USA o poco fuori? E' per fare in modo che i protagonisti debbano viaggiare poco - pur con i mezzi molto veloci. Magari nei libri seguenti i personaggi si sposteranno un pò di più.
    Il finale è molto interessante, ma invece di essere contenti di quello che è successo, i protagonisti si fanno prendere dal timore. Che egoisti!
    Nel complesso non è un brutto libro, solo proprio poco sofisticato.

    Is this helpful?

    Elfolletto.di.Synter.Klaus said on Jun 6, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Nota: 9/10

    La adaptación de ese 2º libro la vi hace poco así que me acuerdo bien. Y por lo que veo no es tan fiel, a ver, en general sí, pero hay muchas cosas que cambian, étc. Me gustó mucho, es difícil valorarlo ya que ya sabía de qué iba la trama. Desde lueg ...(continue)

    La adaptación de ese 2º libro la vi hace poco así que me acuerdo bien. Y por lo que veo no es tan fiel, a ver, en general sí, pero hay muchas cosas que cambian, étc. Me gustó mucho, es difícil valorarlo ya que ya sabía de qué iba la trama. Desde luego lo mejor que se ha perdido en las pelis es el humor, esos comentarios sarcásticos del prota que siempre me hacen reír y me ponen de buen humor^^

    Is this helpful?

    Dixy said on Apr 20, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book