Il mio nome è Rosso

di | Editore: Einaudi
Voto medio di 3605
| 515 contributi totali di cui 493 recensioni , 21 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Istanbul, 1591. Tra i miniaturisti del Sultano si nasconde un assassino. Per smascherarlo, Nero è disposto a tutto, anche a rischiare la vita. Perché se fallisce, per lui non ci sarà futuro con la bella Seküre, non ci sarà l'amore che ha sognato per ...Continua
Zefiro
Ha scritto il 17/12/17
SPOILER ALERT
"L'uomo, anche se sa come essere felice, non riesce ad esserlo"
Libro interessante; tuttavia troppe descrizioni minuziose mi hanno portato ad interromperne la lettura, facendo perdere l'interesse per la trama. Il Sultano richiede in gran segreto un libro di miniature innovativo (alla maniera degli europei): attor...Continua
Stormur
Ha scritto il 05/11/17
Ritratto artistico dell'Impero Ottomano medievale
Libro straordinario che ci manda alla scoperta di una Istanbul e di una storia turca che qui ignoriamo o ci immaginiamo completamente distorta. La storia è avvincente dall'inizio alal fine, la vicenda è curata come una miniatura, la scrittura è sagac...Continua
Amaranta dice no...
Ha scritto il 22/07/17
“Esiste un unico rosso e bisogna credere solo in quello”.
Chi ha ucciso il miniaturista e doratore Raffinato Effendi, nella Istanbul del 1591? E’ quello che cerca di scoprire Nero, rientrato nella sua città dopo dodici lunghi anni di assenza con la speranza di sposare la sua bella Sekure, la donna che ha se...Continua
  • 5 mi piace
  • 4 commenti
Tables84
Ha scritto il 19/04/17
Intrigante... quanto pesante

Ambientazione ricca e intrigante nella quale purtroppo, una deviazione dopo l'altra, si annacqua il giallo attorno a cui si dipana la storia principale, tanto da rendere faticoso arrivare alla fine.

  • 3 mi piace
Edoardo
Ha scritto il 15/01/17

Il mio nome è della rosa.

  • 1 mi piace

La_ale1983
Ha scritto il Mar 21, 2016, 13:40
Ma d'altra parte, come succede in tutti i disegni dei maestri europei, questo doveva essere più vivace di un cavallo visto da Allah, un cavallo vissuto ad Istanbul, con stalla e stalliere definiti, in modo che il Doge di Venezia dicesse: l'Ottomano h...Continua
Pag. 282
La_ale1983
Ha scritto il Mar 15, 2016, 12:14
E che la vita sia una camicia troppo stretta, lo si capisce solo uscendo dalle prigioni del tempo e dello spazio. Purtroppo, prima di morire, nessuno può capire che, come nel mondo dei morti un'anima senza corpo è motivo di vera felicità, tra i vivi...Continua
Pag. 246
EvaMarie
Ha scritto il Mar 03, 2016, 20:10
Dice il mio cuore indeciso, quando sono in Oriente in Occidente esser io voglio e quando sono in Occidente in Oriente esser io voglio. Altre mie parti dicono se sono un uomo esser donna io voglio, se sono donna esser uomo io voglio Come è difficile e...Continua
EvaMarie
Ha scritto il Mar 03, 2016, 20:10
I gatti di Istanbul sono insolenti perché la gente dei quartieri li vizia, lo sapete.
EvaMarie
Ha scritto il Mar 03, 2016, 20:09
I banditi, i poeti e gli infelici sanno che quando si sente chiamare alla preghiera della sera i ginn e i demoni dentro di loro cominciano tutti assieme a battere i piedi e a darsi da fare per traviarli. La voce inquieta che è dentro di noi dice fuor...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Biblioteche...
Ha scritto il Apr 15, 2016, 08:19
894.3533 PAM 11272 Letterature delle altre Lingue

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi