Il ministero dei casi speciali

Voto medio di 385
| 102 contributi totali di cui 100 recensioni , 2 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Argentina, 1976. La "guerra sporca", la junta militare, i primi desaparecidos. Kaddish Poznan è l'unico fra gli eredi degli appartenenti alla Società dell'Impulso Generoso, che un tempo riuniva prostitute e ruffiani ebrei di Buenos Aires, ad ammetter ...Continua
dinahrose
Ha scritto il 27/03/17
Il Pato di Schrodinger
Scrivere( per l’autore) e leggere( per noi) un ennesimo libro sulla dittatura in Argentina, sui desaparecidos, la famigerata Junta e quel vergognoso periodo della storia dell’umanità, ancora ha senso? Si sono cimentati in tanti con risultati diversi...Continua
  • 10 mi piace
  • 5 commenti
Gabriele
Ha scritto il 26/12/16
IL MINISTERO DEI CASI SPECIALI
Kaddish Poznan è un ebreo che svolge uno strano mestiere. Dietro compenso, si aggira col suo scalpello tra i cimiteri di Buenos Aires per cancellare dalle lapidi i nomi di personaggi malfamati, antenati scomodi di attuali notabili altolocati. E spess...Continua
Borto916
Ha scritto il 03/10/15
Mi aspettavo di più
Romanzo su un periodo della storia argentina molto complesso e interessante. Purtroppo questo romanzo ci passa sopra un po troppo velocemente e toccandolo appena. forse mi aspettavo di più, dal punto di vista della descrizione di quell'atmosfera e di...Continua
M.lle Fatigue
Ha scritto il 09/04/15
Spesso, denso, psicologico
Un libro spesso, denso. Un punto di vista particolarissimo sulla dittatura argentina, quello di una famiglia ebrea e reietta anche nella sua stessa comunità. La storia è lì, esattamente come dovrebbe essere: senza un finale. Perché tanti, troppi esse...Continua
Giuditta
Ha scritto il 29/12/14
Non riuscito

Tema forte e buona idea riguardo all'intreccio narrativo. Ma il risultato, a mio avviso, è un fiasco. E' claustrofobico, oltre che 'poco risolto', anche a causa dei praticamente unici due personaggi al centro di tutto il racconto.

  • 1 mi piace

sand
Ha scritto il Dec 29, 2009, 11:54
[…] La stanza duecentosessantaquattro era chiusa. Dopo aver bussato a quella porta, provarono con gli uffici adiacenti. Aspettarono qualche minuto, riprovarono, poi tornarono lentamente verso il corridoio, dall’uomo col cappello piumato. Questa volt...Continua
girosauro
Ha scritto il Feb 01, 2008, 09:11
Ci siamo evoluti in modo da raggiungere la massima adattabilità, a nostro danno. Ci abitueremo a questo governo come ci siamo abituati all'ultimo, e se ci si rivolterà contro non ce ne accorgeremo neanche. Affonderemo pensando "Va tutto bene"
Pag. 51

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi