Il mio sbaglio più grande

Di

Editore: Newton Compton

3.2
(20)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 460 | Formato: eBook

Isbn-10: 8822707397 | Isbn-13: 9788822707390 | Data di pubblicazione: 

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace Il mio sbaglio più grande?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
I sogni son desideri. Ma i miei incubi sono diventati la mia ossessione.Si chiama Michael Crist. È il fratello maggiore del mio ragazzo ed è come quei film dell'orrore che guardi coprendoti gli occhi. È bellissimo, forte, e assolutamente terrificante. È il campione della squadra di basket del suo college e ora è diventato un professionista. Non mi vede neppure. Ma io l'ho notato. L'ho visto, l'ho sentito. Le cose che ha fatto, i misfatti che ha nascosto. Per anni mi sono mangiata le mani, incapace di distogliere lo sguardo. Ora sono all'università ma non ho smesso di osservarlo. È un pessimo soggetto, e non so quanto ancora riuscirò a tenere segrete le cose che gli ho visto fare.Si chiama Erika Fane, ma tutti la chiamano Rika. È la ragazza di mio fratello ed è sempre in giro per casa nostra, sempre a cena con noi. Abbassa lo sguardo quando entro io, e quando le sono vicino è come pietrificata. Riesco sempre a percepire la sua paura, e anche se non possiedo il suo corpo, so di avere la sua mente. È l'unica cosa che voglio. Almeno finché mio fratello non si arruola, e io trovo Rika da sola al college. Nella mia città. Indifesa. L'occasione è incredibilmente allettante. Perché tre anni fa per colpa sua alcuni miei amici sono finiti in prigione, e ora sono usciti. Abbiamo aspettato. Siamo stati pazienti. E ora tutti i suoi incubi stanno per avverarsi.
Ordina per
  • 4

    bello

    inizio subito con una prima critica: secondo me è molto mal recensito. lo hanno descritto come un tentativo di scrivere in chiave horror una storia d'amore o comunque di attrazione. ora di horror ho t ...continua

    inizio subito con una prima critica: secondo me è molto mal recensito. lo hanno descritto come un tentativo di scrivere in chiave horror una storia d'amore o comunque di attrazione. ora di horror ho trovato ben poco, la tensione era più legata ad una volontà di violenza, inutile perchè si capisce bene che non ci sarà una vera ed effettiva violenza.
    critica numero due: siamo in un mondo straicco, straviziato, strafinto, lontano dalle persone "normali", quindi a volte la trama è inverosimile. ma sono sempre più convinta che le scene descritte non siano così lontane dalla realtà che ragazzi abbienti e spavaldi vivano... e questo pensiero mi spaventa più di ciò che ho letto.
    a parte questo, a me il racconto è piaciuto, lo stile è scorrevole e ben leggibile.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    1

    Il mio sbaglio più grande è stato leggere questo libro

    È abominevole. Il messaggio che passa è raccapricciante. Aberrante.
    Io un libro che mi facesse incazzare in questo modo non l'ho mai trovato, giuro. E mi si scusi il francesismo, di solito in luoghi s ...continua

    È abominevole. Il messaggio che passa è raccapricciante. Aberrante.
    Io un libro che mi facesse incazzare in questo modo non l'ho mai trovato, giuro. E mi si scusi il francesismo, di solito in luoghi simili cerco di evitare le parolacce, ma questa roba (perché non voglio sminuire la parola libro e quello che rappresenta) se li merita tutti.
    Non avevo letto nulla della Douglas, ero prevenuta sul fatto che scrivesse romanzi sbrigativi senza trama e caratterizzazione dei personaggi come la maggior parte delle autrici americane che vengono tradotte. Beh, sulla sua scrittura mi sono ricreduta, ma è l'unico punto positivo dell'intera faccenda.
    Non ho mai letto di dark romance, ne qualcosa di dark e basta, se ci penso un attimo, ma questo non è un romance.
    Non c'è un personaggio che sia a posto con la testa.
    Dio, ho talmente cose da dire che non so da dove partire.
    All'inizio ero convinta che la Douglas ricorresse ai classici stereotipi americani che ci vengono presentati in ogni format (libri, serie tv, film) dove ci sono i classici figli di papà che spadroneggiano in città, nemmeno fermati dagli adulti.
    Quattro di questi figlioli, annoiati dalla loro culla d'oro in cui non succede niente, ritornano in città per animare la notte di Halloween e prendono gente ad minchiam a scuola, senza che i professori muovano un dito. Questi ragazzi compiono scorribande un po' più pesanti di scherzi che possano essere definiti stronzi, sono al limite della legalità, anzi, scadono proprio nell'illegalità. Ma loro si sentono intoccabili, dietro le loro maschere, e la gente al posto di trattarli come criminali li osanna come fossero dei dell'olimpo.
    Quindi abbiamo il protagonista, Michael, e i tre amici, Kai, Will e Damon, che si atteggiano a filosofi di stocazzo all'età di venti anni scarsi e parlano della morale delle regole della società. Peccato, RIBADISCO, che si approfittino dei loro cognomi e dei soldi delle loro famiglie per farlo, perché sanno che ogni loro bravata verrà inabissata per non fare un torto ai genitori. LA COERENZA.
    Poi abbiamo un fratello, Trevor, che odia Michael per essere troppo figo e perché Rika, la ragazza che gli piace, ama il fratello figo. In tutto questo c'entra il padre dei fratelli che, vedendo il guadagno in RIka, ha inculcato in Trevor l'idea che sarebbe stata sua e l'avrebbe sposata, come se lei non avesse una volontà propria.
    Poi si scopre che questa minorata mentale una volontà non ce l'ha davvero, perché è solo succube della bramosia che prova per Michael e fa di tutto per compiacerlo, ma camuffa la cosa dietro alla storia delle sfide e in pratica le "raccoglie" tutte solo perché non vuole fare la figura della cagasotto.
    Quindi tre anni prima, tra uno scherzo e l'altro di questi quattro imbecilli che si fanno chiamare cavalieri, si filmano mentre fanno le loro bravate (tra cui uno stupro, così, tanto per dirne una) e i video vengono diffusi, tranne quelli riguardanti Michael. Pensando sia colpa di Rika, quando escono dal carcere cercano vendetta.
    Ed è questo che mi fa incazzare:
    1. Già il messaggio che passa da questo libro è aberrante, perché un conto è avere una predilezione (o perversione, chiamatela come vi pare) per qualcosa, come il bdsm, ma è consenziente la cosa. Qui passa il messaggio che ciò che non è lecito è seducente. Ciò che è illegale, è violenza pura, non è visto come sbagliato ma qualcosa di lussurioso. Lo trovo agghiacciante.
    2. Abbiamo questi ragazzi che, dopo tre anni in carcere, faranno di tutto per vendicarsi. Ma io dico, la logica in tutto ciò? Se loro non si fossero messi a delinquere, non sarebbero stati arrestati, perché se sono finiti in carcere vuol dire che qualcosa hanno fatto. Quindi non è colpa di chi ha divulgato i video da loro stessi registrati, ma la colpa è loro, che hanno fatto azioni criminali. Invece qui si vogliono vendicare di una persona che non ha responsabilità delle loro azioni.
    La vogliono vedere piegata moralmente, economicamente e pure fisicamente, perché sono pronti a violentarla.
    Michael, l'unico che si è evitato il carcere, li aiuta nel piano, ma nel racconto dice più volte di essere affascinato da Rika. Insomma, tra le righe ci vuole dire che lui ha sempre tenuto a lei e che la ama. Eh certo, difatti la vuole rovinare al pari degli altri e quando vede che gli amici vogliono rovinarla e stuprarla, non muove un dito. E le fai fare una cosa a tre con un tuo amico, giusto per solidificare il legame.
    Ed è l'altro messaggio vomitevole del libro. Non c'è amore, non c'è romance, è solo qualcosa di malato portato inoltre allo stremo, e non capisco come questo libro possa essere stato pubblicato e piacere.
    Inoltre ci sono scene gratuite di sesso inserite ad cazzum, giusto per mantenere vivo l'interesse perché se no uno potrebbe domandarsi: ehi, ma dove è il romance? invece così si può dire: eh, hanno trombato, allora tutto a posto.
    Ma quando si scopre chi c'è dietro alla divulgazione dei video, al posto di restituire la propria vita a Rika, questi 3 decerebrati organizzano una festa e agiscono come se non fosse successo nulla. Le hanno bruciato la casa, ripulito il conto, tentato di abusare di lei per una cosa che meritavano a prescindere, e quando scoprono che li non c'entrava nulla, al posto di fare ammenda, dicono: i casini li sistemiamo domani, ora facciamo bisoccia!
    L'ho trovato orribile e irrispettoso.

    Mi ha davvero disgustata, perché tanti messaggi così sbagliati in una storia sola non li avevo mai trovati.
    Il mio consiglio è: non fate lo sbaglio del titolo, NON LEGGETE QUESTO LIBRO.

    ha scritto il 

  • 1

    Bello dove?

    È un Dark Romance quindi non mi aspettavo certo arcobaleni, unicorni e cuoricini….
    Ma a me è sembrata tanto la storia di un branco di scimmie che non fanno altro che accoppiarsi alla prima occasione, ...continua

    È un Dark Romance quindi non mi aspettavo certo arcobaleni, unicorni e cuoricini….
    Ma a me è sembrata tanto la storia di un branco di scimmie che non fanno altro che accoppiarsi alla prima occasione, ne più ne meno.
    Come sempre finale prevedibile e creato solo per far si che tutto il sesso descritto nelle pagine precedenti fosse giustificato dal sentimento… mi chiedo perché.
    C’è sempre bisogno in questi romanzi erotici di accostare sesso e amore, peccato che lui sia uno stronzo pervertito fuori di testa e lei pure… io la parte romance l’avrei lasciata perdere…
    Dopo i fatti letti in precedenza non ci crede nessuno nel vostro amore!
    Siete adulti, consenzienti e ci tenete pure a metterlo in chiaro, quindi fate quello che sapete fare meglio: scopate.
    Senza bisogno di mettere in mezzo passati dolorosi e l’amore.

    ha scritto il 

  • 4

    Torbido e thriller

    Credevo di averne lette di tutti i tipi ma mi ero sbagliata di grosso; dagli ultimi capitoli della "Fall away series" avevo notato che la nostra Penelope stava cedendo al lato oscuro ma adesso direi ...continua

    Credevo di averne lette di tutti i tipi ma mi ero sbagliata di grosso; dagli ultimi capitoli della "Fall away series" avevo notato che la nostra Penelope stava cedendo al lato oscuro ma adesso direi che è diventata lei stessa il lato oscuro.
    Premetto che questo è forse il romanzo più torbido che ho letto, e con "torbido" non intendo solo moooolto piccante ma proprio un romanzo oscuro, i cui personaggi sono dominati da pulsioni distruttive e autodistruttive; quindi, se amate le storie d'amore dolci e con vene soft porn sappiate che questa lettura non è per voi, è più che altro indirizzata a quelle che amano sul serio i Bad Boy, soprattutto quelli vendicativi e veramente manipolatori.
    La storia ha come protagonista Rika, una ragazza inizialmente fragile e indifesa che dopo la morte del padre e la conseguente depressione della madre diviene la protetta della famiglia Chirst, con cui il padre era in società. Rika cresce assieme al figlio più piccolo di questa famiglia, Trevor, con cui tutti sperano di vederla sposata un giorno; tuttavia, le attenzioni di Rika sono tutte rivolte al fratello maggiore, Micheal Christ, capo della squadra di basket della scuola e amico degli altri tre ragazzi più ricchi e belli della città: Damon, Kai e Will. Questo gruppo di baldi giovani è famoso per gli scherzi che tira durante la Notte del Diavolo, ovvero la notte prima di quella di Halloween, in cui circolano per la città coperti con maschere e danno sfogo alla loro fantasia. Una di queste notti Rika riesce ad attirare l'attenzione di Micheal e farsi portare in giro per la città a per compiere bravate; tuttavia, qualcosa va storto: il giorno dopo la notte del Diavolo, Rika non vuole più vedere nessuno di loro e inoltre Kai, Damon e Will vengono arrestati e mandati in prigione per tre anni.
    Alla loro liberazione, l'unica cosa a cui riescono a pensare è vendicarsi di colei che credono responsabile del loro arresto e questo porterà a un climax di tensioni, intrighi e colpi di scena che si succederanno senza sosta per tutte le quattrocento pagine del romanzo.
    La narrazione si intreccia non solo su due filoni, quello presente e quello passato, ma anche da due punti di vista, quello di Micheal e quello di Rika, cosicché il lettore riesce entrare nella testa dei personaggi; momenti di thriller e hard porn si alternano a spunti di riflessione sugli errori passati ed è questo gioco di stile che mi ha convinta a dare una valutazione alta all'opera: si passa dalla giornata tipica di una ragazzina curiosa, con relativi problemi amorosi etc a scene d'azione in cui viene sfoderata una cazzutaggine invidiabile, passando per alcune scene abbastanza "trash" e divertenti.
    Consiglio comunque quest'opera a un pubblico adulto, dai 18 anni in sù.

    ha scritto il