Il mastino dei Baskerville

Di

Editore: Newton Compton Editori

4.0
(6206)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 158 | Formato: eBook | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Catalano , Chi tradizionale , Spagnolo , Francese , Galego , Tedesco , Portoghese , Ceco , Olandese , Chi semplificata , Croato , Finlandese , Svedese , Polacco

Isbn-10: 8854129216 | Isbn-13: 9788854129214 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Nicoletta Rosati Bizzotto ; Prefazione: Fabio Giovannini

Disponibile anche come: Altri , Paperback , Copertina morbida e spillati , Copertina rigida , Tascabile economico , Audiocassetta , CD audio

Genere: Criminalità , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace Il mastino dei Baskerville?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Sir Charles Baskerville viene trovato morto. Accanto a lui, le impronte di un cane enorme. Molto tempo prima, nel Settecento, anche un antenato della famiglia Baskerville, Sir Hugo, era stato ucciso da un mastino mostruoso nelle paludi di Dartmoor. Sulla famiglia Baskerville sembra essersi abbattuta una sinistra maledizione, e l’unico investigatore in grado di risolvere il mistero del cane omicida è Sherlock Holmes. Con l’aiuto del suo assistente Watson, Sherlock si avventura nelle paludi nebbiose per risolvere un nuovo caso avvincente ma decisamente complesso. Come si fa a trovare il movente di un omicidio se l’assassino è un cane che attacca con furia cieca chiunque si inoltri nelle paludi? Il mastino infernale è davvero terribile o è solo lo strumento di una congiura contro Henry Baskerville? Chi è, in realtà, l’omicida disumano, il bestiale serial-killer? La trama moderna e attuale, l’ottima ambientazione nell’Inghilterra vittoriana, il fascino del detective Holmes e il gusto gotico di questo romanzo lo rendono un’opera straordinaria e intramontabile.

«Accanto al corpo di Hugo, con le zanne ancora affondate nella gola sbranata, c’era un essere orrendo, un’enorme bestia nera, simile a un mastino ma assai più grande di qualsiasi mastino si sia mai visto al mondo. E mentre lo guardavano sbigottiti, quella creatura dilaniò con uno strappo la gola di Hugo Baskerville volgendo verso di loro gli occhi fiammeggianti e le fauci grondanti sangue.»

Ordina per
  • 3

    Borioso e antipatico Holmes, bramoso delle sue attenzioni Watson.
    mi ha fatto venire in mente una barzelletta che sapevo da bambino:
    Sherlock Holmes e il Dr. Watson vanno in campeggio.
    Dopo una buona ...continua

    Borioso e antipatico Holmes, bramoso delle sue attenzioni Watson.
    mi ha fatto venire in mente una barzelletta che sapevo da bambino:
    Sherlock Holmes e il Dr. Watson vanno in campeggio.
    Dopo una buona cena ed una bottiglia di vino, entrano in tenda e si mettono a dormire.
    Alcune ore dopo, Holmes si sveglia e, col gomito, sveglia il suo fedele amico: - Watson, guarda il cielo e dimmi cosa vedi!
    Watson replica: - Vedo milioni di stelle...
    Holmes: - E ciò, cosa ti induce a pensare?
    Watson pensa per qualche minuto: - Dal punto di vista astronomico, ciò mi dice che ci sono milioni di galassie e, potenzialmente, miliardi di pianeti. Dal punto di vista astrologico, osservo che Saturno è nella costellazione del Leone. Dal punto di vista temporale, deduco che sono circa le 3 e un quarto. Dal punto di vista teologico, posso vedere che Dio è potenza e noi siamo solo degli esseri piccoli ed insignificanti. Dal punto di vista metereologico, presumo domani sia una bella giornata. Invece tu cosa ne deduci? -
    Watson, vaffanculo... qualcuno si è fregato la tenda

    ha scritto il 

  • 4

    Umile ed intelligente, Watson dà il meglio di sé, in termini di acume e coraggio, in quest'opera divertente, ma anche oscura e tenebrosa; egli si dimostra fondamentale nell'economia del racconto ma an ...continua

    Umile ed intelligente, Watson dà il meglio di sé, in termini di acume e coraggio, in quest'opera divertente, ma anche oscura e tenebrosa; egli si dimostra fondamentale nell'economia del racconto ma anche piu che degno dell'incarico che il Maestro gli affida. Le sue informazioni e i suoi appostamenti costituiscono la base della trama, ma si rivelano anche preziosi per la risoluzione del caso e per le conclusioni del grande Maestro. W Watson!

    ha scritto il 

  • 4

    Il mastino dei Baskerville è il romanzo più famoso fra quelli che vedono Sherlock Holmes e il dottor Watson come protagonisti. Un romanzo che, secondo le intenzioni dell'autore, non avrebbe mai dovuto ...continua

    Il mastino dei Baskerville è il romanzo più famoso fra quelli che vedono Sherlock Holmes e il dottor Watson come protagonisti. Un romanzo che, secondo le intenzioni dell'autore, non avrebbe mai dovuto vedere la luce. Perché nell'avventura precedente Sherlock Holmes era precipitato, insieme al suo acerrimo nemico Moriarty, in un crepaccio, inghiottito dalle tenebre. Un finale che non lasciava via di scampo, e che non riuscì gradito ai lettori, ormai stregati dalla ferrea logica e dall'infallibile fiuto del detective. E così, costretto dalle insistenze del pubblico e dell'editore, Conan Doyle fece "resuscitare" il suo celebre personaggio, abbandonando il genere del romanzo storico cui avrebbe preferito dedicarsi.
    Una lettura piacevole e coinvolgente, la scrittura non risulta pesante nonostante il periodo storico in cui è stato scritto.

    ha scritto il 

  • 0

    Valgono le parole già spese per "Uno studio in rosso".
    Anche qui, una detective story brillante e ben congeniata, che se ne infischia altamente dello scorrere del tempo.
    Bellissimo anche l'episodio di ...continua

    Valgono le parole già spese per "Uno studio in rosso".
    Anche qui, una detective story brillante e ben congeniata, che se ne infischia altamente dello scorrere del tempo.
    Bellissimo anche l'episodio di "Sherlock", dove il romanzo viene attualizzato in modo davvero intelligente.

    ha scritto il 

  • 4

    All'altezza della fama

    Messo da parte il timore reverenziale giustamente dovuto nei confronti di una delle opere più note di Doyle, posso affermare che "Il Mastino dei Baskerville" è all'altezza della sua fama. Divertente, ...continua

    Messo da parte il timore reverenziale giustamente dovuto nei confronti di una delle opere più note di Doyle, posso affermare che "Il Mastino dei Baskerville" è all'altezza della sua fama. Divertente, intricato, dal ritmo incalzante e con la brughiera nebbiosa e umida che assurge a vero e proprio protagonista. Doyle è maestro di ironia e intelligenza e quest'opera non fa che confermarlo. Immancabile.

    ha scritto il 

  • 4

    E' il mio primo incontro con Sherlock Holmes e tutto sommato è stato un incontro abbastanza gradevole! :) Ammetto di essere stata attratta solo dalla trama - visto che tempo fa avevo iniziato "Uno stu ...continua

    E' il mio primo incontro con Sherlock Holmes e tutto sommato è stato un incontro abbastanza gradevole! :) Ammetto di essere stata attratta solo dalla trama - visto che tempo fa avevo iniziato "Uno studio in rosso" e lo avevo abbandonato dopo poche pagine, causa immediato inizio di sbadigli a ripetizione - e dal pizzico di soprannaturale che circonda il cagnolone dei Baskerville: mi sono mio malgrado trovata in una storia avvincente, scritta in maniera piuttosto scorrevole e per niente noiosa. Unico neo, il protagonista: Sherlock Holmes è presuntuoso in maniera sgradevole (non come il mio amato Poirot!) e mi sta assolutamente antipatico! :)

    ha scritto il 

  • 4

    Sherlock Holmes!

    Classico della letteratura gialla che ha per protagonisti il celeberrimo Sherlock Holmes e il Dottor Watson. Insuperabile la descrizione della brughiera inglese.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per