Il mio nome è Asher Lev

Voto medio di 755
| 125 contributi totali di cui 115 recensioni , 10 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
I ed. giugno 1996. III ed. novembre 1999. Asher Lev, un bambino di Brooklyn, ha la pittura nel sangue. Tutto nelle sue mani diventa disegno, immagine, colore: la casa, la madre, il padre, gli amici, la strada. Ma in una cultura come quella ebraica, ... Continua
Ha scritto il 12/07/17
Non ho molto da scrivere di questo libro di Chaim Potok, tranne che è un meraviglioso libro. Di nuovo la religione e le sue pratiche, che ostacolano e disturbano ogni cosa che sia diversa e inspiegabile. Stavolta è la religione ebraica a farne le ..." Continua...
  • 2 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 19/05/17
Dice Chaim Potok: “Noi abbiamo sempre raccontato storie, fin dall’inizio della nostra specie: le storie sono il modo grazie al quale diamo un significato alla nostra vita. (…) La tensione fra l’individuo solo che aspira alla propria ..." Continua...
  • 28 mi piace
  • 17 commenti
  • Rispondi
Ha scritto il 16/05/17
FEDELE A SE STESSO, SEMPRE
I sentieri della vena narrativa di Potok sono caratterizzati da costanti che rendono ogni suo scritto al contempo familiare e originale. Le ambientazioni, le tematiche, gli stessi personaggi sono riconducibili alla rappresentazione della comunità ..." Continua...
  • 8 mi piace
  • 4 commenti
  • Rispondi
Ha scritto il 24/04/17
"Può essere contro la Torah dipingere qualcosa di bello ?"
Arieh Lev è troppo impegnato ad eseguire le disposizioni del suo "Rebbe" per riuscire a seguire la crescita del suo unico figlio Asher . Egli è infatti quasi sempre in viaggio per diffondere il Chassidismo Ladover con altre "Yeshivah" anche in ..." Continua...
  • 6 mi piace
  • 1 commento
  • Rispondi
Ha scritto il 20/06/16
Ben scritto, i personaggi sono tratteggiati con molta abilità, traspare tanta forza interiore in alcuni di loro, primo tra tutti il piccolo Asher Lev, che sfiderà genitori, tradizioni, credenza religiosa pur di seguire e studiare la sua passione: ..." Continua...
  • 2 mi piace
  • Rispondi

Ha scritto il Jun 25, 2016, 14:41
Trascorsi quell'estate in una casa ai margini delle dune. La mia camera era un attico dal soffitto basso, con una finestra dalla quale si vedevano le dune, la spiaggia e l'oceano. La mattina presto, vedevo il sole sul mare e la spuma argentea dei ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Nov 06, 2013, 18:49
"Io dipingo i miei sentimenti. Dipingo il modo in cui vedo e sento il mondo. Esprimo i miei sentimenti in forme, colori e linee. Ma dipingo un quadro non una storia."
Pag. 252
  • Rispondi
Ha scritto il Nov 06, 2013, 18:47
"In qualche incomprensibile modo era stato commesso un errore cosmico. La linea della discendenza era stata intaccata. Una forza demoniaca si era insinuata in una missione tramandata nei secoli. "
Pag. 171
  • Rispondi
Ha scritto il Oct 03, 2011, 13:25
Gli chiesi se gli era piaciuta la retrospettiva."Non sono andato per provare piacere. La sua arte non è piacevole. Non è Matisse. Ma è un grande artista e la retrospettiva gli ha reso completamente giustizia."Il pittore era contento? No, non era ... Continua...
Pag. 193
  • Rispondi
Ha scritto il Apr 14, 2010, 16:13
Asher Lev, mi acolti? Il mondo è un luogo terribile. Io non scolpisco e non disegno per santificare il mondo. Scolpisco e dipingo per dare durevolezza ai miei sentimenti sulla terribilità di questo mondo. Niente è reale per me tranne i miei ... Continua...
Pag. 194
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi