Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il medico di Sefarad

Di

Editore: TEA

3.6
(51)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 283 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: 8850215630 | Isbn-13: 9788850215638 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri

Genere: Fiction & Literature , History

Ti piace Il medico di Sefarad?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Alla metà del XII secolo, il Mediterraneo vive un momento di grande tensione politica e religiosa: in Oriente Saladino si prepara ad assalire Gerusalemme, mentre in Occidente gli invasori almohadi dilagano nella Spagna sefardita, imponendo ovunque il proprio dominio. Nella città di Cordoba nasce da una famglia ebrea Mosè ben Maimon, il celebre medico e filosodo, meglio conosciuto come Maimonde. Il piccolo Mosè sperimena sulla propria pelle la condizione dell'esilio, cui è costretto con tutta la sua famiglia, attraverso palazzi, porti e città di Spagna, Marocco, Terra Santa ed Egitto.
Ordina per
  • 3

    Maimonide, medico e filosofo

    Lo spagnolo Cèsar Vidal, laureato in Storia, Teologia e Filosofia, è un profondo conoscitore del mondo orientale. Ha pubblicato oltre un centinaio di opere tra saggi, ricerche storiche, racconti e libri e collabora abitualmente con famose testate giornalistiche e reti televisive.
    Nel “Il me ...continua

    Lo spagnolo Cèsar Vidal, laureato in Storia, Teologia e Filosofia, è un profondo conoscitore del mondo orientale. Ha pubblicato oltre un centinaio di opere tra saggi, ricerche storiche, racconti e libri e collabora abitualmente con famose testate giornalistiche e reti televisive.
    Nel “Il medico di Sefarad” racconta la storia di Mosè ben Maimon, noto come Maimonide, famoso medico e filosofo, da quando era un bambino a quando assunse il ruolo di una delle figure più imponenti del mondo ebraico medioevale. Nato a Cordoba nel XII secolo, figlio di uno dei più autorevoli rabbini della città, Mosè vive a Sefarad, luogo che gli rimarrà sempre nel cuore. Egli si troverà al centro di grandi mutamenti storici e religiosi che lo condurranno all’esilio insieme alla famiglia. Sarà costretto a lasciare la città per sfuggire al marchio di infamia che i dominatori arabi, gli Almohadi, imprimeranno sul padre e su di lui, costringendoli pubblicamente ad abiurare la loro fede e ad accettare la religione islamica. Lo seguiremo così nel suo esilio nei suq del Marocco, in Egitto, nelle Scuole di Medicina arabe e nel suo viaggio verso la Terra Promessa, alla continua ricerca di un luogo che gli consenta di vivere un’esistenza priva di persecuzioni. Ma la vita di un medico ebreo in mezzo agli arabi non è una vita facile. Verrà aiutato dalla sua grande forza interiore, dal suo pensiero aperto e conciliante ma soprattutto dalla priorità che il malato, povero o ricco, mendicante o sultano, avrà sempre nella sua vita, ripercuotendosi in ogni sua azione. E anche il feroce Saladino resterà incantato dalle sue conoscenze scientifiche e dalle sue coraggiose virtù, finendo per eleggerlo medico di corte.
    Con precisione Vidal ricostruisce intorno alla carismatica figura di Maimonide tutto il contesto di quell’epoca, contraddistinto da una difficile convivenza di etnie differenti, alla continua ricerca di un equilibrio sovente arduo da raggiungere e molto spesso precario. Ma la Storia fa solo da sfondo alle vicende personali del protagonista e le figure di spicco che ne incrociano l’esistenza appaiono leggermente sbiadite e spente, togliendo al romanzo una gran parte di fascino che, in maggior misura, avrebbe potuto sprigionare.

    ha scritto il 

  • 4

    Mi è piaciuto, ma mi ha infastidito un po' il fatto che i capitoli alternano l'attualità (del racconto) con dei flas back ma né l'uno né l'altro hanno una continuità, si potrebbe dire che sono tanti racconti scollegati fra loro ma con un filo conduttore (ome sono certe serie di telefilm in Tv). . ...continua

    Mi è piaciuto, ma mi ha infastidito un po' il fatto che i capitoli alternano l'attualità (del racconto) con dei flas back ma né l'uno né l'altro hanno una continuità, si potrebbe dire che sono tanti racconti scollegati fra loro ma con un filo conduttore (ome sono certe serie di telefilm in Tv). . . inframezzati da pagine di pensieri in corsivo di cui non ho capito (è sicuramente un mio limite) se sono citazioni del protagonista, tratte da suoi libri o se sono sempre dell'autore! Un altra cosa che mi ha spiazzato è la totale mancanza di indice, interessante invece il glossario.
    Comunque, un libro su un personaggio storico di cui non sapevo assolutamente niente e che mi ha incuriosito, perciò, lo trovo valido, da uno spunto per saperne di più!

    ha scritto il 

  • 2

    mah, francamente mi ha un po' deluso, mi aspettavo qualcosa di più. non che volessi leggere un saggio sulla vita di Maimonide, ma forse il romanzo è un po' troppo superficiale, volto più al contesto e al quotidiano, alle vicende familiari, che non alla figura del filosofo-medico-talmudista in età ...continua

    mah, francamente mi ha un po' deluso, mi aspettavo qualcosa di più. non che volessi leggere un saggio sulla vita di Maimonide, ma forse il romanzo è un po' troppo superficiale, volto più al contesto e al quotidiano, alle vicende familiari, che non alla figura del filosofo-medico-talmudista in età matura.

    ha scritto il