Il meglio che possa capitare a una brioche

Voto medio di 2215
| 389 contributi totali di cui 359 recensioni , 30 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
dashiell
Ha scritto il 15/04/18
Un libro che comincia scoppiettando, buon ritmo e a, nonostante l'inflazione di gialli barcellonesi, in maniera non banale. Mi piace il protagonista, un po' su di peso, nullafacente ecc. Insomma si legge con piacere. credo cada un po' nel finale, che...Continua
♪♫ Sylvie ♪♫
Ha scritto il 26/03/18
Il meglio che possa capitare a una brioche...è di essere imburrata!

Ironico simpatico sempre sopra le righe,storia abbastanza assurda che ho compreso solo nelle ultime pagine ( che sono 310)
In fondo comunque godibile!

Silvietta (no ebook)
Ha scritto il 15/01/18
il meglio che possa capitare a un lettore.. lasciar perdere..
Forzatamente ironico, sarcastico fino ad essere antipatico. Storia assurda, per nulla credibile e che si realizza tutta negli ultimi due capitoli. Tutto il libro quindi è tirato alla lunga, scritto in maniera arrogante, fastidiosa e privo di contenut...Continua
emanuele
Ha scritto il 10/06/17
Nessuna pretesa.
Questo libro non ha nessuna pretesa, così come il suo personaggio principale del resto. Figlio di uomo d'affari che vive alla giornata tra alcool (tanto) e droghe, che un giorno si ritroverà a vestire i panni di un detective per salvare suo fratello...Continua
*ile* needs the...
Ha scritto il 25/03/17
Premetto che non è un libro nel mio stile. Però tutto sommato non è male. Alcuni punti li ho trovati molto divertenti, il protagonista ha un'ironia e un sarcasmo che ci accumuna, altri punti mi sono sembrati totalmente irreali. Nel complesso però si...Continua

Banannette
Ha scritto il Aug 31, 2012, 11:23
Non scrivo più. Adesso bevo soltanto, è più gratificante.
Pag. 155
Banannette
Ha scritto il Aug 31, 2012, 11:22
Bisogna salvare le apparenze: è l'unica cosa che ci resta.
Pag. 146
Banannette
Ha scritto il Aug 31, 2012, 11:19
Stavo quasi per dirle che tutti i giorni incontro centinaia di persone che mi piacerebbero moltissimo e, purtroppo, finisco sempre per conoscere le altre.
Pag. 35
★ Luca ★
Ha scritto il Apr 20, 2011, 16:29
«Un marmocchio, a piede libero e senza collare, trotterellava per l'ufficio sotto gli occhi indulgenti di quella scellerata di sua madre. Un cane, invece, era costretto ad aspettare sulla porta mentre il suo padrone leccava una montagna di francoboll...Continua
Pag. 219
Pamela
Ha scritto il Dec 28, 2010, 17:55
...Mi è costato talmente tanto innamorarmi di me stesso che non ho più voglia di fare uno sforzo del genere per qualcun altro.
Pag. 127

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi