Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Il mio scontro con la Chiesa

Di

Editore: Rizzoli (Saggi italiani)

3.3
(6)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 214 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 881786868X | Isbn-13: 9788817868686 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Ti piace Il mio scontro con la Chiesa?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"Benchè il Severino non si dichiari espressamente mai nè ateo nè anticristiano, egli critica alla radice la concezione della trascendenza di Dio ed i capisaldi del Cristianesimo come forse finora nessun ateismo e eresia ha mai fatto."
Padre Cornelio Fabro, ex definitore del Sant'Uffizio, 1969

Dal 1954 al 1970 Emanuele Severino insegnò filosofia all'Università Cattolica di Milano. Ma i libri fondamentali che pubblicò in quegli anni, da La struttura originaria a Ritornare a Parmenide, suscitarono un'inquietudine sempre più viva ai vertici della Cattolica e nella Sacra Congregazione della Dottrina della Fede (l'ex Santo Uffizio), tanto che, dopo un esame lungo e accurato, nel 1970 la Chiesa proclamò ufficialmente l'opposizione tra il pensiero di Severino e il cristianesimo, e il filosofo andò a insegnare all'Università di Venezia. Questo libro ricostruisce, attraverso lo scambio di lettere tra Severino e i maggiori esponenti del pensiero filosofico cattolico, il delinearsi e l'approfondirsi di un conflitto insanabile. È una disputa appassionata - rispettosa ma senza compromessi - su questioni scottanti come l'infalllibilità della Chiesa, la natura della fede, il rapporto fra il dogma e la verità filosofica. È una riflessione, attraverso un caso esemplare, sulla possibilità che in un'università cattolica esista un libero insegnamento. È così una guida preziosa pr illuminare le concezioni di uno dei principali pensatori del nostro tempo, in un'aspetto cruciale non solo per la sua filosofia ma anche per la sua vita.