Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il mastino di Baskerville

Di

4.0
(5702)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Catalano , Spagnolo , Francese , Tedesco , Galego , Ceco

Isbn-10: A000027468 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Paperback , Copertina morbida e spillati , Tascabile economico , Audiocassetta , CD audio , eBook

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Il mastino di Baskerville?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Con Conan Doyle non si sbaglia mai...

    Insieme a Uno studio in rosso, questo è il suo romanzo/racconto più famoso, ma tra i due preferisco l'altro o altri racconti più brevi.
    Non so mi aspettavo qualcosa che potesse lasciarmi veramente senza parole e non è stato così.
    Ma comunque sempre e comunque un grandissimo e ispirato scrittore d ...continua

    Insieme a Uno studio in rosso, questo è il suo romanzo/racconto più famoso, ma tra i due preferisco l'altro o altri racconti più brevi. Non so mi aspettavo qualcosa che potesse lasciarmi veramente senza parole e non è stato così. Ma comunque sempre e comunque un grandissimo e ispirato scrittore d'altri tempi. Un genio a suo modo.

    ha scritto il 

  • 5

    Il mondo è pieno di cose ovvie che nessuno si prende mai la cura di osservare.

    Davvero bello! è un grande classico del genere, eppure non ha il sapore del classico: c'è deduzione, azione, mistero, atmosfera! A me è parso come un romanzo scritto ieri e ambientato allora, non so se mi spiego!

    merita!

    ha scritto il 

  • 4

    Sono seduto su una panchina con un'insalatiera piena di pop corn sulla mano sinistra e un icosaedro nella mano destra. E adesso come mangio i pop corn? Ho provato a lasciare l'icosaedro ma non cade non si stacca. Guardo il lago che ho davanti a me e vedo i piccoli cigni appena nati sono una venti ...continua

    Sono seduto su una panchina con un'insalatiera piena di pop corn sulla mano sinistra e un icosaedro nella mano destra. E adesso come mangio i pop corn? Ho provato a lasciare l'icosaedro ma non cade non si stacca. Guardo il lago che ho davanti a me e vedo i piccoli cigni appena nati sono una ventina o una trentina erano 20 quando li ho guardati e mentre li guardavo sono diventati 30 si moltiplicano come i pensieri. Era solo acqua, poi sono arrivati i pensieri, piccoli pensieri, i pensieri morbidi, i pensieri semplici, ma era tanto che non ne avevo e così ho presto desiderato di disperderli. Non ce l'ho fatta più e ho messo la faccia nell'insalatiera e mi sono messo a mangiare i pop corn come un cane e quando ho tirato su la testa ho visto un signore correre. Urlava qualcosa, urlava a un cane, al suo cane, lo chiamava per nome ma quello non si fermava e appena arrivato vicino al lago il cane è saltato in acqua e i piccoli cigni sono tutti andati. Nell'acqua è rimasto il cane e i due cigni grandi, i genitori di tutti gli altri piccoli cigni andati. E mentre mi chino di nuovo per azzannare i pop corn desidero che i piccoli cigni tornino, ma le mie zanne sono cresciute e hanno bucato l'insalatiera e i miei pop corn ancora non si reggono da soli e così sono caduti a terra.

    ha scritto il 

  • 5

    Una storia dai tratti horror, un capolavoro di Doyle, affascinante e intrigante, Sherlok è sempre il massimo dell'astuzia e dell'intelligenza e Watson riesce a mettere i cosidetti puntini sulle i nei momenti più opportuni.

    ha scritto il 

  • 5

    Non avendo mai letto prima uno scritto di Conan Doyle ero inizialmente scettica ma dopo i primi capitoli me ne sono innamorata. Ottima descrizione dei personaggi, trama originale, ottima scrittura. Imsomma Doyle e' consigliatissimo e leggero' sicuramente altro di suo.

    ha scritto il 

  • 5

    Per la prima volta (è il terzo romanzo che leggo) Doyle mi ha dato quello che mi aspettavo: un'antica magione immersa nella brughiera inglese, un vecchio casato, la maledizione di un cane infernale che si contrappone alla logica. I presunti colpevoli sono a poche miglia di distanza o all'interno ...continua

    Per la prima volta (è il terzo romanzo che leggo) Doyle mi ha dato quello che mi aspettavo: un'antica magione immersa nella brughiera inglese, un vecchio casato, la maledizione di un cane infernale che si contrappone alla logica. I presunti colpevoli sono a poche miglia di distanza o all'interno della dimora stessa e si possono fare varie congetture durante la lettura e giocare al detective. Nel finale tutto torna. Davvero convincente e ben congegnato.

    ha scritto il 

  • 4

    Adoro il genere e nello specifico il personaggio del libro, quindi probabilmente sono un pò di parte, ma lo consiglio assolutamente a chiunque, una lettura piacevole e mai noiosa!

    ha scritto il 

Ordina per