Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il meglio di Asimov - Volume primo

Oscar Fantascienza 17

Di

Editore: Mondadori (Oscar Fantascienza, 17)

4.2
(186)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 238 | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: A000012025 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Hilja Brinis

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Il meglio di Asimov - Volume primo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Isaac Asimov presenta in questa raccolta dodici delle più belle storie scritte negli ultimi trentacinque anni e da lui stesso scelte. L'ingegnosità dell'intreccio e l'incisività dello stile sono la caratteristica costante di questi affascinanti, spesso sconvolgenti, racconti. « Naufragio », il primo racconto di fantascienza che Asimov ha pubblicato, è un chiaro esempio della versatilità della sua fantasia. E' la storia di tre uomini, chiusi in una navicella spaziale, in orbita a soli cinquecento chilometri da Vesta, senza nessuna possibilità di raggiungere questo pianeta, e forse destinati a girare per sempre nello spazio. Il famoso « Notturno » descrive le reazioni di un pianeta al buio della notte che cade soltanto una volta ogni duemila anni. Ne « L'ultima domanda » Asimov affronta il problema della dispersione dell'energia nell'Universo e ne fornisce una soluzione terrificante. « Conclusione errata » è un giallo di fantascienza, con gli ingredienti classici della mystery-story: un detective, tre scienziati sospetti e un delitto. « Immagine speculare » è un altro racconto della serie di avventure dell'investigatore Elijah Baley e del suo assistente robot R. Daneel Olivaw.
Ordina per
  • 5

    Se conoscete qualcosa di SF conoscete di sicuro questa raccolta di racconti, se non conoscete e desiderate entrare passate di qui e ve ne fate un'idea. Ovviamente molti hanno l'impronta tecno-umanista di Asimov che non esaurisce di certo nè la SF nè il sottogenere tecno-umanista (c'è quello catas ...continua

    Se conoscete qualcosa di SF conoscete di sicuro questa raccolta di racconti, se non conoscete e desiderate entrare passate di qui e ve ne fate un'idea. Ovviamente molti hanno l'impronta tecno-umanista di Asimov che non esaurisce di certo nè la SF nè il sottogenere tecno-umanista (c'è quello catastrofista, quello marziano degli albori, il cyberpunk, il psicosocio, il delirante...ecc ecc) ma stile argomenti e tono sono ben variati....

    Ancora oggi valuto l'acquisto contemporaneo della raccolta, di "wish you were here" e di un giubbetto color beccodanatra che mi servì per quattro onestissimi anni come un successo insuperato del mio 14°anno.

    Poco?

    ha scritto il 

  • 4

    Selezione di racconti, una raccolta decisamente di qualità.
    Come in altri volumi di Asimov si nota anche l'approccio scientifico: niente accade per caso e tutto è spigato esaustivamente.
    Alcuni racconti spiccano più di altri per inventiva (ad esempio "Notturno"), in generale la qualit ...continua

    Selezione di racconti, una raccolta decisamente di qualità.
    Come in altri volumi di Asimov si nota anche l'approccio scientifico: niente accade per caso e tutto è spigato esaustivamente.
    Alcuni racconti spiccano più di altri per inventiva (ad esempio "Notturno"), in generale la qualità complessiva è molto alta.

    I racconti di questo volume:
    Naufragio ★★★★
    Notturno ★★★★★
    Condotto "C" ★★★★
    Il destino di Marte ★★★★★
    Profondità ★★★★
    Chissà come si divertivano! ★★★

    ha scritto il 

  • 4

    il meglio di Asimov volume uno - scheda doppia dopo che l'avevo caricata, che palle

    cinque stelle al racconto capolavoro "Notturno", un classico citatissimo che è stranissimo: in sé non ha nulla di tutti quegli elementi fantascientifica che potrebbero attrarre, anzi è minimale, e se mi dite che in alcuni punti è verboso e noiosetto vi do anche ragione... eppure....eppure... no ...continua

    cinque stelle al racconto capolavoro "Notturno", un classico citatissimo che è stranissimo: in sé non ha nulla di tutti quegli elementi fantascientifica che potrebbero attrarre, anzi è minimale, e se mi dite che in alcuni punti è verboso e noiosetto vi do anche ragione... eppure....eppure... non so perché, ha un suo fascino immotivato e poi la storia ti rimane impressa.

    E questo fanno i capolavori: si fanno ricordare integralmente anche dopo trenta anni che li hai letti, distinguendosi nel marasma delle banalità di cui non ti era rimasta alcuna traccia (quante volte mi sono detto: ah ma cacchio questo l'avevo già letto! e c'era l'oblio totale..., e dopo un po' lo dimenticavo di nuovo)

    Notturno l'ho letto due volte, l'ultima volta saranno almeno venti anni fa, ma lo potrei riscrivere ora parola per parola.

    ha scritto il 

  • 4

    Il mio primo Asimov!
    Mi fa impressione pensare che leggevo cose del calibro di Nightfall a dieci anni...
    Peccato non aver trovato in database le edizioni che ho io del resto dei suoi lavori. Le aggiungerei pure, ma quella parte della mia libreria è a 1200 chilometri da dove sono adesso. ...continua

    Il mio primo Asimov!
    Mi fa impressione pensare che leggevo cose del calibro di Nightfall a dieci anni...
    Peccato non aver trovato in database le edizioni che ho io del resto dei suoi lavori. Le aggiungerei pure, ma quella parte della mia libreria è a 1200 chilometri da dove sono adesso...

    ha scritto il