Il meraviglioso viaggio di Octavio

Voto medio di 42
| 8 contributi totali di cui 5 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Octavio è un uomo solitario, con gli altri scambia solo le parole dettate dalla necessità, finché nella sua vita non entra Doña Venezuela, attrice di Maracaibo che lo inizia alla scrittura e alla lettura, e con la quale instaura un rapporto di tenera ...Continua
Cristina
Ha scritto il 01/12/16

Un viaggio interiore prima che fisico, in un paesaggio che echeggia della grandezza di Marquez, senza tuttavia raggiungere quella perfezione. (Italian Book Challenge)

dagio_maya (su...
Ha scritto il 02/08/16
“Ogni popolo ha la sua piaga fondatrice: la nostra risiede nel crollo della nostra storia. E per poterla ricostruire abbiamo dovuto rivolgerci al mito.”
Octavio vive in una bidonville di Caracas. Solitario e silenzioso escogita stratagemmi per non rivelare di essere analfabeta. ”Con gli altri scambiava solo parole semplici, plasmate dall'uso e dalla necessità. Aveva attraversato l’umanità contando su...Continua
Josette
Ha scritto il 18/01/16

Fra le 3 e 4 stelle.
In potenza un libro eccezionale.

Claudia (Il giro...
Ha scritto il 20/08/15
Il romanzo “Il meraviglioso viaggio di Octavio” scritto da Miguel Bonnefoy (66thand2nd editore, 109 pagine, 16 euro) è un libro talmente bello che merita veramente una recensione meravigliosa. Io non so se sarò all’altezza di scrivere una recensione...Continua
Monnalisa
Ha scritto il 03/06/15
Le avventure di Octavio
... il "meraviglioso viaggio" di Octavio. Un viaggio che è espiazione e redenzione insieme. Che è iniziazione e scoperta, dolore e incanto, distacco e precipizio. La scrittura di Miguel Bonnefoy gode di quel lirismo e di quella grazia che sanno tramu...Continua

Giulia Zavagna
Ha scritto il Jun 27, 2016, 13:15
Alcuni bambini lanciavano pietre contro un albero per far cadere un mango. Forse era quello il primo paesaggio del mondo.
Pag. 15
Roberto Novaresio
Ha scritto il Jan 22, 2016, 12:23
Pensò che la letteratura non poteva somigliare a una figura tanto distante dalle donne. La letteratura doveva tenere la penna come si tiene una spada, mescolarsi all'immensa e tumultuosa comunità degli uomini, in una lotta ostinata in difesa del dir...Continua
Pag. 50
Sidner
Ha scritto il Jun 18, 2015, 19:03
Non è vivere nella miseria che rende miserabili, ma il non saperla descrivere.
Pag. 18

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi