Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il martello degli dei

La saga dei Led Zeppelin

Di

Editore: Arcana

4.0
(207)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 290 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8879662589 | Isbn-13: 9788879662581 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Guido Chiesa

Disponibile anche come: Altri , Tascabile economico

Genere: Biography , History , Musica

Ti piace Il martello degli dei?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Con il loro rock fulminante e sgolato, nato dalle ceneri del beat e consegnato all'hard e al metal dei nostri giorni, Jimmy Page, Robert Plant e compagni, principi della rovente scena musicale degli anni Settanta, sono dei moderni classici, dei veri evergreen. In questo volume viene narrata la loro storia,fatta di intuizioni musicali, ma anche di eccessi, di vita dissoluta, di pericolosi viaggi tra ebbrezza e dramma.
Ordina per
  • 4

    Ritengo sia sempre difficile giudicare le biografie non "auto" perché non si potrà mai sapere cosa è vero e cosa no di ciò che viene raccontato. A prescindere da questo questa biografia degli Zeppelin è sicuramente interessante e ben scritta, anche se è rimarchevole la presenza di molti (troppi) ...continua

    Ritengo sia sempre difficile giudicare le biografie non "auto" perché non si potrà mai sapere cosa è vero e cosa no di ciò che viene raccontato. A prescindere da questo questa biografia degli Zeppelin è sicuramente interessante e ben scritta, anche se è rimarchevole la presenza di molti (troppi) errori di traduzione. Personalmente ho scoperto prima la loro musica e poi per curiosità ho preso questo libro e devo dire che è sempre affascinante scoprire come si formano e come vivono e lavorano i grandi gruppi musicali. Quello che non capisco sono le tantissime critiche ricevute dal gruppo negli anni, loro hanno semplicemente fatto la loro musica dando anche un input per quello che sarebbe venuto poi. Mi è piaciuta l'amara considerazione finale contro la moderna industria musicale che promuove e spinge artisti e band create a tavolino per meri fini commerciali a discapito dei veri gruppi di più o meno talento, ma che si mettono assieme per amicizia e per provare a "sfondare" Cosa che hanno fatto gli Zepp.

    ha scritto il 

  • 3

    I vizi dei quattro artisti sono raccontati con maggiore partecipazione rispetto alle loro eccellenti virtù musicali (comunque celebrate).Il critico imposta spesso il lavoro sulla rievocazione del pruriginoso pettegolezzo, con quella che pare una studiata mossa commerciale. La trinità del sesso, d ...continua

    I vizi dei quattro artisti sono raccontati con maggiore partecipazione rispetto alle loro eccellenti virtù musicali (comunque celebrate).Il critico imposta spesso il lavoro sulla rievocazione del pruriginoso pettegolezzo, con quella che pare una studiata mossa commerciale. La trinità del sesso, droga e rock 'n' roll è quindi sbilanciata verso i primi due termini del dogma. Il libro, letto con spirito critico, è comunque utile per inquadrare la storia del gruppo e il clima dell'epoca.

    ha scritto il 

  • 1

    Una puttanata bella e buona. Davis sbrodola sui vizi e vizietti delle 4 rockstar dimenticando completamente i musicisti e la loro magnifica opera.


    Page una volta disse di averlo gettato dalla finestra di casa, dove sotto scorreva un fiume. Spero sia arrivato in qualche fogna: è il luogo gi ...continua

    Una puttanata bella e buona. Davis sbrodola sui vizi e vizietti delle 4 rockstar dimenticando completamente i musicisti e la loro magnifica opera.

    Page una volta disse di averlo gettato dalla finestra di casa, dove sotto scorreva un fiume. Spero sia arrivato in qualche fogna: è il luogo giusto per questo volume pseudo "novella 200o anni 70" .

    Per chi vuole conoscere davvero i Led Zeppelin consiglio Anni di Fuoco di Dave Lewis e non questa robaccia!

    ha scritto il 

  • 4

    Dazed and Confused!

    Come in tutte le biografie conta molto di più la passione che si nutre per gli artisti che il modo in cui vengono raccontati... e qui parliamo dei Led Zeppelin: da leggere insomma!

    ha scritto il 

  • 5

    Mai ascoltato per intero un album del Led Zep, leggo questa biografia per curiosità e mi sorprendo a scoprire che la loro storia è veramente straordinaria, sembra quasi di leggere una romanzo inventato! Pazzi e scatenati nei loro tour in America, delle vere rockstar, quando ritornavano a casa si ...continua

    Mai ascoltato per intero un album del Led Zep, leggo questa biografia per curiosità e mi sorprendo a scoprire che la loro storia è veramente straordinaria, sembra quasi di leggere una romanzo inventato! Pazzi e scatenati nei loro tour in America, delle vere rockstar, quando ritornavano a casa si ritiravano alla vita bucolica della campagna inglese assieme alle mogli e ai figli (anche questo è molto rock).

    Eccessivi, imprevedibili, esagerati, impulsivi, hanno dimostrato di essere un vero gruppo rock, uniti e decisi ad andare avanti per la loro strada nonostante le critiche e i giudizi della stampa non sempre positivi. Ma soprattutto hanno saputo capire quando era il momento di chiudere un capitolo e ricominciarne un altro.

    Contemporaneamente a questa lettura ho assimilato anche la loro musica, scoprendo inaspettatamente di non poterne fare più a meno…come avrei voluto essere a uno dei loro concerti!

    ha scritto il