Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il matematico curioso

Dalla geometria del calcio all'algoritmo dei tacchi a spillo

Di

Editore: Kowalski

3.4
(24)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 256 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8874967772 | Isbn-13: 9788874967773 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Education & Teaching , Entertainment , Science & Nature

Ti piace Il matematico curioso?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Se nel libro precedente Giovanni Filocamo aveva sconfitto la paura della matematica, ora pone l'asticella più in alto e trascina il lettore in una cavalcata sfrenata e divertente sulla matematica di tutti i giorni, mettendo al suo servizio uno spirito di osservazione da vero curioso e la mania di trovare strutture, ordine e metodo nella vita quotidiana. Vi siete chiesti anche voi perché i numeri sono disposti in quella sequenza nella ruota della roulette? E forse giocate al Lotto ogni settimana inseguendo i numeri ritardatari... O probabilmente davate per scontato che le navi da crociera seguissero rotte rettilinee per risparmiare tempo e carburante. E ancora, avreste mai pensato che la matematica può svelare quanto è forte il caffè, o che esiste una formula per determinare se il nostro guardaroba è davvero fornito? Nel suo fare matematica, Giovanni Filocamo sembra accogliere lo spirito delle Lezioni americane di Italo Calvino: il suo racconto della matematica ha i pregi semplici della leggerezza (della precisione e della determinazione), della rapidità nel passare agile e disinvolto da una divagazione all'altra, ma sempre pronto a ritrovare il filo, dell'esattezza (numerica, certo, ma anche nel rendere nitide le sfumature del pensiero), della visibilità e, infine, della molteplicità: ogni oggetto è visto dal matematico curioso come il centro di una rete di relazioni da seguire, moltiplicando i discorsi e arrivando ad abbracciare l'intero universo.
Ordina per
  • 4

    Bello ma...

    Alcune osservazioni mi sono proprio piaciute ed alcuni spunti di riflessione sono davvero godibili. Però ci sono davvero troppi errori ed imprecisioni sparsi in tutto il libro (ad esempio il volume dell'ellissoide). Un vero peccato soprattutto per chi legge e non è in grado di accorgersene.

    ha scritto il 

  • 3

    A volte un pò troppo superficiale. In questi libri, ora di gran moda (una volta c'era il solo grande Ing. Vacca), si sente sempre l'ansia di esser fruibili da tutti io direi forse da troppi (colpa degli editor molto cauti?) qui c'è pure qualche errore (p. es. in uno dei primi riquadri si parla di ...continua

    A volte un pò troppo superficiale. In questi libri, ora di gran moda (una volta c'era il solo grande Ing. Vacca), si sente sempre l'ansia di esser fruibili da tutti io direi forse da troppi (colpa degli editor molto cauti?) qui c'è pure qualche errore (p. es. in uno dei primi riquadri si parla di "funzione velocità" al posto di "funzione spazio") comunque meglio delle vere e propie ciofeche normalmente ai primi posti delle classifiche "varia": che avessero ragione gli editor molto cauti?

    ha scritto il 

  • 3

    A tratti anche divertente, troppo spesso abbandona il tema riportando facezie. Solo qualche spunto. Perdibile... Sarà che viene dopo "Il Principio Antropico"... Manco io potevo pretendere chissà cosa!

    ha scritto il 

  • 4

    La matematica spunta ovunque... ma solo se la sai vedere

    Beh, della geometria del calcio (metà del sottotitolo) non se ne parla molto, ma l'algoritmo dei tacchi a spillo in effetti c'è. Giovanni Filocamo, fisico prestato alla divulgazione matematica e impegnato nel progetto genovese MateFitness, in questa sua opera seconda ha come programma proprio qu ...continua

    Beh, della geometria del calcio (metà del sottotitolo) non se ne parla molto, ma l'algoritmo dei tacchi a spillo in effetti c'è. Giovanni Filocamo, fisico prestato alla divulgazione matematica e impegnato nel progetto genovese MateFitness, in questa sua opera seconda ha come programma proprio quanto scritto nel titolo: come cioè un matematico curioso può trovare più o meno ovunque tracce della scienza che lui (o lei) ama. Lo stiledi scrittura è molto, molto personale: per dare un'idea a chi mi conosce, io in confronto sono assolutamente asettico. I temi trattati sono più o meno noti, e risultano più o meno interessanti forse anche a seconda di quanto Filocamo li senta suoi; i primi capitoli mi sono sembrati più scoppiettanti, mentre poi è forse subentrata un po' di stanchezza. Il libro è comunque in grado di far venire (spero!) un po' di curiosità al lettore, soprattutto perché di formule non ce ne sono e quindi non c'è necessità di spaventarsi.

    ha scritto il