Il milione

Di

Editore: Castello volante

3.7
(929)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 533 | Formato: eBook | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Portoghese , Spagnolo , Francese , Tedesco , Catalano , Polacco , Ungherese

Isbn-10: 886399031X | Isbn-13: 9788863990317 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida , Paperback , Tascabile economico , Copertina morbida e spillati , Cofanetto , Rilegato in pelle

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Viaggi

Ti piace Il milione?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Signori imperadori, re e duci e tutte altre genti che volete sapere le diverse
generazioni delle genti e le diversità delle regioni del mondo, ...
Ordina per
  • 5

    Un monumento paragonabile alla Divina Commedia

    E' un mix tra medioevo e grande modernità. E' un osservatore prescientifico della economia e della antropologia umana. Quando riporta quello che gli hanno raccontato siamo in pieno medioevo, ma quando ...continua

    E' un mix tra medioevo e grande modernità. E' un osservatore prescientifico della economia e della antropologia umana. Quando riporta quello che gli hanno raccontato siamo in pieno medioevo, ma quando descrive ciò che vede e misura è preciso e non si lascia andare a fantasie. Vedere ad esempio quando descrive la capanna/tenda mongola, come is trasporta, come si monta con la porta di ingresso rivolta a mezzogiorno; è un osservatore preoccupato di descrivere i particolari significativi di ciò che ha visto e misurato. Rimane la curiosità di trovare un commentario che sappia tradurre le indicazioni geografiche in nomi moderni. Non sono riuscito a trovarlo

    ha scritto il 

  • 0

    dal blog Giramenti

    https://gaialodovica.wordpress.com/2016/01/25/il-milione-di-marco-polo-scritto-in-italiano-da-maria-bellonci-anna-maria-rimoaldi-ha-collaborato-alle-ricerche-e-valeria-della-valle-ha-scritto-lintroduz ...continua

    https://gaialodovica.wordpress.com/2016/01/25/il-milione-di-marco-polo-scritto-in-italiano-da-maria-bellonci-anna-maria-rimoaldi-ha-collaborato-alle-ricerche-e-valeria-della-valle-ha-scritto-lintroduzione-lettura-del-readi/

    ha scritto il 

  • 1

    Sopravvalutato

    È una totale leccata di culo al gran Kan,il libro è totalmente sopravvalutato, il valore storico è sicuramente intangibile ma più che un romanzo sembra di leggere una pagina di Wikipedia, veramente no ...continua

    È una totale leccata di culo al gran Kan,il libro è totalmente sopravvalutato, il valore storico è sicuramente intangibile ma più che un romanzo sembra di leggere una pagina di Wikipedia, veramente noioso e pesante, solo i dettagli sulle usanze erotiche e altri piccolissimi frammenti sulla cultura di alcuni popoli sono interessanti, le vicende belliche sono scritte con lo stampino e l'intento narrativo è totalmente sbagliato. Consiglio solo la lettura del capitolo sulla provincia di Maabar ( 256)per farsene un idea

    ha scritto il 

  • 5

    Bellezza inaspettata

    Letto per un esame durante l'università e messo a confronto con "Le città invisibili" di Calvino, ho scoperto nel resoconto del viaggio di Marco Polo una testimonianza davvero preziosa e affascinante. ...continua

    Letto per un esame durante l'università e messo a confronto con "Le città invisibili" di Calvino, ho scoperto nel resoconto del viaggio di Marco Polo una testimonianza davvero preziosa e affascinante.

    ha scritto il 

  • 3

    Anche se sapevo che Il Milione è stato scritto alla fine del '200 non me lo aspettavo così noioso. Mi aspettavo di leggere la storia di un viaggio, non le descrizioni dei vari luoghi che si incontrano ...continua

    Anche se sapevo che Il Milione è stato scritto alla fine del '200 non me lo aspettavo così noioso. Mi aspettavo di leggere la storia di un viaggio, non le descrizioni dei vari luoghi che si incontrano da qua alla Cina quasi senza un minimo di racconto, anche se ho apprezzato i passi sulle usanze e lo stile di vita di popolazioni lontanissime sia nello spazio che nel tempo.
    Ho assegnato la terza stellina perché questo rimane un classico della letteratura e perché, probabilmente, se lo avessi letto in un periodo diverso, cioè senza quattro o cinque romanzi che muoio dalla voglia di leggere e che mi aspettano sugli scaffali della libreria, lo avrei finito.

    ha scritto il 

  • 3

    Avventura non godibilissima.

    libro d'avventura, non strettamente godibile. Se bramate di viaggiare tra le lontane terre orientali con le loro antiche tradizioni e le miriadi di comparse di uomini che raccontano a loro volta di al ...continua

    libro d'avventura, non strettamente godibile. Se bramate di viaggiare tra le lontane terre orientali con le loro antiche tradizioni e le miriadi di comparse di uomini che raccontano a loro volta di altri uomini leggendari, leggetelo , altrimenti tenetevene alla larga.

    ha scritto il 

  • 4

    "Troppo sarebbe grande male se s'egli non mettesse inscritto tutte le meraviglie ch'egli à vedute, perché chi nolle sa l'appari per questo libro."

    A volte sento proprio il bisogno di allontanarmi da questa societa', da quest'epoca che non mi appartiene, senti il bisogno di tornare nel passato, in un mondo lontano, sento il bisogno di intraprende ...continua

    A volte sento proprio il bisogno di allontanarmi da questa societa', da quest'epoca che non mi appartiene, senti il bisogno di tornare nel passato, in un mondo lontano, sento il bisogno di intraprendere un viaggio estremamente difficile e complesso, ma appagante.
    "Il Milione" e' un'opera molto complessa, non solo per la difficolta' che abbiamo noi lettori del XXI secolo a leggere una lingua appartenuta a piu' di otto secoli fa, ma la sua e' anche una complessita' data da un libro in cui ci sono tanti aspetti da considerare, il resoconto del viaggio, le descrizioni geografiche e storiche, le descrizioni degli usi e dei costumi delle popolazioni locali.
    Nel Medioevo l'Oriente era pressoche' ignoto e Marco Polo apri' la mente di coloro che hanno vissuto quell'epoca verso una civilta' cosi' lontana e diversa, dando cosi' loro modo di scoprire un mondo meraviglioso, un mondo quasi fiabesco dove realta' e fantasia si uniscono tra di loro in un complesso ma affascinante trattato geografico.
    Molti criticano quest'opera monumentale perche' la considerano come un semplice libro di memorie di un mercante destinato ai suoi "colleghi", ma per me rappresenta la voglia e il desiderio dell'uomo di esplorare l'ignoto, di assaporare una realta' diversa.
    E' un libro che ti arricchisce dentro, che ti fa sognare una vita diversa, che ti spinge a cercare nuovi orizzonti, nuove aspirazioni.
    Un libro unico nel suo genere che, purtroppo, viene poco considerata dai nostri insegnanti.

    ha scritto il 

Ordina per